Parole chiave

Autotutela

È la richiesta che il contribuente può presentare all’amministrazione finanziaria affinché venga riesaminato un atto che ritiene sia da correggere o annullare. In particolare, si può chiedere di riesaminare e procedere all'annullamento parziale o totale di comunicazione di irregolarità, cartella di pagamento, rigetto di istanza di rimborso, avviso di liquidazione, di rettifica o di accertamento, contestazione di sanzioni. In caso di atti impugnabili, non sospende i termini per la proposizione del ricorso alla Commissione Tributaria.

Ultimo aggiornamento 20 dicembre 2016

Ultime notizie su Autotutela
    • News24

    Meno formalismi nella nuova stagione del diritto tributario

    Nell'esaminare la giurisprudenza costituzionale ultima emergono luci ed ombre: le une illuminano la Corte come giudice delle regole; le altre ne confondono la funzione e ne offuscano il ruolo cruciale nel nostro ordinamento il quale è privo di una logica normativa complessiva.Nel contempo matura la

    – di Enrico De Mita

    • News24

    Quei Garanti ancora dimenticati

    Ai Garanti dei contribuenti presenti in ogni Regione sono arrivate nel 2016 poco meno di 7mila istanze; una media di 350 a garante, con punte di oltre 1.400 in Puglia e, al contrario, appena 200 in Veneto e in Emilia Romagna. Numeri in significativo aumento, visto che nel 2015 le pratiche esaminate

    – Antonello Cherchi

    • News24

    Decide la Consulta sull'opposizione al pignoramento

    Deve essere sottoposta al sindacato di legittimità costituzionale la norma di cui all'articolo 57 del Dpr 602/73, che limita l'opposizione all'esecuzione avente ad oggetto la riscossione dei tributi al solo fine di opporre l'impignorabilità dei beni per contrasto con gli articoli 3, 24, 111 e 113

    – di Enrico De Mita

    • News24

    Il Consiglio di Stato contro i freni agli investimenti

    Tar e Consiglio di Stato frenano lo sviluppo e contribuiscono alla paralisi di settori come gli appalti? La polemica torna con la legge di bilancio. La lanciò Romano Prodi nel 2013 dicendo che con l'abolizione di Tar e CdS il Pil sarebbe cresciuto del 5%. Il ministro delle Infrastrutture, Graziano

    – Giorgio Santilli

    • Agora

    Imperia, un piccolo gambero di fiume ferma la costruzione della centrale elettrica

    Davide ha le chele e Golia, seppur mini, è comunque abbastanza grande: è una centrale elettrica. Ma il piccolo gambero di fiume è riuscito a fermarla. La Provincia di Imperia ha infatti annullato il provvedimento che autorizzava la realizzazione di una mini centrale elettrica sul rio Carne, nel Comune di Pigna (Im), in alta val Nervia, entroterra di Ventimiglia, richiesta nel 2013 dalla società Remna srl di Milano. Lo annuncia Roberto Trutalli, portavoce del Comitato contro la realizzazione dell...

    – Guido Minciotti

    • News24

    Immobili, il Fisco smentisce la perizia

    Gli avvisi che rideterminano il valore di compravendita di un immobile - accertando ai fini dell'imposta di registro un importo più alto di quello dichiarato nell'atto - non sono certo una novità. C'è però un trend recente, rilevato in diversi atti delle Entrate, in base al quale la determinazione

    – di Rosanna Acierno

    • News24

    Ape e precoci, respinte due domande su tre

    Quasi il 65% di domande respinte per l'Ape sociale, il 70% di bocciature per la pensione anticipata riservata ai lavoratori precoci. I dati ufficiali forniti ieri dal direttore generale dell'Inps, Gabriella Di Michele, in occasione di un'audizione presso la commissione Lavoro della Camera,

    – di Matteo Prioschi

    • News24

    Cinque anni per chiedere il rimborso della Tari gonfiata

    Dopo la risposta del Mef tocca ai comuni decidere cosa fare sulla quota variabile della Tari. Se i comuni dovessero decidere di aderire all'interpretazione delle Finanze (si veda il Sole 24 Ore di ieri), la strada obbligata sarebbe quella dell'autotutela. Occorrerebbe pertanto correggere d'ufficio

    – di Luigi Lovecchio

    • News24

    Ape, il ministero allarga le maglie

    Il ministero del Lavoro ha chiesto all'Inps di applicare in maniera più estensiva le norme per la riduzione del requisito contributivo per il ritiro anticipato dei lavoratori precoci e per l'accesso all'Ape sociale, ovvero l'indennità di ultima istanza riconosciuta ai lavoratori 63enni senza più

    – di Davide Colombo

1-10 di 496 risultati