Parole chiave

Anticipazioni liquidità

L'anticipazione è uno strumento fondamentale nell'architettura del decreto sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione: per gli enti locali che non hanno sufficiente liquidità in cassa, la norma ha previsto che la Cassa depositi e prestiti sia il veicolo unico attraverso cui il Tesoro anticipa le somme.La misura è stata anche oggetto di importanti modifiche nel passaggio al Senato. Per rimborsare i sindaci che si sono visti computare nel gettito dell'Imu 2012 anche gli immobili di proprietà comunale, è stato deciso di stornare 400 milioni di euro (200 nel 2013 e altrettante nel 2014) dalle risorse per le anticipazioni di liquidità da concedere agli enti locali. Ciò significa che i due terzi dei 600 milioni (330 milioni quest'anno e 270 il prossimo) attribuiti ai primi cittadini per neutralizzare gli effetti sui bilanci dell'Imu autopagata sui propri beni arriveranno dai fondi per i prestiti gestiti dalla cassa depositi e prestiti (Cdp). I restanti 200 milioni arriveranno dai fondi per gli enti dissestati

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Anticipazioni liquidità
    • News24

    Fondi pensione, le occasioni mancate a 10 anni dalla riforma del Tfr

    Il check sullo stato di salute del settore della previdenza complementare che anche quest'anno propone la Covip, ci consegna una situazione abbastanza simile a quella degli anni precedenti, con qualche elemento di moderata novità. E ciò non può valutarsi positivamente visto che a venti anni dalla

    – di Stefano Patriarca

    • News24

    Liquidazioni Iva, effetto anticipo

    Sono disponibili sul sito internet dell'agenzia delle Entrate la bozza del modello e delle istruzioni per la comunicazione dei dati relativi alle liquidazioni periodiche Iva, il cui primo invio è previsto entro il 31 maggio 2017.

    – di Alessandra Caputo e Gian Paolo Tosoni

    • News24

    Le aziende agricole riducono gli investimenti

    Tutti i numeri certificano una stagione frizzante per l'agricoltura italiana. Tutti meno uno: il credito e quindi gli investimenti. Da settembre del 2015 è iniziato infatti, dopo anni di crescita anche a due cifre, il lento declino e, secondo i dati del bollettino di Bankitalia, nell'ultimo

    – di Annamaria Capparelli

    • News24

    Banche deboli dopo Dbrs, poco variato il BTp

    Piazza Affari e i BTp reggono l'urto del declassamento subito, da parte dell'agenzia canadese Dbrs, dal debito del nostro Paese. Alla riapertura dei mercati,l'effetto della perdita dell'ultima «A» si è visto, questo è innegabile, ma è stato anche piuttosto limitato come nelle attese, soprattutto

    – Maximilian Cellino

    • News24

    Mef: fabbisogno 2016 a quota 47 mld (-11 sul 2015)

    Grazie alle entrate «stabili» del Fisco fabbisogno statale in calo nel 2016: ben 11 miliardi di euro in meno rispetto al 2015. Il dato provvisorio registrato dal ministero del Tesoro, spiega una nota di via XX settembre, si attesta sui 47,7 miliardi di euro e rispecchia i risultati positivi delle

    • News24

    Mps, ultime ore per il piano «privato»

    Mps è al bivio: o la banca tenterà in extremis la strada della conversione volontaria dei bond subordinati in mano al retail, posto che la Consob non lo impedisca. Oppure, in uno scenario che sembra oramai sempre più probabile, dovrà prenderà atto dell'impossibilità di proseguire sul percorso di

    – di Luca Davi e Gianni Trovati

    • News24

    Mps, ultime ore per il piano «privato»

    Mps è al bivio: o la banca tenterà in extremis la strada della conversione volontaria dei bond subordinati in mano al retail, posto che la Consob non lo impedisca. Oppure, in uno scenario che sembra oramai sempre più probabile, dovrà prenderà atto dell'impossibilità di proseguire sul percorso di

    – Luca Davi

    • News24

    Quando Einaudi disarmò i populisti

    Nel gennaio 1945 Luigi Einaudi (di cui ricorre, il 30 ottobre, il 55esimo anniversario della scomparsa) aveva rinunciato all'ambasciata di Washington, offertagli dal governo Bonomi, e preferito l'incarico di governatore della Banca d'Italia, ben sapendo che essa costituiva da sempre la cabina di

    – di Valerio Castronovo

    • News24

    Se la Fed è credibile solo quando è «prevedibile»

    Parlare e ancora parlare. Nell'età dei tassi-zero, e dell'eccesso di liquidità, la comunicazione recita un ruolo chiave. Anche per le Banche centrali. Tra queste Federal reserve statunitense. La situazione, si sa, non stupisce. Tuttavia, come in tutti i processi comunicativi, una domanda sorge

    – di Vittorio Carlini

    • News24

    L'allarme si accende anche in Comune

    A Napoli una prima pulizia dei bilanci, nemmeno troppo raffinata secondo la Corte dei conti, era stata fatta nel 2011, e aveva aperto un buco da 850 milioni. Il problema è stato gestito facendo della città il primo capoluogo di regione a salire sul treno del «predissesto», il meccanismo inventato

1-10 di 252 risultati