Parole chiave

Collegio uninominale

Il collegio uninominale consiste in una suddivisione territoriale delle circoscrizioni in base al numero di elettori. In genere viene abbinato a un sistema elettorale maggioritario. In quelli puri (ad esempio Francia, Gran Bretagna e Usa) a ogni collegio corrisponde un seggio e in ognuno viene eletto un solo candidato. Nel 1993 anche l'Italia introdusse per le elezioni della Camera il maggioritario, sebbene corretto: collegi inferiori ai seggi, alcuni dei quali riservati alle minoranze. Ma nel 2005 il "Porcellum" li ha eliminati

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Collegio uninominale
    • News24

    Gentiloni: mi candido nel collegio Roma 1, in lista anche +Europa di Bonino

    «Mi candido nel Collegio uninominale di Roma 1 alla Camera dei Deputati, accettando la proposta del mio partito. Spero di contribuire al risultato del Pd e della coalizione con le liste Più Europa, Civica Popolare e Insieme». Lo annuncia su Facebook il premier Paolo Gentiloni, anticipando così la

    – di Alessia Tripodi

    • News24

    Programma, deroghe e alleanze: tutti i nodi della direzione Pd

    La Direzione Pd in programma oggi alle 18 è uno degli appuntamenti clou della giornata politica. All'ordine del giorno sono programma elettorale e regolamento per le candidature. Ma tanti e spinosi sono i nodi pre-elettorali che la riunione di oggi dovrà affrontare. Dalle trattative ancora in corso

    – di Mariolina Sesto

    • News24

    Rai, banche e Ue: gli «indizi» della campagna di Gentiloni

    Il caso Rai con il botta e risposta tra il ministro Calenda e Orfini, diventa il primo caso della campagna elettorale in cui Pd e Governo entrano in conflitto. Un problema per Paolo Gentiloni? No, guardando quello che è accaduto anche in passato: la conflittualità scivolerà sul suo "abito"

    – di Lina Palmerini

    • News24

    Election day: in Lombardia rottura a sinistra, nel Lazio si tratta ancora

    Election day: per gli elettori di Lazio (4,4 milioni) e per la Lombardia (7,5 milioni) il 4 marzo - in base a quanto comunicato dal Viminale - si voterà non solo per il rinnovo di Camera e Senato, ma anche per eleggere il nuovo governatore. Una decisione che dovrebbe consentire di risparmiare quasi

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    • News24

    In tilt il sito per le Parlamentarie. M5s: un successo di partecipazione

    L'alto numero degli accessi per le parlamentarie M5s ha provocato rallentamenti e difficoltà per le operazioni di auto candidatura tanto che il Movimento ha deciso di prorogare fino alle 17 di ieri il termine per le autocandidature. L'annuncio della proroga è arrivato dal M5s sul blog. «Le

    – di Nicola Barone

    • News24

    Da Paragone al comandante De Falco, i candidati M5s della «società civile»

    «C'è stata una grandissima partecipazione e io sono felicissimo. Migliaia e migliaia di cittadini che hanno deciso di candidarsi con noi. Nomi noti, uno su tutti il comandante De Falco, ma anche personaggi del giornalismo e dell'università. Persone non organiche al movimento ma che hanno sempre

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Scheda unica, liste e candidature: come funziona il Rosatellum

    Un candidato di coalizione e un listino bloccato legato a ciascuna lista, nessun voto disgiunto e una ripartizione dei seggi sul quale peseranno anche le cosiddette "quote rosa": il prossimo 4 marzo gli italiani troveranno nelle urne una scheda un po' più complessa di quella che, nel 2013, vigeva

    – di Mariolina Sesto

    • News24

    Campagna elettorale al via, il seggio «costa» fino a 72mila euro

    Una campagna low cost. Con sinergie di partito tra candidati dell'uninominale e dei collegi plurinominali, con strategie nazionali mirate a pubblicizzare il simbolo del partito più che i singoli candidati e con lo sfruttamento massimo dei media "a costo zero" come la tv e i social. Così si

    – di Andrea Marini e Mariolina Sesto

    • News24

    Nodo firme per i radicali che avvertono: «Senza chiarimenti corriamo da soli»

    Con la fine della legislatura, i partiti sono già al lavoro per costruire le coalizioni più competitive da presentare alle elezioni previste il 4 marzo. Sul fronte del centrosinistra, il Pd (che punta a chiudere in settimana l'accordo con i centristi di Lorenzin e Casini e dà per scontato l'accordo

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    I «nuovi» poteri di Gentiloni e il peso delle urne

    Non solo il bilancio del suo Governo ma anche il traguardo di aver portato a termine una legislatura già nata con il trauma di un cortocircuito politico, la nascita delle larghe intese, il bis a Giorgio Napolitano e poi, un anno fa, l'altro trauma, quello della sconfitta referendaria. L'Esecutivo

    – di Lina Palmerini

1-10 di 141 risultati