Parole chiave

Cambio effettivo

Il cambio effettivo misura l’andamento di una valuta rispetto alle monete dei partner più importanti, evitando di far riferimento a un solo tasso di cambio che, per quanto importante, potrebbe rivelarsi fuorviante. È un numero indice, ed è calcolato con una media ponderata: ciascun cross (euro/dollaro, o euro/sterlina, per esempio) ha un peso definito dalle dimensioni dell’interscambio commerciale tra i due paesi, aggiornato nel tempo. Secondo l’ultimo calcolo, che risale al 2015, sul cambio effettivo dell’euro a 19 valute (ma la Bce calcola anche il cambio a 12 ,a 18 e a 38valute), l’euro/dollaro pesa per il 15,92%, e l’euro/sterlina
per il 12,99%.
L’euro/renminbi, di gran lunga il più importante, pesa per il 22,18%, l’euro/yen per il 6,69%, l’euro/zloty per il 6,40%. Se si tiene conto dell’inflazione, si può calcolare il cambio effettivo reale.

Ultimo aggiornamento 04 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Mercato dei cambi | Cambio effettivo | Bce |