Parole chiave

Bundesbank

È la banca centrale della Germania. Fondata nel 1957 al posto della bank Deutscher Länder (che aveva introdotto il marco tedesco nel 1948), ha sede a Francoforte, come la Banca centrale europea. Nel corso degli anni si è guadagnata una grande credibilità per la sua indipendenza e per la capacità di tenere sotto controllo l'inflazione e di garantire una moneta forte e stabile come il marco. Attualmente fa parte dell'Eurosistema come le altre 16 banche centrali dell'area euro. Il suo presidente è Jens Weidmann, che ha preso il posto del dimissionario Axel Weber. Ha avuto un ruolo fondamentale nella creazione della Banca centrale europea.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Bundesbank
    • News24

    Merkel, il sogno della cancelliera: guidare la Commissione Ue (sacrificando Weidmann alla Bce)

    Eppure la strada verso la presidenza Bce di Jens Weidmann, 50enne banchiere centrale “ortodosso” presidente della Bundesbank, è in salita. ... La candidatura del presidente della Bundesbank per la Bce viene da lontano, lanciata prematuramente da Wolfgang Schäuble quando la Francia iniziò a far circolare il governatore della Banque de France François Villeroy de Galhau. ...infine cadere: in Bundesbank gli acquisti sul secondario dei titoli di Stato di un Paese che chiede aiuto...

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Ristrutturazione automatica del debito? No, grazie

    E costituisce una risposta a proposte come quella avanzata dalla Bundesbank e, più in generale, alla filosofia rigorista di stampo tedesco secondo la quale il problema principale non è tanto ridurre i costi delle ristrutturazioni del debito quanto... Nel 2016, tuttavia, la Bundesbank con una propria proposta su questo terreno affermò due principi.

    – di Rossella Bocciarelli

    • News24

    Deutsche Bank vola in Borsa sulle voci di nuovi acquirenti

    Il settimanale economico WirtschaftsWoche, citando fonti del governo, ha riportato che la cancelliera Angela Merkel avrebbe già incontrato Axel Weber, l'ex capo della Bundesbank, ora presidente della banca svizzera UBS, per sondare le sue opinioni su Deutsche Bank.

    – di Mara Monti

    • News24

    Non solo migranti: che cosa ha deciso il vertice Ue sulla riforma dell'Eurozona

    La montagna ha partorito il topolino? La dichiarazione finale sui temi finanziari è una paginetta. Cosa è stato deciso al Summit su Unione bancaria e riforma del Meccanismo di stabilità (Mes) meglio noto come fondo salva-Stati?Il Summit ha deciso che sarà il Mes a dare il backstop, la garanzia di

    – dal corrispondente Isabella Bufacchi

    • News24

    Il Fondo salvastati "pronto a un ruolo maggiore", ma senza piani in corso

    Il Fondo salvastati ( Esm - European Stability Mechanism) è pronto ad assumere un ruolo maggiore per rafforzare l'Eurozona e a "contribuire a rendere l'Unione economica e monetaria più forte": lo ha sottolineato il managing director dello stesso Esm , Klaus Regling, alla presentazione del rapporto

    – di Stefano Carrer

    • News24

    Bce, perché il quantitative easing finirà a dicembre

    Le attese sono elevate. La Banca centrale europea, in questa riunione di giugno, dovrebbe annunciare cosa accadrà ai suoi acquisti di titoli dopo settembre 2018 e, molto probabilmente, ne annuncerà la fine per dicembre. Il calendario impone che la decisione venga annunciata adesso: la Bce ha sempre

    – di Riccardo Sorrentino

    • Econopoly

    Perché il professor Paolo Savona è inadatto a fare il ministro

    Finalmente il governo ha trovato la quadra, spostando Paolo Savona dall'Economia alle Politiche UE. L'insistenza con cui il professore ha preteso di essere nella compagine governativa lascia un po' perplessi, soprattutto perché l'attività ministeriale è veramente dura. Sono necessarie tante energie in sovrappiù. L'altro giorno un lettore pro-Savona ha fatto arrivare al "Corriere della Sera" una lettera di sostegno dove vi era anche il pensiero del prof, che definiva il proprio silenzio "sdegnos...

    – Beniamino Piccone

    • Econopoly

    Battere la crisi: tre rischi e due mosse per chi vuole vedere più in là dell'estate

    Scritto con Damiano Terziotti e Gianmario Cinelli -  A prima vista, la crisi dell'Italia è politica - prima che istituzionale ed economica. La decisione del presidente della Repubblica di opporsi alla nomina a Ministro dell'Economia di Paolo Savona prefigura un periodo di tensione che finirà per dividere il Paese in "Élite" e "Popolo", "Europeisti" e "Sovranisti". Inevitabilmente, noi tutti ci troveremo costretti ad attribuirci una di queste soffocanti etichette, pur avvertendo di non appartene...

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    • News24

    Grazie al Qe di Draghi all'Italia un super-dividendo da 3,3 miliardi

    Il Qe in corso dal marzo del 2015 e per il momento confermato fino a fine settembre non ha garantito solo il calo della spesa per gli interessi pagati sul debito pubblico, altri 5 miliardi quest'anno (si scende dal 3,8% del 2017 al 3,5 % del Pil) sempre che i mercati e le agenzie di rating non

    – di Davide Colombo

1-10 di 2083 risultati