Le parole chiave

Downgrading

Il downgrading della spesa è una pratica adottata dai consumatori, quando diminuisce il loro potere di acquisto, per ridurre il costo del «carrello». Si fa downgrading sulla spesa, per esempio, quando si compra lo stesso prodotto scegliendo un prezzo più basso rispetto al solito. Questa pratica consente di mantenere inalterati i volumi dei propri acquisti senza rinunciare a nessun prodotto. Il consumatore, in sostanza, nei momenti di difficoltà, perfeziona la propria ricerca del prodotto con il miglior rapporto tra qualità e prezzo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Downgrading
    • News24

    Il nervosismo dei listini e la crescita da ritrovare

    Il nervosismo dei mercati degli ultimi giorni dimostra ancora una volta che la crescita mondiale e soprattutto europea è ancora fragile e che le banche centrali sono state lasciate troppo sole nel tentativo di riparare ai disastri della crisi finanziaria più grave della storia. Wall Street ha

    – di Marco Onado

    • News24

    Avviato a soluzione il nodo dei crediti deteriorati

    Stavolta nessuno, nemmeno il presidente dell'Associazione bancaria italiana, ha perso molto tempo a contestare le metodologie severissime e non sempre comprensibili, anzi, sotto alcuni profili davvero singolari, adottate dall'Eba per gli stress test 2016.

    – Rossella Bocciarelli

    • News24

    Pil, Svimez: 2015 «eccezionale» per il Sud, ma 2016 in frenata

    Il 2015 è stato un anno «eccezionale per il Mezzogiorno»: ha interrotto sette anni di cali del prodotto interno lordo e «ha realizzato una crescita maggiore di quella del Centro-Nord», il +1% contro il +0,7 per cento. A confermare i dati positivi per l'economia meridionale è lo Svimez anticipando

    – Vittorio Nuti

    • News24

    Il briefing di Osborne all'alba: «Così salveremo l'economia»

    Il sommergibile della politica britannica mette fuori il periscopio all'alba di un'altra giornata da dimenticare per sterlina, banche e imprese esposte al business europeo. L'appuntamento è alle 6, al Tesoro, per ascoltare un messaggio che invoca pace mentre la guerra sta ripartendo sui terminali

    – Leonardo Maisano

    • News24

    Tokyo chiude in rialzo aspettando la Yellen

    Il mercato azionario giapponese ha oscillato oggi nei due sensi, dopo un iniziale ritorno della tendenza rialzista dello yen in attesa dell'esito del referendum di dopodomani nel Regno Unito per l'uscita o meno dall'Unione Europea. Nella fase finale delle contrattazioni l'indice-guida e' riuscito a

    – Stefano Carrer

    • News24

    Il taglio alle riserve deprime lo yuan e Moody's ribassa l'outlook di Pechino

    Com'era prevedibile, l'ennesimo taglio dei ratios all'indomani del G20 di Shanghai non ha sortito gli effetti sperati dalla Banca centrale, deprimendo ancor di più le quotazioni dello yuan. Dall'inizio dell'anno la borsa di Shanghai ha perso il 20% e lo yuan ha lasciato sul campo lo 0,80% sul

    – Rita Fatiguso

    • News24

    Il rating «tripla A» è in bilico ed ExxonMobil emette bond per 12 miliardi

    Per un big del petrolio come ExxonMobil le porte del credito restano spalancate. E la major americana - che vede in bilico la sua «tripla A», la massima valutazione concessa dalle agenzie di rating - ne ha approfittato per collocare sul mercato 12 miliardi di dollari di obbligazioni: un'emissione

    – Sissi Bellomo

    • News24

    Borse asiatiche deboli nel post-G20. Tokyo -1%, piazze cinesi ai minimi da 15 mesi

    TOKYO - L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso in ribasso dell'1% a 16.026,76 punti. Il mercato azionario giapponese aveva aperto l'ottava in lieve rialzo ma senza convinzione - mentre le Borse cinesi hanno esordito in netto ribasso ai minimi da 15 mesi - dopo che il G20 di Shanghai ha

    – Stefano Carrer

1-10 di 285 risultati