Parole chiave

Accertamento e rettifica

Si deve tener conto di tutti gli avvisi notificati nei due anni antecedenti la richiesta di rimborso, prescindendo dall’esito degli stessi, con eccezione degli atti annullati in autotutela oppure oggetto di sentenze favorevoli al contribuente passate in giudicato. Vanno considerati anche gli atti relativi al recupero di crediti inesistenti.

In caso di accertamento con adesione, conciliazione giudiziale o reclamo/mediazione, anche successivamente all’istanza di rimborso, il raffronto tra l’imposta dichiarata e quella accertata deve essere effettuato con riferimento agli importi rideterminati e non a quelli originariamente accertati

Ultimo aggiornamento 05 maggio 2016

Ultime notizie su Accertamento e rettifica
    • News24

    Indennizzo per la garanzia sui rimborsi Iva

    La legge europea, approvata definitivamente ieri alla Camera, porta con sé una serie di novità fiscali sia in materia di Iva che di imposte dirette, novità introdotte per evitare l'applicazione di specifiche infrazioni da parte della Ue.

    – di Anna Abagnale, Carla Bellieni e Benedetto Santacroce

    • News24

    La scadenza non è una giustificazione

    Anche per gli accertamenti preceduti da accessi che non hanno rispettato il termine dei 60 giorni (come può verificarsi in questo periodo), l'invalidità dell'atto impositivo è subordinata all'inesistenza di ragioni di urgenza di deroga al predetto termine. A questo riguardo va rilevato che per

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    Verbali nulli se non c'è l'urgenza

    I verbali consegnati dal 2 novembre per contestazioni relative al periodo di imposta 2012 rischiano di determinare atti impositivi nulli se non supportati da specifici motivi di urgenza. L'agenzia delle Entrate, infatti, deve attendere 60 giorni per la notifica degli accertamenti che a questo punto

    – di Antonio Iorio

    • News24

    Rimborso Iva revocato, niente sanzioni

    Per il principio di legalità previsto dall'articolo 3 del Dlgs 472/1997, l'erogazione di un rimborso Iva, poi non più ritenuto spettante dall'amministrazione finanziaria e oggetto di un avviso di rettifica, non può essere ulteriormente sanzionato con l'emissione di un avviso di irrogazione delle

    – di Marco Nessi e Roberto Torelli

    • News24

    Immobili, il Fisco smentisce la perizia

    Gli avvisi che rideterminano il valore di compravendita di un immobile - accertando ai fini dell'imposta di registro un importo più alto di quello dichiarato nell'atto - non sono certo una novità. C'è però un trend recente, rilevato in diversi atti delle Entrate, in base al quale la determinazione

    – di Rosanna Acierno

    • News24

    Relazione sulla gestione per riclassificare i conti

    La soppressione della parte straordinaria del conto economico deve essere gestita con attenzione dalle imprese al fine di non perdere informazioni utili, se non indispensabili, ai fini gestionali e fiscali. E' più che opportuno che, nel piano dei conti, siano previsti appositi sottoconti che

    • NovaCento

    Lettere sull'innovazione: il metodo è il messaggio

    Caro Luca, ho pensato di scrivere alla tua interessante rubrica circa Scienza e Tecnologia e divulgazione. La ricerca scientifica e lo sviluppo delle tecnologie sono due punti "forti" per lo sviluppo della società, da sempre. Antonio Gramsci (Quaderni dal carcere, 11, par.37, 1932-1933) scriveva "dell'uomo che elabora i suoi metodi di ricerca, che rettifica continuamente i suoi strumenti materiali che rafforzano gli organi sensori e gli strumenti logici (incluse le matematiche) di discriminazion...

    – Luca De Biase

    • News24

    Processo tributario senza tutte le parti, stop alla sentenza

    La sentenza che decide sul ricorso proposto da uno dei soci o dalla società - trattandosi comunque di una situazione giuridica unitaria - comporta inscindibilmente la partecipazione nel processo di tutte le parti, pena la nullità della sentenza e dell'intero processo. E tale circostanza è

    – di Andrea Taglioni

    • News24

    La nota di credito Iva si può emettere prima del fallimento

    E' contraria alla direttiva comunitaria la normativa italiana secondo la quale l'emissione di nota di credito Iva risulta possibile solo al momento della conclusione infruttuosa delle procedure concorsuali. E' questa la conclusione a

    – di Andrea Taglioni

    • News24

    Uve da mosto, la rettifica Iva va effettuata su un corretto valore base dei terreni

    Uve da mosto, la rettifica Iva va effettuata su un corretto valore base dei terreniNon è corretta la rettifica Iva basata sulle rese medie dell'uva da mosto, quando la determinazione del valore normale dei terreni lottizzati sia avvenuto in altra data rispetto a quella considerata dalla Ctr

    – di Silvia Marzialetti

1-10 di 375 risultati