Parole chiave

Corporate tax

La Corporate income tax appartiene alla categoria delle imposte sui profitti di impresa ed è applicata sul reddito imponibile della società. Il suo alleggerimento è strettamente legato alla conseguente capacità delle imprese di crescere e di investire sul futuro. In Italia è l'Ires e l'aliquota di prelievo è del 27,5 per cento (era al 33% fino al 2007). A questa va sommata l'Irap con aliquota ordinaria al 3,9% che sale al 4,97% nelle Regioni con sistemi sanitari in deficit. Nell'Eurogruppo si va dal 12,5% dell'Irlanda a oltre il 34% di Francia e Belgio

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Corporate tax
    • News24

    Se l'elusione fiscale «inquina» la democrazia

    Come ben sappiamo, le multinazionali digitali non pagano molte imposte in Europa. Google, Facebook e Apple, come altre, si sono specializzate nel trasferire le proprie operazioni in territori o Paesi dove le tasse sui profitti sono basse o perlopiù inesistenti.

    – di Gabriel Zucman

    • News24

    Dazi, come gli investitori si preparano alla guerra commerciale Trump-Cina

    La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina entra ancora più nel vivo, con l'ultimo botta e risposta tra Washington e Pechino. Trump minaccia dazi del 10% su prodotti cinesi per un valore di 200 miliardi di dollari, destinati a salire a 400 in caso di rivalse da Pechino. La controparte cinese non

    – di Alb.Ma.

    • News24

    Tasse in Irlanda, dati negli Usa: Facebook «sposta» 1,5 miliardi di utenti

    Mark Zuckerberg ha dichiarato in un'intervista di essere d'accordo «nello spirito» con la Gdpr, il regolamento europeo sulla privacy che avrà efficacia dal 25 maggio. Fino ad oggi si pensava anche nella pratica, per ragioni logistiche: visto che tutti gli utenti di Facebook esterni a Stati Uniti e

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Il «corridoio» di Bangkok

    L'ingresso dello scalo è presidiato, come è normale, da un gigantesco ritratto del re Vajiralongkorn (Rama X). Un hangar enorme, sia pure ben ristrutturato, richiama la fine degli anni '60 e l'inizio dei '70. Dove c'erano i B52 americani, pronti a decollare verso le loro missioni in Vietnam e Laos,

    – dal nostro inviato Stefano Carrer

    • News24

    Entrate fiscali a rischio: ecco perché Dublino dice no alla web tax

    A guidare il fronte dei contrari alla web tax c'è uno dei Paesi da tempo osservati speciali della Commissione europea in materia fiscale: l'Irlanda. A cui fanno compagnia altri Stati, perlopiù di piccole dimensioni, finiti pure nel mirino di Bruxelles negli anni recenti: Olanda, Lussemburgo, Malta

    – di Michele Pignatelli

    • News24

    Unilever, tasse e norme anti-scalata dietro la scelta di Rotterdam

    In gergo finanziario la chiamano poison pill, "pillola avvelenata". E' la strategia, garantita dalla legislazione olandese, che permette alle società di contrastare o scoraggiare le acquisizioni ostili. Ed è certamente, insieme alla generosa legislazione fiscale, uno dei fattori che hanno

    – di Michele Pignatelli

    • News24

    Le tasse calano per le multinazionali (-9%) ma non per i cittadini (+6%)

    Sul fatto che la grande crisi finanziaria del 2008 abbia rappresentato uno spartiacque storico pochi hanno dubbi. Anche sotto il profilo della pressione fiscale, con i Governi alle prese con il contenimento del deficit e la riduzione dei debiti pubblici. Il risultato è che nei Paesi Ocse il livello

    – di Enrico Marro

    • Econopoly

    Cinquant'anni senza un vero programma

    Quest'anno compio 50 anni. Sarebbe potuta andare meglio, mi dico. Ma forse al paese è andata peggio. Negli ultimi 50 anni l'Italia si è incartata su se stessa. Da membro del G7 a periferia d'Europa. Da paese industriale a destinazione turistica di massa. Da leader a follower. L'opportunità storica dell'ingresso in Europa non è stata colta, decadi di crescita non hanno trasformato il tessuto sociale e politico. Per chi non fosse d'accordo, i dati sono nelle note a piè pagina[i]. Di chi è la ...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    • News24

    Stretta olandese sulle società di comodo ma scende la corporate tax

    L'Olanda vuole scrollarsi di dosso la fama di paradiso fiscale e annuncia provvedimenti per "colpire" le numerose società di comodo - circa 9mila - che hanno sede legale nel Paese solo per consentire alle multinazionali di non pagare le tasse. Al tempo stesso però, per non perdere attrattività, si

    – di Michele Pignatelli

1-10 di 312 risultati