Parole chiave

Cassa in deroga

La cassa integrazione in deroga è destinata a quelle categorie di lavoratori (artigiani, dipendenti delle piccole imprese, compresi apprendisti e lavoratori in somministrazione) che sono esclusi dalla cassa integrazione guadagni. A differenza della cassa integrazione ordinaria che è autofinanziata da imprese e lavoratori, la Cigd è a totale carico dello Stato, mentre in passato le Regioni hanno concorso con una quota di cofinanziamento.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Cassa in deroga
    • News24

    Lavoro, effetto bonus sulla ripartenza dei contratti stabili

    La reintroduzione nel 2018 degli incentivi per le assunzioni stabili ha prodotto un primo risultato: a gennaio il saldo dei contratti a tempo indeterminato è tornato positivo, +70mila rapporti, dopo un calo ininterrotto da giugno 2017. A riprendersi sono state sia le nuove attivazioni di contratti

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    • News24

    Economia in ripresa a Genova ma l'occupazione è calata dell'1,1%

    «La ripresa c'è, in Europa e, a cascata, in Italia: i numeri sono positivi. Noi genovesi e liguri arriviamo sempre un po' dopo e fatichiamo ma comunque la ripresa la vediamo anche noi, magari con numeri inferiori e qualche crisi industriale, che non influisce però sulla fase di ripresa

    – di Raoul de Forcade

    • News24

    Istat: a luglio aumentano gli occupati ma cresce la disoccupazione giovanile

    A luglio 2017 l'Istat stima gli occupati in crescita dello 0,3% rispetto a giugno (+59 mila), «confermando la persistenza della fase di espansione occupazionale». Rispetto a luglio 2016 l'incremento è di 294mila unità (+1,3%). Cresce tuttavia il tasso di disoccupazione giovanile: a luglio si

    • News24

    Da Cgil, Cisl e Uil subito un sì al confronto

    «Siamo disponibili a proseguire il dialogo» per affrontare i temi della produttività e della riforma del modello contrattuale. Cgil, Cisl e Uil rispondono «Sì», a stretto giro, all'invito del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, lanciato ieri dal palco del convegno dei giovani imprenditori

    – di Claudio Tucci

    • News24

    Ultimo appello per la Natuzzi

    Un nuovo incontro con il gruppo Natuzzi per chiedere un nuovo piano industriale, ritirare i licenziamenti dei lavoratori dello stabilimento di Ginosa già formalizzati e riprendere il dialogo. Al vertice convocato dalla regione e tenutosi nel pomeriggio di ieri assenti i rappresentanti del gruppo di

    – di Vincenzo Rutigliano

    • News24

    Natuzzi e Cementir, le due vertenze che tengono in ansia la Puglia

    Sono ad un passaggio cruciale due vertenze di lavoro nel Tarantino: Natuzzi e Cementir. Coinvolte quasi 350 unità. In entrambi i casi ci sono ammortizzatori sociali in scadenza e non c'è ancora una soluzione. Nel caso di Natuzzi, interessato lo stabilimento di Ginosa, il 14 ottobre finisce la cassa

    – di Domenico Palmiotti

    • News24

    Porto di Taranto, revocati in extremis i 518 licenziamenti alla Tct

    In extremis evitata la mobilità per 518 lavoratori della società Taranto container terminal, attualmente in liquidazione dopo l'uscita l'anno scorso dal porto di Taranto. Regione Puglia, sindacati, Autorità portuale e liquidatori di Tct hanno firmato l'accordo che revoca i licenziamenti che

    – di Domenico Palmiotti

    • News24

    Porto di Taranto, salvi 520 posti di lavoro

    A metà settembre non andranno più in mobilità i 520 dipendenti della società Taranto container terminal che l'anno scorso è stata messa in liquidazione dai suoi azionisti, tra cui Evergreen, ed ha conseguentemente perso, su revoca dell'Autorità portuale, la concessione della banchina del terminal

    – Domenico Palmiotti

1-10 di 317 risultati