Parole chiave

Aim Italia

È il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese. Ha criteri di accessibilità più flessibili rispetto a quelli del mercato principale. Infatti, non è prevista una dimensione minima o massima della società in termini di capitalizzazione e, per quanto riguarda il flottante, è sufficiente una soglia minima del 10%, che deve essere suddiviso tra almeno cinque investitori professionali o 10 investitori, di cui due professionali. Non occorrono requisiti particolari in tema di gestione societaria, così come non sono necessari requisiti economico-finanziari specifici.

L’Aim è nato nel 2012, conta un’ottantina di aziende appartenenti ai settori più diversi, dall’alimentare alla tecnologia e capitalizza quasi 4 miliardi di euro.

Da inizio anno l’indice che sintetizza l’andamento del mercato, il Ftse Aim Italia, è salito del 23%, mentre rispetto a tre anni fa è in perdita del 14 per cento.

Ultimo aggiornamento 22 luglio 2017

Ultime notizie su Aim Italia
    • News24

    Pirelli, Gima e le altre Ipo

    «Aim Italia (86 le quotate di cui 14 da inizio anno inclusa la business combination di Hypo Challerger con Farmanutra) è un'opportunità di crescita e di finanza per aziende eccellenti - commenta Anna Lambiase, ceo di IrTop, società di consulenza nell'investor relator e advisor per quotazione -, da inizio anno tra quotazioni e secondario (aumenti di capitale e sottoscrizioni di bond) su questo segmento sono affluiti ben 717,3 milioni.

    – di Lucilla Incorvati

    • News24

    Aim Italia raggiunge i 4miliardi di capitalizzazione

    E' la fotografia di Aim Italia, il segmento di Borsa Italiana dedicato alle Pmi che vogliono debuttare a Piazza Affari, scattata dall'Osservartorio su Aim Italia (in base ai dati 2016), che sarà presentato oggi in Borsa. ... Il mercato Aim Italia, nato nel 2009 ma di fatto operativo dal 2012 quando è stato accorpato al vecchio MAC, nell'ultimo anno è sensibilmente cambiato.

    – Lucilla Incorvati

    • News24

    Europa in rosso. L'euro si rafforza sopra 1,15$ nell'attesa di Draghi

    Le Borse europee (segui qui i principali indici) sono peggiorate a metà giornata, mentre si avvicina l'apertura di Wall Street. Gli investitori sono curiosi di vedere come reagirà il mercato Usa alle ultime notizie sul flop del presidente, Donald Trump, sulla riforma sanitaria. Ieri il capo della

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Borse fiacce in attesa di Draghi. A Milano risalgono lusso e Telecom

    Seduta fiacca per le Borse europee che chiudono attorno alla parità nonostante la crescita oltre le attese della Cina nel secondo trimestre (+l'1,7% congiunturale e +6,9% tendenziale, oltre l'obiettivo di crescita annua del 6,5% indicato dal Governo di Pechino). L'attesa, ora, è per le indicazioni

    – di Cheo Condina

    • News24

    Mta, ma quanto mi costi?

    Ma dalla nascita ufficiale di Aim Italia - Mercato alternativo del capitale, avvenuta il 1° marzo 2012 nell'attuale forma, solo tre aziende sono passate dall'Aim al Mta: SeSa (il 22 ottobre 2013, successivamente ammessa al segmento Star il 16... Va detto che la quotazione al Mta non è una discriminante per l'inserimento nei Pir e, inoltre, recentemente Ftse-Russell ha presentato un indice "Pir compliant" che per la prima volta include anche le società quotate all'Aim Italia, denominato...

    – di Valeria Novellini

    • News24

    In Borsa sei indici per fare prodotti Pir compliance

    Corre il mondo delle piccole aziende quotate in Borsa. Da inizio anno gli indici di Borsa dove sono più presenti le Pmi quotate hanno messo a segno performance positive: del 23,27% quello della small cap, del 24,71% l'Aim Italia e poi quello che brilla di più il Ftse Italia Star con un + 27,92 per

    – di Lucilla Incorvati

    • News24

    Borse, Europa si riprende da shock tecnologico. Spread verso i 170

    Giornata interlocutoria per le Borse europee che recuperano terreno dopo lo «shock tecnologico» di ieri e aspettano la tre giorni delle banche centrali con i meeting di Federal Reserve, Bank of England e Bank of Japan. Il recupero dei titoli tech (+1,1% lo Stoxx600), per i quali Goldman Sachs teme

    – di E. Micheli e A.Fontana

1-10 di 144 risultati