Parole chiave

Codice appalti

Il codice degli appalti attualmente vigente è stato approvato con Dlgs 163/2006 ed è costituito da 257 articoli più vari -bis, -ter, allegati. A queste norme si aggiungono altri 359 articoli (e anche qui numerosi allegati) del regolamento attuativo del codice approvato con Dpr 207/2010. Il “corpo unico” arriva così a oltre 650 norme che nascono orginariamente dal recepimento dalle direttive Ue 2004/17 e 2004/18.

Dal 2006 a oggi il codice degli appalti ha subito oltre 600 modifiche, di cui 300 dal governo Monti a oggi.

La riforma del codice degli appalti, attualmente all’esame della commissione Lavori pubblici del Senato, nasce anzitutto dall’esigenza di recepire le nuove direttive europee 23, 24 e 25 del 2014, ma è largamente condivisa anche l’esigenza di forte semplificazione del quadro legislativo e regolamentare del settore. Quello all’esame del Senato è un Ddl delega approvato dal governo il 29 agosto 2014.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Codice appalti
    • News24

    Dissesto idrogeologico, 9mila progetti ancora fermi

    Poche criticità italiane sanno rappresentare vizi e ritardi del Paese come il dissesto idrogeologico. Ogni tragedia che si ripete, l'ultima a Livorno, ce li ricorda. Il dato peggiore è sui progetti : il 94% dei 9.230 del piano antidissesto sono «non cantierabili».

    – di Giorgio Santilli

    • News24

    Ingegneri, bene il codice corretto. Il mercato schiaccia i piccoli studi

    Addirittura, i professionisti meno strutturati hanno fatto registrare un arretramento dopo l'entrata in vigore del nuovo Codice appalti, a beneficio di società, consorzi e cooperative: la fetta di mercato degli studi vale circa il 22% nel 2016,... Uno degli obiettivi strategici che il Codice appalti avrebbe dovuto raggiungere, infatti, «era l'apertura del mercato dei servizi di ingegneria e architettura».

    – di Giuseppe Latour

    • News24

    Un arbitrio che resiste nell'assenza dei controlli

    Ma mentre si aspetta l'avvio del nuovo sistema (la sperimentazione è partita pochi giorni fa, ma il debutto a regime è atteso a inizio 2018 e già si sussurra di rinvii), nel correttivo del Codice appalti è stata infilata una normetta (l'articolo 113-bis) che nelle opere pubbliche sembra introdurre una proroga automatica di 15 giorni alla regola Ue del pagamento entro un mese.

    – di Gianni Trovati

    • News24

    Livorno, tutto da rifare per l'ampliamento del porto

    Una volta avuto il via libera autorizzativo, le opere foranee saranno mandate in gara con un appalto integrato (progetto esecutivo più lavori), grazie alla deroga prevista per i porti dal nuovo Codice appalti che permette di mettere a bando anche progetti allo stadio definitivo.

    – di Silvia Pieraccini

    • News24

    Infrastrutture, arriva il decreto sul dibattito pubblico

    Entra nell'ordinamento italiano il «dibattito pubblico», che, in attuazione del codice appalti, rivoluziona il ruolo di cittadini e territori nelle procedure di «informazione, partecipazione e confronto pubblico sull'opportunità, le finalità e le soluzioni progettuali di opere, progetti o

    – di Giorgio Santilli

    • News24

    Gentiloni: l'Italia cresce più del previsto, occasione da non sprecare

    Dall'Istat oggi dati «molto positivi e incoraggianti». Dati che «confermano che il paese si muove, l'economia cresce a ritmi maggiori di quelli che noi stessi avevamo previsto». Per il premier Paolo Gentiloni, intervenuto all'inaugurazione della stazione alta velocità di Napoli Afragola, «queste

    – di Nicola Barone

    • News24

    Infrastrutture, al ralenti dopo il codice. Contratto Anas bloccato, lavori fermi

    Un altro anno da dimenticare per i lavori pubblici: nel 2016 il valore degli appalti messi sul mercato è sceso del 29% rispetto al 2015 , dopo che negli anni della crisi, dal 2008 al 2015, gli investimenti in opere pubbliche sono crollati di oltre il 40% (stime Ance). Nel frattempo il contratto di

    – di Alessandro Arona e Mauro Salerno

    • News24

    Fondi pensione fuori bail-in, «sanati» i direttori stranieri dei musei

    Cartolarizzazione più facile di tutti i crediti deteriorati delle banche. Ed esclusione dei fondi pensione dal rischio bail in, ma non per le Casse di previdenza. La commissione Bilancio della Camera ha dato l'ok ai due emendamenti alla manovra anticipati domenica sulle pagine del nostro giornale.

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

1-10 di 407 risultati