Parole chiave

Anagrafe dei rapporti

L'anagrafe dei rapporti istituito presso l'Anagrafe tributaria, è alimentata dalle comunicazioni periodiche degli intermediari finanziari. Tutti gli intermediari sono obbligati a comunicare l'esistenza dei rapporti intestati, cointestati o su cui i contribuenti hanno facoltà di disporre nonché le operazioni extra-conto. Dall'1 gennaio 2012, gli operatori finanziari sono tenuti a comunicare periodicamente anche tutte le movimentazioni relative ai rapporti finanziari intrattenuti con i contribuenti. I dati e gli elementi contenuti nell'Anagrafe permettono all'agenzia delle Entrate di elaborare specifiche liste selettive di contribuenti da sottoporre a controllo, prima dell'avvio di attività di verifica

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Anagrafe dei rapporti
    • News24

    Corte conti: le Entrate usano poco i dati antievasione

    L'Anagrafe dei rapporti finanziari, costata ad oggi circa 10 milioni di euro, non viene usata abbastanza dall'agenzia delle Entrate nella lotta all'evasione fiscale. ... Dall'indagine, spiegano i magistrati contabili, sono emersi anzitutto «gravi ritardi nella realizzazione dell'Anagrafe dei rapporti finanziari, prevista sin dal 1991 ma, in concreto, divenuta effettivamente operativa ed accessibile da tutti i soggetti legittimati solo nel 2009.

    – di Marco Libelli

    • News24

    Equitalia, prima l'addio e poi test a fine mese sulla rottamazione

    Il caso di cui si è più discusso negli ultimi giorni riguarda l'Anagrafe dei rapporti bancari: la consultazione delle informazioni contenute (come ad esempio quelle sulla consistenza effettiva, la giacenza media del rapporto finanziario ma anche i codici identificativi della tipologia di operazioni che hanno movimentato il conto corrente) dovrebbe consentire di mirare i pignoramenti su conto corrente nella prospettiva di migliorarne il tasso di efficacia.

    – di G.Par.

    • News24

    Come cambierà la riscossione: incrocio dei dati a supporto dei pignoramenti sui conti

    Più poteri sarà sinonimo di maggiore invasività nei contribuenti o di una maggiore capacità di selezione per "non sparare nel mucchio"? Le chiavi di lettura delle ultime ore sembrano molto distanti. Le opposizioni, in particolare il Movimento 5 Stelle, torna a ribadire che l'addio a Equitalia è

    – di M. Mobili e G. Parente

    • News24

    Equitalia cerca la svolta: più banche dati e azioni mirate

    Ricordate il gioco di enigmistica "unisci i puntini"? Bene, è un po' il modo per tracciare quello che potrebbe essere la riscossione da qui a poco. Appena chiusa la prima fase della rottamazione delle cartelle, già si delineano nuove sfide per Equitalia che, considerazione non da poco, dal 1°

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    • News24

    Il difficile addio agli studi di settore

    Il superamento degli studi di settore e la loro sostituzione con nuovi indici di affidabilità fiscale è un'operazione articolata i cui effetti dipenderanno dalla tempistica e i criteri adottati per il superamento degli studi, dal tipo di dati che verrà utilizzato per costruire i nuovi indicatori e

    – di Alessandro Santoro

    • News24

    Tra nuove aliquote e vecchi difetti

    L'annuncio dell'aumento di aliquota per la tassazione delle rendite finanziarie si presta a una serie di considerazioni, che vanno anche oltre il semplice

    – di Marco Piazza

    • News24

    Indagini finanziarie, resta lo scudo

    La verifica non obbliga l'intermediario a fornire dettagli sulle operazioni effettuate - IL CHIARIMENTO - Se il contribuente non fornisce la provvista per l'imposta, la riservatezza viene meno dall'inizio dell'anno di riferimento

    – di Alessandro Mastromatteo e Benedetto Santacroce

    • News24

    Con il Sole 24 Ore il Dizionario del Risparmio

    In regalo con Il Sole 24 Ore il Dizionario del RisparmioCon Il Sole 24 Ore è in edicola il Dizionario del Risparmio, il quarto di una rassegna di parole chiave

1-10 di 66 risultati