Parole chiave

Accordo e ricollocazione

Per limitare i licenziamenti alla fine della Cigs, nei casi di riorganizzazione o di crisi aziendale per i quali non sia previsto il completo recupero occupazionale, le aziende possono concludere con i sindacati un accordo che preveda un piano di ricollocazione, indicando gli ambiti aziendali e i profili professionali a rischio di esubero. I lavoratori coinvolti possono chiedere all’Anpal l’anticipo dell’assegno di ricollocazione, che sarą spendibile durante la Cigs per un servizio intensivo di assistenza nella ricerca di un altro lavoro.

Ultimo aggiornamento 09 luglio 2018