Parole chiave

Cicli di Kondratieff

La teoria dei cicli (o delle onde), elaborata dall'economista russo Nikolaj Kondratieff (1892-1938), sostiene che l'economia globale si sviluppa attraverso periodi di 40-60 anni (secondo lo schema "crescita, stabilità, depressione e recessione") innescati dalle grandi innovazioni tecnologiche. Lo schema è stato poi adattato dall'analisi tecnica per spiegare l'esistenza di "supercicli dei mercati finanziari", che si sviluppano con lo stesso ritmo. Come si vede nel grafico in pagina ora saremmo alla vigilia della sesta onda di innovazione dalla fine del Settecento, innescata dalle scoperte nei settori biotech, nanotech e delle tecnologie ambientali. L'analisi ciclica, però, aggiunge che ora ci aspettano alcuni difficili anni di transizione laterale prima che, in un momento collocabile fra il 2015 e il 2020, si impongano sul mercato azionario le condizioni per la nascita di un nuovo Bull market secolare

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Dati settoriali | Transizione laterale | Nikolaj Kondratieff | Borsa Valori |

Ultime notizie su Cicli di Kondratieff
    • Agora

    Sul rally di Wall Street l'ombra dei cicli di Kondratieff

        L'inverno dell'economia americana potrebbe essere tutt'altro che archiviato. E non stiamo parlando di quello meteorologico. Con buona pace dell'ultimo rally a Wall Street, c'è il rischio che la stagione di incertezza economica si prolunghi per anni e anni (almeno fino al 2020), replicando la stagnazione che si è sviluppata in Giappone dopo il 1990. Uno scenario dominato dalla deflazione, con picchi momentanei di inflazione dovuti all'inondazione di liquidità. Una fase contraddistinta anche d...

    – Andrea Gennai