Parole chiave

Contratti a termine

Il contratto di lavoro a tempo determinato presuppone un termine fisso oltre il quale il lavoro non può essere prestato dal lavoratore e può essere stipulato solo quando ci sono ragioni di carattere tecnico, organizzativo, produttivo o sostitutivo. La riforma Fornero è intervenuta sugli intervalli tra un contratto e l'altro fissandoli in 60/90 giorni

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Contratti a termine
    • News24

    L'occupazione si avvicina ai livelli registrati nel 2008

    Una mappatura delle reti e dei nodi relazionali tra individui, famiglie, imprese, istituzioni e territori per misurare i grandi cambiamenti dell'economia e della società, accelerati e resi strutturali dalla doppia recessione del 2008-2009 e del 2012-2013. Eccola l'ultima fotografia Istat sulla

    – di Davide Colombo

    • News24

    Lavoro, giovani e disoccupazione: l'Italia insegue ancora l'Europa

    Si spostano i decimali, ma l'Europa resta lontana. Gli ultimi dati Istat hanno registrato un miglioramento della disoccupazione giovanile, calata a marzo 2018 al 31,7% nella fascia 15-24 anni (-4,4% rispetto allo stesso mese del 2017) e al 16% in quella dai 25 ai 34 anni (-1%). Ma l'entusiasmo

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Disoccupazione stabile all'11% a marzo, per i giovani scende al minimo dal 2011

    Il tasso di disoccupazione a marzo rimane stabile all'11,0%, continuando a viaggiare sui livelli più bassi da settembre del 2012 ma sopra di 5 punti percentuali rispetto ai valori pre-crisi. Lo rileva l'Istat, sottolineando che per i giovani tra i 15 e i 24 anni il valore scende al 31,7%, cioè 0,9

    – di Al.Tr.

    • Info Data

    I nuovi lavori, i contratti e l'occupazione. Post Jobs Act

    Tra la fine del 2014 e la seconda metà del 2015, con l'introduzione dei primi decreti legislativi che avrebbero poi costituito nei mesi a seguire il cosiddetto Jobs Act, si è registrato un cambiamento sostanziale nel mondo del lavoro italiano. Promossa e poi attuata dal governo Renzi, questa manovra prende il nome da una legge statunitense emanata nel 2012 durante la presidenza di Barack Obama volta a tutelare le piccole imprese (Jumpstart Our Business Startups Act) e dalla quale è stato appunt...

    – Fabio Fantoni

    • Info Data

    I nuovi lavori, i contratti e l'occupazione. Post Jobs Act

    Tra la fine del 2014 e la seconda metà del 2015, con l'introduzione dei primi decreti legislativi che avrebbero poi costituito nei mesi a seguire il cosiddetto Jobs Act, si è registrato un cambiamento sostanziale nel mondo del lavoro italiano. Promossa e poi attuata dal governo Renzi, questa manovra prende il nome da una legge statunitense emanata nel 2012 durante la presidenza di Barack Obama volta a tutelare le piccole imprese (Jumpstart Our Business Startups Act) e dalla quale è stato appunt...

    – Fabio Fantoni

    • News24

    Per i lavoratori più coperture di welfare

    Una tipologia contrattuale che alla Pa riserva vantaggi nel breve e nel lungo periodo, perché da un lato le consente di usufruire subito di personale qualificato e formato senza oneri di amministrazione dello stesso e dall'altro, in quanto forma di lavoro flessibile, non genera un'aspettativa di

    – di Mauro Pizzin

    • News24

    Somministrati a termine senza paletti

    La somministrazione di lavoro a tempo determinato tramite agenzia (debitamente autorizzata) costituisce oggi il principale strumento per far fronte ad esigenze di temporanea integrazione dell'organico.

    – di Aldo Bottini

    • News24

    Parte la rivoluzione Usa sui tassi: incognita volatilità sui mutui

    Il Libor torna a far parlare di sé per quello scostamento rispetto al valore del tasso overnight (Ois) che in passato è stato uno dei segnali di tensione sui mercati monetari proprio quando negli Stati Uniti (e anche in Gran Bretagna) si prepara il terreno per rendere effettivo il suo

    – di Maximilian Cellino

    • Econopoly

    L'eurozona non ha un problema di lavoro: ha un problema di redditi

    La lettura dei dati contenuti nell'ultimo bollettino economico della Bce conferma l'impressione che ormai da tempo va consolidandosi nel giudizio di molti osservatori. Ossia che la ripresa dell'eurozona, che si manifesta con una crescita robusta, mantenga un elemento di fragilità che non deriva dalla mancanza di lavoro ma dalla debolezza dell'andamento del reddito. Le circostanza si sono combinate in modo tale che al costante miglioramento dell'occupazione, che si è registrato in questi ultimi a...

    – Maurizio Sgroi

    • News24

    Lavoro, effetto bonus sulla ripartenza dei contratti stabili

    La reintroduzione nel 2018 degli incentivi per le assunzioni stabili ha prodotto un primo risultato: a gennaio il saldo dei contratti a tempo indeterminato è tornato positivo, +70mila rapporti, dopo un calo ininterrotto da giugno 2017. A riprendersi sono state sia le nuove attivazioni di contratti

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

1-10 di 1428 risultati