Parole chiave

Aggio

È il compenso che l’agente della riscossione percepisce per l'attività di «incasso» dei crediti. Dal 1° gennaio 2013 la percentuale ha subito una prima limatura passando dal 9% all’8 per cento. Se il pagamento avviene entro 60 giorni dalla notifica della cartella, l’aggio è in parte a carico del contribuente ( il 4,65%) e per la restante parte è a carico dell’ente creditore (il 3,35%). Se invece il pagamento avviene oltre i 60 giorni, l’aggio è totalmente a carico del debitore. Con la modifica nello schema di Dlgs sulla riscossione, il debitore che pagherà oltre i 60 giorni dovrà sostenere un onere di riscossione del 6 per cento.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

Ultime notizie su Aggio
    • News24

    Gli importi compresi

    Il contribuente che aderisce alla rottamazione può pagare solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, di interessi legali e di aggio della riscossione. Non sono dovuti le sanzioni tributarie, gli interessi di mora, le sanzioni e somme aggiuntive che gravano su crediti previdenziali. La

    • News24

    Rottamazione-bis con meno vincoli

    La nuova rottamazione con l'Agenzia delle Entrate-Riscossione prevista dall'articolo 1 del Dl 148/2017 pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» di ieri riguarda i carichi affidati dal 1° gennaio al 30 settembre 2017. Anche questa volta quindi non rileva la data di notifica della cartella di pagamento

    – di Luigi Lovecchio

    • News24

    Ruffini in audizione, tra 2011 e 2016 riscossi 4,3 mld per i Comuni

    Tra 2011 e 2016 Equitalia ha riscosso per conto dei Comuni oltre 4,3 miliardi. Arriva dal direttore dell'agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, il dato, in audizione davanti alla Bicamerale sul federalismo fiscale, con la sottolineatura che il numero delle amministrazioni comunali si era in

    – di Nicola Barone

    • News24

    Riscossione entrate locali

    Adempimento: Dal 1° ottobre 2017 il versamento spontaneo delle entrate tributarie dei comuni e degli altri enti locali deve essere effettuato direttamente sul conto corrente di tesoreria dell'ente impositore ovvero sui conti correnti postali ad esso intestati, o mediante F24 o attraverso gli

    – Scadenziario

    • News24

    Ritardi nelle rate a valutazione libera

    Nella disciplina delle dilazioni con l'agenzia delle Entrate permangono incomprensibili differenze nella tempistica del rientro. Ciò anche se la materia è stata recentemente riformata con il Dlgs 159/2015 e in contrasto con gli stessi criteri della legge delega per la revisione del sistema fiscale

    – di Luigi Lovecchio

    • News24

    Cartelle, è «giallo» sull'extragettito della rottamazione

    Non si può parlare ancora di extragettito della rottamazione delle cartelle, ma in fondo la speranza c'è. Secondo quanto riportato ieri dall'agenzia di stampa Ansa, la sanatoria si potrebbe chiudere con un surplus di 1,5-2 miliardi. I dati stabili della prima o unica rata scaduta il 31 luglio

    – di Marco Mobili e Giovanni Parente

    • News24

    Liti pendenti, definizione a più vie

    La domanda di definizione agevolata delle controversie tributarie in cui è parte l'Agenzia si può inviare anche tramite i servizi telematici delle Entrate. Con la predisposizione dell'applicativo - annunciata ieri da un comunicato ufficiale - parte di fatto la possibilità di aderire al nuovo

    – di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

    • News24

    Sanatoria liti con compensazione

    Il pagamento della definizione delle liti pendenti può avvenire anche mediante compensazione. Dalle somme necessarie per chiudere la lite è possibile scomputare tutti gli importi versati a titolo di iscrizione a ruolo provvisoria e quindi anche le sanzioni e interessi già corrisposti, con la sola

    – di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

1-10 di 395 risultati