Parole chiave

Brexit

La parola si riferisce al referendum indetto per chiamare il popolo britannico ad esprimersi sulla volontà di restare o meno nell'Unione europea (da "Britain", Gran Bretagna e "Exit", uscita). Il referendum, tenutosi il 23 giugno 2016, si è concluso con la vittoria del fronte favorevole all'uscita (52%). La messa in pratica della volontà dei cittadini britannici non sarà immediata, occorrono infatti circa 2 anni per negoziare il nuovo status come prevede l'articolo 50 del Trattato Ue. Theresa May con un emendamento alla Withdrawal Bill (o Repeal Bill), la legge quadro sul divorzio dall'Ue ha poi fissato la data dell’uscita per venerdì 29 marzo 2019, alle ore 23.

Ultimo aggiornamento 10 novembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Normativa europea | Gran Bretagna | Fronte favorevole | Unione Europea |

Ultime notizie su Brexit
    • Econopoly

    Una settimana di Econopoly (mentre Brexit fa rotta sugli scogli del no deal)

    Ed ecco gli altri post più letti di questa settimana, che ci ha lasciato in eredità una trattativa sulla Brexit sempre diretta verso gli scogli del no deal (l'attenzione al tema è segnalata dalla terza piazza del post sui trent'anni dal celebre discorso di Margaret Thatcher a Bruges) e un ritorno di fiamma della propensione al rischio sui mercati, persuasi che la escalation nella guerra dei dazi non sarà poi così repentina.

    – Alberto Annicchiarico

    • News24

    Dai lavoratori ai trasporti, corsa contro il tempo per un nuovo accordo quadro Ue-Svizzera

    «Negoziate con me, concludete con me, perché tra un anno non ci sarò più», ha aggiunto Juncker, che ha indicato di volere una nuova intesa d’insieme con Berna ma di non volere che questa intesa si accavalli con Brexit. ... La Ue dovrà badare nella prossima fase alla Brexit ed alle elezioni europee che si avvicinano.

    – di Lino Terlizzi

    • News24

    Corsa mondiale al taglio delle tasse sulle imprese

    E, in attesa che si sciolgano tutti i nodi legati alla vicenda Brexit, anche il Regno Unito ha avviato una drastica cura dimagrante della sua corporate tax.

    – di Giovanni Parente, Valerio Vallefuoco

    • News24

    May sfida l’Ue, ma su Brexit la partita più difficile è in Parlamento

    La Brexit, per Londra, dovrà poi marciare verso il suo naturale compimento con la separazione del Regno Unito dall’Ue in ossequio alla volontà popolare espressa nel referendum del 23 giugno 2016. ... Credere che la partita della Brexit possa davvero concludersi con la monca, ancorché futuribile intesa fra Regno Unito e Unione europea, è un’illusione. ... Più che in quelle del Tory party, il destino dell’esecutivo e della Brexit è, però, nelle mani del Labour.

    – di Leonardo Maisano

    • Econopoly

    Turismo, perché tra Italia e Spagna non c'è partita

    La Spagna, pur consapevole del suo primato nelle classifiche, evidenzia criticità come l'effetto Brexit (il Regno Unito rappresenta il 22% dei flussi) e la particolare contingenza favorevole degli ultimi anni dovuta ai problemi registrati da destinazioni concorrenti che hanno risentito degli attentati terroristici.

    – Econopoly

    • News24

    Mini si prepara alla Brexit

    La decisione di Mini è volta a ridurre al minimo il rischio di eventuali interruzioni delle forniture di materie prime e componenti, nel caso in cui non vi sia alcun accordo sulla Brexit. ... Le case automobilistiche temono che la Brexit possa imporre controlli doganali su parti e modelli finiti, apportando pesanti ritardi al processo di produzione del settore, con costi aggiuntivi che mettono a rischio la redditività. ...che avranno la Brexit e la sempre più restrittiva politica sul diesel.

    • News24

    Brexit: si allarga il fronte per un secondo referendum

    Un secondo referendum su Brexit non s’ha da fare, ha detto categorica la premier britannica Theresa May, ma i leader degli altri 27 Paesi dell’Unione Europea non sono d’accordo. ... GUARDA IL VIDEO / Brexit: sondaggio, per 79% dei britannici May negozia male ... Il premier della Repubblica Ceca, Andrej Babis, ha espresso la stessa opinione, dichiarando oggi che un secondo referendum «potrebbe risolvere il problema» di Brexit perché i cittadini britannici «potrebbero cambiare idea».

    – di Nicol Degli Innocenti

1-10 di 4889 risultati