Parole chiave

Attività segretate

Sono le attività scudate che si trovano ancora in regime di riservatezza, vale a dire "sanate" senza segnalazione del nominativo all'agenzia delle Entrate. L'imposta di bollo prevista dal decreto salva-Italia si applica nel 2012 per le attività ancora segretate alla data del 6 dicembre scorso (giorno di entrata in vigore del Dl 201/2011). Il provvedimento emesso dall'agenzia delle Entrate il 14 febbraio scorso ha precisato che l'imposta si applica alle sole attività finanziarie oggetto delle operazioni di emersione attraverso la procedura del rimpatrio, sia fisico che giuridico, e appunto detenute in regime di segretezza. Di conseguenza, sono escluse dall'imposta di bollo speciale e dal prelievo straordinario le attività oggetto di regolarizzazione per le quali non è previsto nessun regime di riservatezza.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016