Parole chiave

Carry trade

Il carry trade è il termine che indica operazioni sui cambi a brevissimo termine. Consiste nell'indebitarsi nei paesi dove i tassi di interesse sono più bassi per investire in quelli dove il costo (e il rendimento del credito) è invece più elevato, guadagnando sulla differenza. Si vengono così a creare dei flussi finanziari relativamente stabili nel tempo (le operazioni vengono continuamente chiuse e riaperte) ma anche se molto vulnerabili ai fattori che possano creare il rischio di improvvisi rialzi o ribassi dei tassi di interesse. È quindi molto facile che il carry trade sia individuato come il principale responsabile di una crisi valutaria anche se il realtà è solo lo strumento attraverso il quale gli squilibri e le incertezze di un'economia generano i propri effetti.

Ultimo aggiornamento 13 settembre 2016

Ultime notizie su Carry trade
    • News24

    Lo yen «termometro» del ritorno al rischio

    Il vero termometro dell'appetito al rischio dei mercati è lo yen,che è considerato la valuta rifugio per antonomasia oltreché il "bancomat" mondiale per le operazioni di carry trade (attraverso le quali gli operatori si indebitano nella valuta del Paese con i tassi di interessi più bassi per

    • Agora

    Erdogan il populista, perde il voto delle maggiori città (Istanbul, Ankara e Smirne)

    Cosa significa vincere un referendum costituzionale per un soffio, con il 51,4% dei voti quando Recep Tayyip Erdogan ha perso il consenso nelle tre principali città del Paese sul Bosforo? Un segnale politicamente e sociologicamente inquietante che riapre il dibattito che abbiamo visto appassionare gli analisti nel voto su Brexit, con la capitale Londra schierata a favore dei Remain e il resto del Paese deciso a tornare a un pericoloso nazionalismo in salsa sovranista e protezionista. Anche nelle...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Poste sotto pressione, analisti vedono un quarto trimestre in perdita

    Poste Italiane sotto pressione a Piazza Affari. I titoli della società registrano una delle peggiori prestazioni del Ftse Mib milanese mentre gli investitori fanno i conti con uno studio degli analisti di Equita Sim che, in vista della pubblicazione (il 15 marzo) dei conti del quarto trimestre

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Ecco perché l'Italia paga il pregiudizio dei gestori stranieri

    Se chiediamo a un cittadino straniero di chiudere gli occhi e di pronunciare le prime tre parole che gli vengono in mente pensando all'Italia molto probabilmente saranno: spaghetti, pasta e pizza. Se poniamo lo stesso quesito a un gestore finanziario straniero (che magari non ha mai messo piede in

    – di Vito Lops

    • News24

    Al tramonto le speculazioni sulle scorte d'alluminio

    La saga dell'alluminio sta volgendo al termine. Le speculazioni sulle scorte - per anni fonte di gravi distorsioni sul mercato - sono passate di moda, per la minore convenienza finanziaria, ma anche per effetto di regole severe imposte dal London Metal Exchange.

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Un successo per l'euro e l'Italia

    Il BTp a 50 anni, venduto per 5 miliardi invece che i 3 previsti, al 2,85% e non al 3% come atteso, con richieste (18,7 miliardi) oltre le aspettative, è un successo per euro e Italia.

    – Isabella Bufacchi

    • News24

    Un successo per l'euro e l'Italia

    Il BTp a 50 anni, venduto per 5 miliardi invece che i 3 previsti, al 2,85% e non al 3% come atteso, con richieste (18,7 miliardi) oltre le aspettative, è un successo per euro e Italia.

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Perché l'oro corre (anche) con la deflazione

    Li chiamano beni rifugio. Prodotti finanziari dove confluiscono capitali a mani basse durante le fasi di tempesta finanziaria. Anche quest'anno i più importanti porti sicuri della finanza - vale a dire lo yen giapponese e l'oro - non si sono affatto smentiti. Durante le fasi più acute di tensioni

    – Vito Lops

1-10 di 370 risultati