Parole chiave

Al-Qaida

La base: è il significato della parola araba qaidah. Base, fondamenta, anche "base militare". La base, accostata all'articolo definito arabo "al", "il, la" in italiano. Spiegazione fornita dallo stesso Osama bin Laden alla tv al-Jazeera, in un'intervista dell'ottobre 2001: «La parola è nata tempo fa per puro caso - disse - per definire un campo di addestramento di combattenti mujaheddin, lo chiamavamo al-Qaida. E il termine è rimasto». A definire un gruppo militante islamico fondato tra il 1988 e il 1989: una rete con un esercito multinazionale e un movimento sunnita radicale che persegue la jihad, la guerra santa globale

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Al-Qaida
    • News24

    Al Qaida sopravvive alla guerra al terrorismo

    La guerra al terrorismo è efficace? Sedici anni dopo l'11 settembre Al Qaida, che mise il marchio sugli attentati alle Torri Gemelle di New York e al Pentagono, controlla il maggiore santuario del jihadismo da quando perse la sua base in Afghanistan, allora sotto la protezione dei talebani del

    – di Alberto Negri

    • News24

    Iraq, rinascita o decostruzione di una nazione tormentata

    Ci sono troppi Iraq per farne uno e le celebrazioni delle vittorie sono ingannevoli. Anche per la liberazione di Mosul il 9 luglio, dopo 9 mesi di assedio all'Isis, ci sono stati adeguati festeggiamenti ufficiali. Così come gli americani celebrarono il 9 aprile 2003 l'abbattimento delle statua di

    – di Alberto Negri

    • News24

    La guerra al terrorismo riparte là dove era iniziata

    Nel 2001, sotto i bombardamenti Usa, Bin Laden e i leader di Al-Qaida sfuggirono alla cattura grazie agli uomini del network Haqqani. ... La dottrina americana si basa su due pilastri: il primo è l'uso dei raid aerei e della guerra dei droni al posto delle truppe per contrastare i talebani in Afghanistan e nel Levante arabo Al-Qaida e il Califfato; il secondo è armare e addestrare le forze locali per combattere sul terreno.

    – di Alberto Negri

    • News24

    E Beirut lancia la sua guerra allo Stato Islamico

    L'operazione è stata preceduta da un'offensiva militare compiuta proprio dagli Hezbollah che ha costretto i miliziani affiliati ad Al-Qaida ad abbandonare la città di Arsal. ... Ma non c'è ancora la carneficina che forse tutti si aspettavano perché in seguito a un accordo con gli Hezbollah e il regime di Assad il fronte Tahrir Al-Sham, concorrente di Al-Qaida, ha già evacuato 8mila combattenti con i loro familiari nella città siriana del Nord di Idlib, nuova capitale del jihadismo.

    • News24

    Perché il jihadismo sopravvive alle sconfitte

    Gli esempi del contrario sono diversi, a partire da Al-Qaida, casa madre in Iraq dell'Isis: l'uccisione di Bin Laden in Pakistan nel 2011 non fu la fine del gruppo terroristico come non lo era stata la perdita dei santuari afghani dopo le Torri... Abbiamo sempre parlato di antagonismo tra Isis e Al-Qaida, un bipolarismo che finora ci ha fatto comodo per spiegare gli eventi. ...dell'Isis e di Al-Qaida.

    – di Alberto Negri

    • News24

    Spagna, decine di posti di blocco. Trovate 120 bombole di gas nel covo di Alcanar

    E' caccia all'uomo in Catalogna nella ricerca del terrorista ancora in fuga, il marocchino Younes Abouyaaquou, sospettato di essere il killer della Rambla.Decine di posti di blocco sono stati innalzati in un gigantesco dispositivo di polizia, in particolare nel nord della regione attorno a Ripoll,

    – di Redazione Online

    • News24

    Jihadisti di spagna

    L'attentato sulle Ramblas di Barcellona, una delle più celebri arterie metropolitane del mondo, cuore della vita e della movida catalana, è sconvolgente ma non imprevedibile. Soprattutto se - come lascerebbe pensare la rivendicazione subito avanzata dall'Isis - venisse accreditata la matrice

    • News24

    Troppi rischi per la Cina da un cambio di regime in Corea del Nord

    I regimi non si cambiano facilmente come gli abiti di stagione. I fallimenti recenti dell'Iraq, della Libia e della Siria - ma anche l'Afghanistan - dovrebbero insegnare qualche cosa. Soprattutto non si cambiano se non si hanno delle alternative meno disastrose alle dittature e agli autocrati, per

    – di Alberto Negri

    • News24

    Iraq, perché la vittoria di Mosul rischia di essere effimera

    In Iraq c'è sempre qualche cosa di effimero e di volatile nelle vittorie. Anche in questa di Mosul sull'Isis annunciata dal premier sciita Haider Abadi. Saddam Hussein, appartenente alla minoranza sunnita, pensava nel 1980 attaccando l'Iran degli ayatollah di sconfiggere agevolmente il regime

    – di Alberto Negri

    • News24

    L'Iran, il nucleare, i contratti con l'Italia. Javad Zarif: pronti al dialogo

    Colazione romana con Javad Zarif, il negoziatore dell'accordo sul nucleare iraniano, uno dei più celebri diplomatici dei nostri tempi, cordiale ma tenace e dotato di grande senso dell'umorismo. Difende il suo maggiore risultato diplomatico ma è assai realista e osserva: al presidente americano

    – di Alberto Negri

1-10 di 763 risultati