Parole chiave

Bail-in

Letteralmente significa «salvataggio interno» delle banche in crisi. È nato per evitare in Europa il «bail-out», cioè il salvataggio esterno da parte degli Stati. Il bail-in è dunque un meccanismo di risoluzione delle crisi bancarie che prevede il coinvolgimento diretto di azionisti, obbligazionisti ed eventualmente depositanti oltre i 100mila euro.

Ultimo aggiornamento 31 maggio 2018

Ultime notizie su Bail-in

    Il fardello di un'unione solo a metà

    Il fallimento di Lehman Brothers è stato lo shock più drammatico della storia finanziaria americana, forse anche di più del crollo di Wall Street dell'ottobre 1929.

    – di Marco Onado

    Ocse, allarme per il sistema finanziario, alto rischio in vista

    Il sistema finanziario si avvia verso tempi ad alto rischio. E' l'allarmante conclusione cui giunge un rapporto dell'Ocse, tirando le somme tra le ricadute della normalizzazione delle politiche monetarie delle banche centrali che potrebbe innescare un periodo di volatilità, i persistenti fattori di

    – di Giuliana Licini

    Unione bancaria, Fondo salva-Stati: guida pratica all'agenda economica del summit Ue

    1) Quali interventi in discussione al Summit servono per rafforzare l'integrazione nell'Eurozona e rendere l'euro, l'euro area e i Paesi membri più resilienti alle crisi?Unione bancaria e riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes): il primo serve a prevenire e gestire situazioni di dissesto

    – di Isabella Bufacchi

    Angeloni (Bce): «Banche italiane oggi più solide, ma l'Europa sia più unita»

    FRANCOFORTE - Il sistema bancario europeo è oggi più solido. Le banche sono più capitalizzate, l'erogazione dei prestiti è aumentata, i crediti deteriorati sono stati ridotti enormemente soprattutto dalle banche italiane. Rimangono criticità specifiche, che vanno affrontate con decisione. La

    – dalla corrispondente Isabella Bufacchi

    Banche, se la Vigilanza europea vira sui rischi di mercato

    Gli stress test sui bilanci 2017 delle banche europee in corso di esecuzione da parte di Eba e Bce - con due step di confronto con i vigilati a metà giugno e metà luglio e poi col giudizio finale di fine ottobre - potrebbero consentire agli investitori di fare un po' di chiarezza in più sugli asset

    – di Alessandro Graziani

    Leggi e regolamenti parlano sempre più inglese

    Hotspot, voluntary disclosure, smart working. Ancora: bail-in, stepchild adoption, whistleblower. E, poi, home restaurant, caregiver, in house providing. Anno dopo anno, comma dopo comma, la resistenza delle nostre leggi all'invasione di termini stranieri (i cosiddetti «forestierismi») sta

    – di Giuseppe Latour

    La «ri-evoluzione» dell'industria bancaria

    Dal porto sicuro del controllo pubblico e dei tassi bassi alle frontiere più esposte del mercato e della tecnologia. L'industria del credito negli ultimi cinquant'anni è stata sottoposta a uno choc competitivo che ha pochi eguali. In tutto il mondo ma soprattutto in Italia, dove ancora a metà anni

    – di Marco Ferrando

    Europa e Stati Uniti più lontani sulle regole per le banche

    Sulle regole per banche e mercati finanziari il mondo occidentale va a due velocità. Se l'Europa dopo il 2008 ha deciso di stringere in maniera decisa la chiave delle normative bancarie per ridurre al minimo i nuovi focolai di crisi, gli Stati Uniti sembrano avere già dimenticato la lezione dei

    – di Riccardo Barlaam e Luca Davi

1-10 di 1276 risultati