Parole chiave

Beps

Beps (Base erosion and profit shifting) è il piano d’azione dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico per contrastare l’evasione fiscale internazionale e lo spostamento dei profitti verso Paesi a bassa fiscalità attraverso pianificazioni fiscali aggressive elaborato in ambito Ocse. Nel giugno scorso è stata firmata, da 68 Stati tra cui l’Italia, la prima «Convenzione multilaterale» per contrastare i comportamenti scorretti

Ultimo aggiornamento 10 luglio 2017

Ultime notizie su Beps
    • News24

    Web tax europea, un modello che punta alla ritenuta sui ricavi

    Del resto l'Ocse stesso fino ad oggi si è limitato ad elaborare (action plan 1 del progetto Beps) alcune possibili modelli di tassazione dei giganti del web, lasciando la possibilità a ogni singolo Paese di implementare regole specifiche di contrasto alla mancata tassazione dei profitti del web, scegliendole nell'ambito delle linee guida individuate ovvero diversamente elaborate sempre che non in contrasto con i Trattati internazionali e il diritto euro-unitario.

    – di Eugenio Della Valle

    • News24

    L'Ocse aggiorna le linee guida Beps

    La struttura dell'Ocse sul Beps (Base erosion and profit shifting) ha pubblicato oggi due aggiornamenti delle linee guida sull'attuazione e sul funzionamento del reporting paese per paese (azione 13). ... Il Beps Action 13 (dedicato alla documentazione sui prezzi di trasferimento e al reporting paese per paese) fornisce alle imprese multinazionali un modello per comunicare ogni anno e per ogni giurisdizione fiscale in cui operano una serie di informazioni.

    – di Marco Libelli

    • News24

    Web tax, Ue e Ocse preparano l'offensiva ai giganti della rete

    I rappresentanti dell'Ocse hanno spiegato che l'azione sulla digital economy non ha raggiunto il consenso degli stati in materia Iva (proprio dove sta agendo l'Australia), ma l'attuazione dei Beps (il programma Base erosion profit shifting) sta contrastando la pianificazione fiscale aggressiva delle grandi multinazionali.

    – di Alessandro Galimberti e Valerio Vallefuoco

    • News24

    Criteri Ocse alle stabili organizzazioni

    La Convenzione Multilaterale Beps (Base Erosion and Profit Shifting) di Parigi del 24 novembre 2016, già esaminata per quanto concerne le misure antiabuso (si veda «Il Sole 24 Ore» del 10 luglio scorso) merita ulteriore attenzione per le novità... La Multilaterale Beps va a incidere potenzialmente, com'è noto, su gran parte delle Convenzioni concluse dall'Italia (cosiddetti «Accordi fiscali coperti» ricordati il 10 luglio). ... L'articolo 13 della Multilaterale Beps riguarda le «eccezioni...

    – di Francesco Avella

    • News24

    Gurria: dalle azioni Ocse emersi 500mila soggetti con attività offshore

    L'attuazione continua anche sulle misure volte a ridurre l'evasione fiscale delle multinazionali nell'ambito del progetto Beps (Base erosion and shifting profit): 101 Paesi stanno collaborando paritariamente per fissare gli standard e controllarne... L'Ocse ha istituito un processo di revisione reciproca per valutare l'attuazione delle norme minime Beps e continuare il lavoro sulle questioni in sospeso, tra cui il transfer price. Il quadro d'inclusione Beps ha ora 100 paesi membri, e 77...

    – di Marco Libelli

    • News24

    Convenzione al via per 68 paesi

    «Oggi scriviamo la storia dei trattati fiscali, con la firma di 68 giurisdizioni sul primo accordo multilaterale di sempre». La dichiarazione di Angel Gurría, segretario generale dell'Ocse, ha aperto ieri sera la cerimonia di sottoscrizione della Convenzione multilaterale fiscale per la prevenzione

    – di Alessandro Galimberti

    • News24

    Antielusione, svolta dell'Ocse ma senza gli Usa

    «Una pietra miliare nell'agenda della tassazione internazionale». Così l'Ocse definisce la firma, prevista per questa sera a Parigi, della Convenzione multilaterale sulle misure per prevenire l'elusione e lo spostamento dei profitti in giurisdizioni più favorevoli.

    – di Alessandro Galimberti

    • News24

    La bit tax, contropiede vincente del Fisco

    Molti si chiedono perché sia importante trovare una soluzione al problema della tassazione dell'economia digitale. La risposta è abbastanza semplice, come suggeriscono le vicende degli accertamenti fiscali sulle multinazionali del web.

    – Franco Gallo

    • News24

    Fisco, nuova policy anti-elusione: più trasparenza e regole certe

    Con la chiusura del caso Google si è compiuto un altro passo sulla via della costruzione di un argine al fenomeno dell'erosione degli imponibili da parte delle grandi multinazionali, in particolare quelle del web. Una prima considerazione riguarda il valore effettivo della transazione siglata dal

    – di Angelo Cremonese

    • News24

    Il nuovo patent box perde «fascino» per il made in Italy

    Basta dire «made in Italy» e l'immediata associazione è ai marchi che ne hanno fatto un concetto da esportare in tutto il mondo. Ora, però, proprio sui marchi il nostro Paese è costretto a fare un passo indietro. Il patent box, la detassazione sui beni immateriali prevista dalla Finanziaria 2015,

    – di Michela Finizio e Giovanni Parente

1-10 di 96 risultati