Parole chiave

causale

La causale è la ragione che rende legittima l’apposizione di un termine a un contratto. Il decreto Poletti (Dl 78/2014) ha cancellato l’obbligo di indicazione delle motivazioni che consentono l’utilizzo di dipendenti a tempo determinato per tutta la durata dei 36 mesi. Adesso, con il decreto estivo si torna indietro, e si reintroduce la causale, dopo i primi 12 mesi di rapporto temporaneo. Il decreto Conte specifica pure la nuova causale. Le condizioni per firmare un contratto a termine sono infatti due: esigenze temporanee e oggettive,estranee all’ordinaria attività, ovvero sostitutive di altri lavoratori; esigenze connesse a incrementi temporanei, significativi e non programmabili, dell’attività ordinaria

Ultimo aggiornamento 13 luglio 2018

Ultime notizie su causale

1-10 di 974 risultati