Parole chiave

Fus

Il Fondo unico per lo spettacolo (Fus) è il meccanismo utilizzato dal governo per il sostegno pubblico nei settori del mondo dello spettacolo (cinema, teatro, musica, ecc). Il Fondo, creato nel 1985 (legge n. 163), la cui dote sarà riportata a oltre oltre 400 milioni di euro grazie ai 149 milioni stanziati dal nuovo Dl varato dal governo, dovrà dunque fornire sostegno finanziario ad enti, istituzioni, associazioni, organismi e imprese dello spettacolo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Fus
    • Agora

    Spettacolo: 40 milioni Fus in più, Art bonus, Tax credit e Consiglio superiore

    (ANSA) - ROMA, SET - Incremento del Fondo Unico per lo Spettacolo con 9.5 milioni di euro per il 2018 e altrettanti nel 2019 che diventeranno poi 22, milioni a partire dal 2020. Quattro milioni di euro per promuovere attività culturali nei territori colpiti dal terremoto, l'istituzione del Consiglio superiore per lo spettacolo. Sono alcuni dei punti previsti nel disegno di legge delega al governo per il codice dello spettacolo presentato dal ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschin...

    – Vincenzo Chierchia

    • News24

    Sì della Camera alla «Legge Umbria Jazz»: festival verso un contributo annuo da un milione

    La denominazione, nel caso di una kermesse che giunge quest'anno alla sua 44esima edizione estiva, dovrebbe suonare come una questione di forma, ma a conoscere la normativa di riferimento la sostanza c'è eccome: questo particolarissimo marchio porta infatti con sé una dote annua da 1 milione che andrebbe a sommarsi ai circa 300mila euro di contributi che già arrivano dal Fus.

    – di Francesco Prisco

    • News24

    Piccoli melomani crescono: i giovani spingono il pubblico dei teatri lirici

    Dimenticate i luoghi comuni che vedono nel pubblico dei Teatri d'Opera in Italia una nicchia di spettatori facoltosi e un po' avanti con gli anni: il pubblico della Lirica cresce e a trainare questa crescita sono... i giovani. A dirlo è un'inchiesta pubblicata nell'ultimo numero della rivista

    – di Giovanna Mancini

    • Econopoly

    350mila euro di aiuto pubblico a The Startup. Ma i sussidi al cinema, perché?

    "Ma i giornalisti della BBC, del Corriere della Sera, di Business Insider, quelli di Microsoft e di Google e ancora il produttore del film, il regista, il distributore, la Rizzoli che ha pubblicato il libro, non si sono mai accorti di chi avevano davanti?". Leggendo questa amara riflessione di Antonio Simeone nel suo pezzo su Egomnia, con riferimento al film The_Startup ho subito pensato al fatto che lo stesso avesse potuto ricevere un aiuto pubblico. Come immaginavo e come appreso casualmente d...

    – Francesco Bruno

    • News24

    L'industria creativa vale 48 miliardi di euro

    Cultura e creatività come miniere da sfruttare e far fruttare, con benefici per l'economia, per l'occupazione, per tutto il Sistema Paese. Ieri a Milano, alla presentazione di "Italia Creativa" - studio realizzato da EY con il supporto delle principali associazioni di categoria espressione della

    – di Andrea Biondi

    • News24

    Studio sull'Italia creativa. Franceschini: «Ampliare il consumo culturale»

    «L'L'Italia che crea, crea valore». Più di uno slogan, è la sintesi di quanto venuto fuori alla presentazione milanese della seconda edizione di uno studio di Ernst&Young con il supporto delle principali associazioni di categoria guidate da Mibact e Siae, alla presenza del ministro dei Beni e delle

    – di Nicola Barone

    • News24

    Sulla cultura Milano batte Bologna di oltre sei posizioni

    Milano è in testa in tutte le graduatorie quando si parla di industria culturale e creativa: prima per valore aggiunto, prima per occupazione, prima per incidenza di imprese. Roma la tallona al secondo gradino (terza per occupazione), Torino, Siena e Firenze si contendono le top-five, mentre

    – di Ilaria Vesentini

    • News24

    Privati e fondazioni uniti dalla condivisione

    Senza i privati non si va avanti. Lo dice senza giri di parole Alexander Pereira, sovrintendente della Scala di Milano. «Il futuro delle fondazioni lirico-sinfoniche - spiega - sta nell'attivare una raccolta fondi presso imprese e cittadini. Altrimenti non si può sopravvivere». Pereira entra di

    – di Antonello Cherchi

    • News24

    L'Art Bonus sceglie gli obiettivi

    La politica dei piccoli passi, perché una riforma significativa come quella dei Beni culturali non si fa dall'oggi al domani. Occorre tempo. La gradualità del procedere l'ha rivendicata ieri Dario Franceschini, ministro della cultura, che intervistato dal direttore del Sole 24 Ore, Roberto

    – di Antonello Cherchi

1-10 di 242 risultati