Parole chiave

Cedolare secca

La “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali, nei contratti di locazione degli immobili. In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno pagate l’imposta di registro e l’imposta di bollo, ordinariamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. La cedolare secca non sostituisce l’imposta di registro per la cessione del contratto di locazione. La scelta per la cedolare secca implica la rinuncia alla facoltà di chiedere, per tutta la durata dell’opzione, l’aggiornamento del canone di locazione, anche se è previsto nel contratto.

Ultimo aggiornamento 24 novembre 2016

Ultime notizie su Cedolare secca
    • News24

    In Gazzetta la manovra correttiva, le novità in 10 punti

    La legge di conversione 96/2017 del Dl 50/2017 è arrivata in Gazzetta Ufficiale. Sono oramai diversi mesi che si parla della manovra correttiva, detta anche manovrina, perché affronta alcuni temi importanti, e introduce diverse novità per aziende, professionisti e lavoratori. Ricordiamo le dieci

    – di Federica Micardi

    • News24

    Quanto si paga

    L'imposta è una cedolare secca del 21%, indipendentemente dal reddito del proprietario o del comodatario. Il proprietario o comodatario deve però operare la scelta per questa cedolare, direttamente nella dichiarazione dei redditi (per quest'anno, quindi, nel 2017). La possibilità esisteva già prima

    • News24

    Meno tasse sugli immobili per favorire la riqualificazione

    Sul prezioso inserto culturale del Sole 24 Ore, Giorgio Dell'Arti ha recentemente ricordato (Domenica 4 giugno) la teoria economica di Steven Landsburg riassunta in una frase: «Gli individui rispondono a incentivi. Tutto il resto sono commenti a margine».

    – Giorgio Spaziani Testa

    • News24

    Airbnb, cedolare secca del 21% sugli affitti brevi

    Arriva la cedolare secca del 21% sulle locazioni brevi. I portali come Booking.com e Airbnb, anche se senza stabile organizzazione in Italia, dovranno nominare un rappresentante fiscale in modo da poter agire da sostituti di imposta erichiedere la cedolare secca al 21% a nome del fisco. Le case

    • News24

    Liquidazioni Iva, Imu e Tasi: ecco tutte le scadenze fiscali di giugno

    Le vacanze per gli italiani sono ancora lontane. Almeno a guardare il calendario di giugno. Un mese fittissimo di appuntamenti con il Fisco: complessivamente (e considerando tutti i profili interessati) sono ben 143 a guardare lo scadenziario dell'agenzia delle Entrate. Un numero, però, che non

    – di Cristiano Dell'Oste, Valentina Melis e Giovanni Parente

    • News24

    Manovra: tassa Airbnb, Alitalia e compensazioni nel mirino dei tecnici del Senato

    La stretta sulle compensazioni, la tassa Airbnb, la stangata sui giochi, il salvataggio di Alitalia, il colpo di acceleratore sulle cartolarizzazioni degli Npl e anche il giro di vite alle spese dei ministeri. E' lungo l'elenco dei rilievi e delle richieste di chiarimento Governo contenuto nel

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

    • News24

    Centomila lettere in arrivo per chi non ha dichiarato i redditi del 2013

    Sono 100mila le lettere in arrivo ai contribuenti che, secondo i dati del Fisco, non hanno dichiarato nel 2014 dei redditi percepiti nel 2013. Non si tratta di avvisi di accertamento, ma di semplici comunicazioni, che viaggiano attraverso la posta ordinaria oppure via pec. Attraverso queste

    – di Francesca Milano

1-10 di 1406 risultati