Persone

Paolo Scaroni

Paolo Scaroni è un banchiere ed alto dirigente, attualmente Vicepresidente dalla banca d'affari britannica Rothschild. Ha ricoperto numerosi incarichi di prestigio, tra cui quello di Amministratore Delegato di Enel (2002-2005) e di ENI (2005-2014). Scaroni siede inoltre nei Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 ore, del Teatro alla Scala, di Generali e fa parte del consiglio di sorveglianza di ABN Amro e della Columbia University.
Diplomatosi al Liceo Classico "Antonio Pigafetta" di Vicenza, Paolo Scaroni si laurea in economia all’Università Bocconi e consegue un master in business administration alla Columbia University di New York.

Inizia la sua carriera professionale nella società di consulenza McKinsey. Ricopre presto ruoli di rilievo in diverse società, tra cui il gruppo Saint-Gobain e Techint, per la quale gestisce le privatizzazioni delle controllate SIV, Italimpianti e Dalmine.
Dal 1997 al 1999 è presidente del Vicenza calcio.

Paolo Scaroni lavora anche all’estero: nel 1996 si trasferisce in Gran Bretagna dove ricopre la carica di amministratore delegato di Pilkington fino al 2002, anno in cui abbandonerà l'incarico per diventare amministratore delegato e direttore generale di ENEL.

Durante il suo incarico in ENEL completa la cessione della società controllata Wind.

Visti i risultati ottenuti in ENEL, nel 2005 viene nominato Amministratore Delegato di Eni, portando la società a profitti record nel 2006, grazie anche all'elevato prezzo del petrolio.

Dal 2014 è diventato Vicepresidente di Rothschild.

E' stato insignito delle seguenti onorificienze:

— Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia, novembre 2007);

— Cavaliere del Lavoro (Roma, 2014).

E' sposato con Francesca Zanconato, i due hanno tre figli: Clementina (1974), Bruno (1977) ed Alvise (1986).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Paolo Scaroni
    • News24

    I giornalisti di Report potrebbero essere ascoltati dai pm di Milano

    ...Luca Chianca e Paolo ... Quest'ultimo ha sostenuto che con un aereo privato di Ottonello potrebbero essere usciti dalla Nigeria 50 milioni di dollari in contanti che dovevano andare, almeno in parte e stando sempre alla versione di Armanna, all'allora ad Eni Paolo Scaroni.

    • News24

    Eni, la procura di Milano chiede il processo per Descalzi

    Oltre a Descalzi, tra gli indagati per cui è stato chiesto il processo ci sono anche il suo predecessore alla guida dell'Eni, Paolo Scaroni, l'ex capo della divisione esplorazioni, Roberto Casula, l'ex vicepresidente di Eni Nigeria, Vincenzo Armanna, e i due mediatori Luigi Bisignani e Gianluca Di Nardo, oltre a cittadini stranieri considerati tra gli intermediari delle tangenti.

    • News24

    Humanitas e San Donato pronti ad acquisire Ieo e Monzino

    Un'alleanza tra due grossi players della sanità privata lombarda per «rilevare e valorizzare» l'eredità di Umberto Veronesi, morto lo scorso 8 novembre. Nasce con questo spirito, spiegano i protagonisti, la manifestazione d'interesse formulata dai gruppi Humanitas e San Donato nei confronti del

    – di Serena Uccello

    • News24

    Stuart Chambers, l'executive che vende ai giapponesi i gioielli inglesi

    TOKYO - Un grande top manager o un furbacchione che lascia una eredità discutibile? Non manca chi si pone questo interrogativo a proposito di Stuart Chambers, l'executive 60enne nato nel Brunei e cresciuto in Asia che passerà alla storia per aver venduto ai giapponesi due dei principali gioielli

    – dal nostro corrispondente Stefano Carrer

    • News24

    Ilva, un altro mese per le offerte

    Le realtà legate al progetto di seconda cordata per Ilva prendono tempo in vista delle scadenze decise dai commissari. La data fissata per le offerte definitive ora slitta al 23 giugno rispetto alla scadenza originaria del 30 maggio (che già prorogava il termine del 23 maggio), mentre la data

    – Matteo Meneghello

    • News24

    Ilva, un altro mese per le offerte di acquisto

    Le realtà legate al progetto di seconda cordata per Ilva prendono tempo in vista delle scadenze decise dai commissari. Date sulle quali, però, è giallo. La data fissata per le offerte definitive ora slitta al 23 giugno rispetto alla scadenza originaria del 30 maggio (che già prorogava il termine

    – Matteo Meneghello

1-10 di 840 risultati