Parole chiave

Bundesbank

È la banca centrale della Germania. Fondata nel 1957 al posto della bank Deutscher Länder (che aveva introdotto il marco tedesco nel 1948), ha sede a Francoforte, come la Banca centrale europea. Nel corso degli anni si è guadagnata una grande credibilità per la sua indipendenza e per la capacità di tenere sotto controllo l'inflazione e di garantire una moneta forte e stabile come il marco. Attualmente fa parte dell'Eurosistema come le altre 16 banche centrali dell'area euro. Il suo presidente è Jens Weidmann, che ha preso il posto del dimissionario Axel Weber. Ha avuto un ruolo fondamentale nella creazione della Banca centrale europea.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Bundesbank
    • Agora

    Weidmann, l'anti-Draghi: sarebbe stato meglio fissare una data certa alla fine del Qe

    E' il parere del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann all'indomani della importante decisione dell'Eurotower di ridurre da 60 a 30 miliardi di euro gli acquisti di bond da gennaio 2017 a settembre dell'anno prossimo ma di lasciare aperta la... Una scelta che ha visto il voto contrario del presidente della Bundesbank Jeans Weidmann e probabilmente degli olandesi e qualche altro falco del Nord.

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Bce dimezza il Qe ma lo prolunga

    Alcuni membri, però, compreso il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, da sempre critico sugli acquisti di titoli, hanno dissentito dalla scelta di non fissare una data finale per il Qe, dato il miglioramento dell'economia, e dall'accento messo sul Qe invece che sull'insieme delle misure.

    – Alessandro Merli

    • News24

    La normalizzazione può attendere

    Allo stato attuale - dato che dal 2012 la situazione in Europa si è trasformata in positivo, sotto ogni punto di vista e sotto ogni profilo - è fuori di dubbio che la seconda corrente di pensiero ha avuto piena ragione a sostenere le proprie tesi e la prima ha dovuto constatare su base controfattuale l'eccessiva dogmatizzazione delle proprie posizioni rigoriste attenuando conseguentemente le proprie critiche (v. le recenti dichiarazioni del presidente della Bundesbank Jens Weidmann).

    – di Giuseppe Maria Pignataro

    • News24

    Draghi: «I tassi bassi aiutano le riforme. Le politiche economiche siano inclusive»

    Poco prima che Draghi cominciasse il suo discorso, una buona notizia per la Bce è arrivata proprio dalla Germania, dove la Corte costituzionale ha rigettato una richiesta di ingiunzione che puntava a impedire alla Bundesbank di prendere parte al... Tuttavia, impedire alla Bundesbank di partecipare al programma, in attesa del giudizio della Corte Ue, ne pregiudicherebbe gli effetti, hanno riconosciuto i giudici costituzionali tedeschi.

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    • Agora

    Dijsselbloem ubiquo, consigliere di se stesso all'Esm

    La questione della successione di Draghi sarà uno degli scogli da superare: se dovesse essere un tedesco (Jens Weidmann, oggi presidente Bundesbank) - e Berlino lo vorrebbe - tedesco non potrà essere il presidente Eurogruppo.

    – Antonio Pollio Salimbeni

    • News24

    Il potere delle donne

    All'interno di questa probabile coalizione (che prende il nome dai colori della bandiera giamaicana, che corrispondono a quelli dei tre partiti), Hans-Helmut Kotz, ex membro del Cda della Deutsche Bundesbank, attualmente docente di Harvard, si aspetta che gli integrazionisti siano in numero superiore.

    – di Stuart Whatley, Ken Murphy, Jonathan Stein e Roman Frydman

    • News24

    L'ultima trappola di Schäuble in Europa

    In questa gara a stroncare la ripresa delle economie che più hanno sofferto nella crisi, tra cui quella italiana, si inseriscono da tempo anche altre proposte avanzate in passato dal presidente della Bundesbank e di recente supportate da un autorevole gruppo di economisti franco-tedeschi.

    – di Alberto Quadrio Curzio

    • News24

    La proposta sul default ordinato pericolosa per l'Italia

    Anche l'idea di fissare delle regole per il default ordinato dei titoli pubblici non è nuova, essendo stata espressa più volte pubblicamente ad esempio dal presidente della Bundesbank, ma per la prima volta sembra diventare parte integrante del negoziato europeo.

    – di Lorenzo Codogno e Giampaolo Galli

1-10 di 2034 risultati