Parole chiave

Bers

La Bers, Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, nacque all'indomani della caduta del Muro di Berlino per accompagnare la transizione dei Paesi nell'Europa orientale e nell'Asia Centrale. Venne costituita nel 1991, con sede a Londra, soprattutto su impulso dell'allora presidente francese François Mitterrand. Di recente la sua area di intervento si è estesa ad alcuni Paesi della sponda sud del Mediterraneo e alla Turchia.

Ultimo aggiornamento 03 maggio 2016

Ultime notizie su Bers
    • News24

    Ex centrali atomiche smantellamento più caro

    In un mondo che per decenni ha gestito le scorie semplicemente dimenticandole, la Sogin sta gestendo con la Bers i terrificanti relitti della flotta nucleare sovietica nella baia di Andreeva oppure la centrale slovacca di Bohunice.

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Per le Pmi italiane fari puntati sui Balcani

    Più operativo sarà invece il Business Forum, che sarà curato dall'Ice e da Confindustria - sotto l'egida di Mae e Mise - e al quale parteciperanno i rappresentanti dei principali organismi finanziari internazionali e regionali: come la Bei, la Bers... Negli ultimi dieci anni, per esempio, la Bei ha finanziato progetti per 28 miliardi di euro, mentre la Bers ha stanziato fondi per un totale di 2 miliardi.

    – di Micaela Cappellini

    • News24

    Al via il risanamento della "Chernobyl del mare"

    Con la nave italorussa Rossita (dove Ross sta per Rossija e Ita per Italia) e con il programma di risanamento della Banca europea di ricostruzione e sviluppo (Bers, oppure in sigla inglese Ebrd) è cominciata l'opera di risanamento di una delle... Il programma della Bers ... Ogni Paese partecipa al programma con un suo contributo economico, ma l'Italia invece di concorrere con soldi ha partecipato al piano della Bers mettendo in gioco una nave, la Rossita, che è costata 70 milioni.

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    L'ultimo viaggio del combustibile spento dei sottomarini nucleari russi

    La baia Andreeva, nel nord della Russia, vive oggi quello che la Bers - la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo - ha definito un momento storico, che corona il lavoro di due decenni di impegno nella gestione di quanto lasciato in... La base, spiega la Bers, venne chiusa nel 1992, e pone seri rischi per l'ambiente. Nel 2002 l'iniziativa internazionale venne affidata alla Bers che costituì il Fondo di sostegno Ndep (Northern Dimension Environmental Partnership), per coordinare...

    • News24

    La Chiesa ortodossa cipriota vuole una banca per dribblare il bail-in

    Solo nel 2013 Cipro era stato il quarto paese dell'Eurozona a dover chiedere aiuto alla troika (Ue, Bce e Fmi) per evitare la bancarotta, dopo Grecia, Irlanda e Portogallo. Una esperienza che portò al controllo dei capitali e alla prima introduzione del cosiddetto bail in (cioè il salvataggio

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    L'economia russa prova a ripartire

    La fine della recessione è arrivata a sorpresa, e senza trionfalismi. Dopo sette trimestri consecutivi di contrazioni, a fine 2016 l'economia russa è tornata a crescere (+0,3%).

    – di Antonella Scott

    • News24

    Russia, all'uscita dalla crisi il rischio è la stagnazione

    La fine della recessione è arrivata un po' a sorpresa, e senza trionfalismi. Dopo sette trimestri consecutivi di contrazioni, a fine 2016 l'economia russa è tornata a crescere (+0,3%). Per il primo trimestre di quest'anno la Banca centrale ipotizza un dato tra +0,4 e +0,7%, in modo da poter

    – di Antonella Scott

    • News24

    Atene chiede 3 miliardi alla Banca Mondiale per 100mila posti di lavoro

    La Grecia del premier Alexis Tsipras ha chiesto alla Banca mondiale - l'ente gemello del Fondo monetario internazionale, che in questo momento non partecipa al terzo piano di aiuti - un prestito da tre miliardi di euro per finanziare un piano speciale di rilancio dell'occupazione. Lo riporta in

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Infrastrutture chiave di volta per la crescita dell'Europa

    Nel 2016 si è parlato spesso di fine della crisi ma anche del rischio di una stagnazione secolare, di grandi progressi scientifici e tecnologici ma anche della crescente divaricazione tra Nord e Sud, del benessere in molti Paesi sviluppati ma anche dei movimenti migratori di grandi dimensioni verso

    – di Alberto Quadrio Curzio

    • News24

    Nazionalizzata in Ucraina la prima banca del Paese

    La decisione, senza precedenti, è stata accompagnata da un appello alla calma del presidente Petro Poroshenko, e dalle assicurazioni delle istituzioni finanziarie internazionali: PrivatBank, la più grande banca commerciale ucraina con un buco di 5,6 miliardi di dollari nei conti, verrà interamente

    – Antonella Scott

1-10 di 196 risultati