Le parole chiave

Def

Il Documento di economia e finanza è il principale strumento della programmazione economico-finanziaria in Italia. Proposto dal governo e approvato dal Parlamento, indica la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine. Introdotto nel 1988 come Dpef l’attuale denominazione deriva dalla legge 39/2011, che ha adeguato tempistica e contenuti al nuovo modello di governance economica Ue. Si compone di tre parti: il Programma di stabilità, le tendenze di finanza pubblica e il Programma nazionale di riforma (Pnr). È atteso entro il 10 aprile

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Def
    • News24

    Costa a Radio 24: al lavoro su un Testo unico per la famiglia

    «Nel Def è stata inserita, su mia richiesta, la previsione di un Testo unico della famiglia e con i miei uffici stiamo lavorando a una bozza di delega al Governo per il Testo finalizzata alla ricognizione e al riordino delle misure a sostegno della famiglia».

    • News24

    Tagli alle tasse, il menu per la manovra dall'Ires all'Iva

    ...aggiornamento del Def e dalla «flessibilità» da cercare in Europa. Partiamo dai dati:?la base è quella scritta nell'ultimo Def, che indica per quest'anno una pressione fiscale del 42,8%?(42,2% al netto del bonus degli 80 euro, calcolato per ragioni Eurostat come spesa pubblica e non come taglio di tasse) contro...

    – di Gianni Trovati e Claudio Tucci

    • News24

    Almeno 2-2,5 miliardi di risparmi da acquisti pubblici e riforma Pa

    Anche perché con la frenata del Pil, prevalentemente a causa dell'effetto Brexit, e la conseguente necessità per il Governo di rivedere (al ribasso) le stime del quadro macroeconomico con la Nota di aggiornamento al Def attesa per fine settembre le... Una misura, quest'ultima, annunciata nell'ultimo Def insieme alla possibilità che il Mef si trasformi in pagatore unico delle amministrazioni centrali per molti servizi essenziali (energia, telefonia e via dicendo) oltre che acquirente di beni e...

    – di Marco Rogari

    • News24

    Renzi: nella stabilità ridurremo ancora le tasse

    Dibattito agostano a parte, e in attesa di capire come si chiuderà il confronto con l'Europa sul capitolo "flessibilità", e come saranno le nuove stime sul Pil da inserire nel Def, la prossima manovra di Bilancio dovrà necessariamente puntare su crescita e produttività.

    • News24

    Manovra, Renzi: ridurre tasse giusto, continueremo a farlo

    Così il Ministero dell'Economia in una nota, nella quale si sottolinea come «i provvedimenti dipenderanno dai nuovi obiettivi di finanza pubblica contenuti nella Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza (Def), che sarà presentata entro il 20 settembre, e dalle decisioni politiche che il governo assumerà successivamente».

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Rinnovi Pa, sentiero stretto nella manovra

    A offrire indicazioni più solide saranno soprattutto due passaggi: la nota di aggiornamento al Def che il governo presenterà a settembre e che, come annunciato in Parlamento dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan prima degli ultimi dati Istat vedrà una riduzione delle stime di crescita ora fissate a un ottimistico 1,2% per il 2016 e 1,4% per l'anno prossimo; e il dibattito con la commissione Ue sulla nuova iniezione di «flessibilità» ai conti pubblici.

    – di Alessandro Arona

    • News24

    Un addio agli assalti alla diligenza

    Il simultaneo interagire di variabili internazionali non sempre prevedibili (è il caso di quest'anno) e di un ciclo economico interno non in linea con le previsioni di partenza, rende necessario utilizzare tutto il margine temporale a disposizione, tra l'approvazione del Def di metà a aprile e la Nota di aggiornamento di settembre.

    – di Dino Pesole

1-10 di 2165 risultati