Parole chiave

Codice del consumo

Si tratta del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206 che contiene il riassetto della normativa posta a tutela del consumatore ed è il risultato del lavoro di una commissione istituita presso il ministero dello Sviluppo economico, in base alla legge 229/2003. Regola le fasi del rapporto di consumo, dalla pubblicità alla corretta informazione, dal contratto, alla sicurezza dei prodotti, fino all'accesso alla giustizia e alle associazioni di tutela.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Codice del consumo
    • News24

    Ryanair, l'Antitrust apre un'istruttoria sul caos dei voli

    Ryanair finisce nel mirino dell'Antitrust che ha aperto un'istruttoria per presunte pratiche commerciali scorrette in violazione del Codice del consumo. Le numerose cancellazioni dei voli, secondo l'Authority, potrebbero configurare una «violazione dei doveri di diligenza di cui all'art. 20 del Codice del consumo», perché sarebbero «in larga misura riconducibili a ragioni organizzative e gestionali già note», e «non a cause occasionali ed esogene al di fuori del suo controllo, causando...

    – Giorgio Pogliotti

    • News24

    Ryanair, dopo l'Antitrust inchiesta a Bergamo sulla cancellazione dei voli

    A seguito di un esposto presentato dall'associazione di consumatori Codacons, la Procura della Repubblica di Bergamo ha aperto un'inchiesta sulle cancellazioni dei voli da parte di Ryanair. Lo comunica il Codacons in una nota. «Ora la magistratura dovrà chiarire quando Ryanair abbia avuto

    – di Nicola Barone

    • News24

    L'Antitrust multa Wind per 500mila euro: pratiche commerciali scorrette

    Sulla base del Codice del consumo la pratica è stata quindi ritenuta aggressiva in quanto idonea a limitare la libertà di scelta del consumatore e il conseguente esercizio del diritto di recesso, riconosciuto dalle norme di settore proprio quale tutela a fronte di una variazione contrattuale imposta dall'altro contraente».

    • News24

    Pubblicità (occulta) sui social media: l'Antitrust invia avvisi agli influencer

    Per sollecitare la massima trasparenza sull'eventuale contenuto pubblicitario dei post pubblicati, così come previsto dal Codice del Consumo, l'Antitrust, con la collaborazione del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha inviato lettere di moral suasion ad alcuni dei principali influencer e alle società titolari dei marchi visualizzati senza l'indicazione evidente della possibile natura promozionale della comunicazione.

    • NovaCento

    Antitrust sanziona con 9 milioni di euro gli operatori telefonici per violazione del codice del Consumo

    L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM)  ha irrogato alle principali compagnie telefoniche (Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali) sanzioni per un totale di 9.000.000 euro per aver adottato condotte illecite in violazione delle norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights, nell'ambito della commercializzazione a distanza, online o al telefono, o fuori dei locali commerciali (presso gli stand ad esempio) di servizi di telefonia fissa e/o mobile. I...

    – Fulvio Sarzana

    • News24

    Falla nei richiami delle auto: il 10% non si presenta

    Ciò è dovuto alla più alta fedeltà dei possessori di tali vetture all'assistenza ufficiale rispetto alla clientela delle marche generaliste, più incline -per risparmiare - a rivolgersi ai riparatori indipendenti, che non possono effettuare i richiami (per i quali la normativa europea sulla sicurezza dei prodotti, trasfusa nel 2005 nel Codice del consumo, stabilisce che risponde soltanto il costruttore).

    – di Nicola Giardino

    • News24

    Il committente non può modificare i contratti in modo unilaterale

    Divieto di modifica unilaterale delle clausole contrattuali, divieto di recesso senza preavviso, divieto di termini di pagamento superiori ai sessanta giorni, obbligo di forma scritta se il professionista la richiede: sono queste alcune delle misure di protezione dei professionisti contenute nel

    – di Angelo Busani e Emanuele Lucchini Guastalla

    • Agora

    Hoverboard come i Segway: sono vietati ma nessuno lo dice

    In origine fu il Segway. Ora c'è soprattutto l'hoverboard, più compatto e reperibile. Ma la sostanza non cambia: in aree pubbliche dove circolano veicoli e/o pedoni non si possono usare. Per legge. Ai tanti che non ci credono ancora (magari perché ne hanno acquistato uno da un venditore che si è ben guardato dall'avvisarli, al limite della pratica commerciale scorretta prevista dal Codice del consumo), la settimana scorsa su Rainews24 ha risposto persino la Polizia stradale, nell'autorevole p...

    – Maurizio Caprino

1-10 di 204 risultati