Parole chiave

Amnistia

L’amnistia è una delle cause di estinzione del reato e consiste nella rinuncia, da parte dello Stato, a perseguire determinati reati. Si tratta di un provvedimento generale di clemenza, ispirato, almeno originariamente, a ragioni di opportunità politica e pacificazione sociale. A differenza dell’indulto, l’amnistia estingue il reato, che quindi è come non fosse stato commesso. L’indulto, invece, estingue solo la pena

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Amnistia
    • News24

    Ex terrorista Cesare Battisti arrestato mentre cercava di fuggire in Bolivia

    Nel 1997 è uno degli "esuli" dei movimenti politici dell'estrema sinistra italiana rifugiati in Francia, riuniti nell'associazione "XXI secolo", che chiedono all'allora presidente Oscar Luigi Scalfaro una soluzione politica «di indulto o di amnistia» dei reati loro addebitati.

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    I corrotti come i mafiosi, al via confisca dei beni

    E' ampliato l'ambito di applicazione di sequestro e confisca per equivalente, mentre la confisca allargata diventa obbligatoria anche per alcuni ecoreati e per l'autoriciclaggio e trova applicazione anche in caso di amnistia, prescrizione o morte di chi l'ha subita.

    – di Giovanni Negri

    • News24

    «Desaparecidos», sparite anche le idee

    Dopo la fine della dittatura, sotto la minaccia dell'esercito il parlamento approvò una serie di colpi di spugna che garantirono a quasi tutti i colpevoli la completa immunità e che ebbero il loro culmine nell'amnistia voluta dal presidente Carlos Menem nel 1990, e revocata solo al principio del nuovo secolo, negli anni della presidenza Kirchner (con il risultato che centinaia dei principali responsabili sono oggi condannati a pesanti pene detentive).

    – di Gabriele Pedullà

    • News24

    «Desaparecidos», sparite anche le idee

    Dopo la fine della dittatura, sotto la minaccia dell'esercito il parlamento approvò una serie di colpi di spugna che garantirono a quasi tutti i colpevoli la completa immunità e che ebbero il loro culmine nell'amnistia voluta dal presidente Carlos Menem nel 1990, e revocata solo al principio del nuovo secolo, negli anni della presidenza Kirchner (con il risultato che centinaia dei principali responsabili sono oggi condannati a pesanti pene detentive).

    – Gabriele Pedullà

    • News24

    Saif Gheddafi libero: quale ruolo può giocare nel caos Libia

    C'è chi lo vuole morto, subito. Chi invece sogna di vederlo alla guida della Libia, per riunire le tribù ancora fedeli al regime. Chi pretende sia consegnato all'Aja affinchè sia sottoposto ad un processo equo. Chi preferisce che stia nascosto, per carpire i tanti segreti di cui è a conoscenza,

    – di Roberto Bongiorni

    • News24

    Matteo Messina Denaro al riparo di una superloggia deviata

    "Sua latitanza" da Castelvetrano Matteo Messina Denaro, in chissà quale eremo, il 26 aprile ha compiuto 55 anni, gran parte dei quali trascorsi nella clandestinità mafiosa. Correva l'estate 1993 quando, dopo una dorata vacanza a Forte dei Marmi (Lucca), diventò uccel di bosco per lo Stato, che

    – di Roberto Galullo

    • News24

    La Rivoluzione partì dalle russe

    «L'appello diretto a scendere in piazza era venuto da un certo Linde che scrisse così il suo nome nella storia della rivoluzione. Scienziato, matematico, filosofo, Linde era al di fuori dei partiti, era un convintissimo fautore della rivoluzione e desiderava ardentemente che la rivoluzione stessa

    – di Emilio Gentile

    • News24

    La Rivoluzione partì dalle russe

    «L'appello diretto a scendere in piazza era venuto da un certo Linde che scrisse così il suo nome nella storia della rivoluzione. Scienziato, matematico, filosofo, Linde era al di fuori dei partiti, era un convintissimo fautore della rivoluzione e desiderava ardentemente che la rivoluzione stessa

    – Emilio Gentile

    • News24

    Romania, la Ue attacca la legge salva-corrotti

    Il governo della Romania, uno dei Paesi con il più alto livello di corruzione in Europa, ha deciso di ammorbidire le leggi contro gli amministratori corrotti. Decine di migliaia di cittadini sono scesi in piazza a Bucarest e nelle altre città romene per protestare contro le misure volute dai

    – di Luca Veronese

1-10 di 472 risultati