Parole chiave

Diritto di ritenzione

Il diritto di ritenzione è una delle forme di autotutela previsto dal diritto privato. Si tratta della facoltà concessa al creditore di trattenere presso di sè la merce del debitore per indurre quest'ultimo a pagare la prestazione obbligata. La ritenzione è in verità una forma estrema di tutela, visto che la legge vieta di farsi giustizia da sè prevedendo come reato tali forme di giustizia. Per questo il diritto di ritenzione è ammesso dalla legge nei soli casi stabilit. Estendere il diritto per analogia pertanto è illegittimo.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Diritto di ritenzione
    • Econopoly

    Non è un Paese per spintarelle gentili

    Scrive (a titolo personale) in tema di diritto su riviste on line (tra le altre, La Voce e Noise from Amerika), blog (Phastidio e Istituto Bruno Leoni) e giornali.

    – Econopoly

    • News24

    «Metto in contatto progetti e persone per una società civile migliore»

    Ci ha riprovato con l'università, ma i risultati sono stati ancora peggiori: ha cambiato tre facoltà - Economia, Scienze politiche e Relazioni internazionali - in quattro anni, riuscendo a dare un solo esame, di diritto. «Non è un caso, ma al liceo il professore di diritto era l'unico che riuscivo a seguire perché ce lo spiegava partendo dalla realtà quotidiana, non parlando come un testo scolastico». ... Tranne il docente di diritto, di cui ricorda ancora adesso le lezioni.

    – di Pierangelo Soldavini

    • News24

    Mps, parte il piano Npl da 26 miliardi

    Le operazioni sembrano procedere anche più velocemente del previsto, e se tutto va come deve, intorno a metà 2018 i 3,8 miliardi di titoli senior coperti da Gacs saranno in mano a investitori di mercato, mentre a Quaestio rimaranno il miliardo di titoli mezzanini e i 700 milioni della tranche junior (sulla quale il Monte avrà diritto di partecipare a un eventuale rendimento superiore al 12% annuo).

    – di Marco Ferrando

    • News24

    La «patria» europea nell'era delle appartenenze fluide

    E' in nome di un'dea di patria fortemente identitaria e alternativa ad altre appartenenze nazionali che viene non di rado motivato il rifiuto del diritto ad essere cittadini del Paese in cui si nasce a chi - pur avendo genitori che non sono cittadini di esso - è destinato a crescervi, a ricevere l'educazione di tutti gli altri bambini, ragazzi e giovani compagni di strada, per contribuire con le proprie forze e capacità al futuro di tutti.

    – di Bruno Forte

    • News24

    «Pd centrale, ora il sì allo ius soli»

    Ed è anche per questo che Gentiloni torna a esporsi sullo ius soli, legge di riforma della cittadinanza molto reclamata a sinistra del Pd: «Stiamo lavorando per approvare la legge che dà diritto di cittadinanza ai quei bambini che frequentano la nostra scuola entro questa legislatura.

    – Emilia Patta

    • NovaOther

    I robot e la ripartizione sociale del rischio

    Eppure si leggono nella "Risoluzione del Parlamento europeo del 16 febbraio 2017" che reca "raccomandazioni alla Commissione concernenti norme di diritto civile sulla robotica".

    – Michele Colajanni e Giusella Finocchiaro

    • News24

    Il Pd festeggia i dieci anni. Renzi: chi se ne va tradisce se stesso

    Il Pd compie oggi 10 anni e li ha festeggiati al teatro Eliseo di Roma. Era infatti il 14 ottobre del 2007 quando dal matrimonio di Ds e Margherita, figli della tradizione comunista il primo e di quella democristiana la seconda, veniva fondato questo partito. Il primo segretario è stato Walter

    – di Andrea Carli

    • News24

    Doppie regole se si sceglie il cumulo

    In quel caso potrà essere più interessante ricorrere alla totalizzazione ex dlgs 42/06, che comporta l'applicazione generalizzata del metodo contributivo, fatta eccezione per i soli casi di assicurati che, in una delle gestioni o casse di appartenenza, abbiano già maturato il requisito autonomo per diritto a pensione.

    – di Antonello Orlando

    • News24

    Ape, il ministero allarga le maglie

    E ieri il presidente, Tito Boeri, ha confermato l'impegno: «Noi manderemo le certificazioni a tutti coloro che hanno diritto all'Ape» ha detto, aggiungendo poi, in riferimento ai chiarimenti interpretativi ministeriali, che «saremo i primi, pronti e felici di riesaminare le domande e mandare a coloro a cui la domanda era stata inizialmente respinta la comunicazione che potranno

    – di Davide Colombo

    • News24

    Sulle rate ultima parola al Comune

    La rateizzazione non è un diritto del contribuente, ma un beneficio la cui concessione comporta una valutazione sulla presenza delle condizioni previste dall'articolo 19 del Dpr 602/73. ... La società appellava la sentenza, deducendo che Equitalia è deputata a concedere la rateizzazione in base all'articolo 26 del Dlgs 46/99 e che il contribuente è titolare di un diritto al pagamento dilazionato dei tributi. Il Comune resisteva eccependo che la rateizzazione non è un diritto soggettivo, ma un...

    – di Marcello Maria De Vito

1-10 di 35596 risultati