Persone

Norberto Bobbio

Filosofo e storico italiano tra i più influenti nel ventesimo secolo, Norberto Bobbio è nato a Torino il 18 ottobre 1909. Allievo di Luigi Einaudi, si è laureato in giurisprudenza nel 1931 e nel 1935 ha iniziato la carriera accademica: prima all’Università di Camerino, poi a Siena e a Padova (dal 1940 al 1948). Proprio nel 1948 Norberto Bobbio viene chiamato alla cattedra di filosofia del diritto dell'Università di Torino, mentre dal 1962 ha preso l’insegnamento di scienza politica, che ha ricoperto fino al 1971, essendo tra i fondatori della facoltà di Scienze Politiche. In questi anni di docenza ha contributio alla storiografia e alla filosofia della politica con una serie di saggi e scritti di grande rilievo che lo hanno portato a diventare socio dell’Accademia dei Lincei e della British Academy. Da metà degli anni Settanta, Norberto Bobbio ha aumentato l’impegno politico e civile, occupandosi dei rapporti tra democrazia e socialismo e quindi delle tesi di “politica per la pace”. Nel 1984 è nominato senatore a vita dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini: ritiratosi man mano dalla vita politica, è morto a Torino nel 2004.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Norberto Bobbio
    • News24

    La scelta dei leader e la qualità delle élite

    Al contrario, oggi, la politica tradizionale destra-sinistra non appare più in grado di mediare e schermare il divario d'autorità che corre tra rappresentanti e rappresentati (uno dei punti "molli" della democrazia rappresentativa già indicati da Norberto Bobbio): l'élite politica autoreferenziale diviene il bersaglio della protesta e trascina nella sfiducia popolare altri settori di classe dirigente, come sta avvenendo nel nostro Paese.

    – di Carlo Carboni

    • News24

    Intellettuali da «instant-book»

    Carmine Donzelli è rimasto uno degli ultimi editori italiani. O almeno uno degli ultimi editori su scala nazionale, poiché la provincia abbonda - fortunatamente - di cosiddetti piccoli editori. Editore, Donzelli è rimasto nel senso etimologico della parola. Dal latino ed?re: «Metter fuori,

    – di Sergio Luzzatto

    • News24

    Intellettuali da «instant-book»

    Carmine Donzelli è rimasto uno degli ultimi editori italiani. O almeno uno degli ultimi editori su scala nazionale, poiché la provincia abbonda - fortunatamente - di cosiddetti piccoli editori. Editore, Donzelli è rimasto nel senso etimologico della parola. Dal latino ed?re: «Metter fuori,

    – Sergio Luzzatto

    • NovaCento

    BOLERO FILM E AVVENTUROSO FILM

    Buongiorno a tutti, qui c'è una gran confusione. Nel mio studio, alla periferia di Londra, e anche tra i materiali che vado accumulando e consultando per il lavoro. I computer sono lo specchio più che fedele dei miei archivi, digitali o "materiali" (carta, cartone, legno tarlato delle librerie, tracce di colla per i restauri e filo refe per le rilegature più apprezzabili). Così accade che continuiamo ad annunciare servizi che non appaiono (di fatto) o sono rimandati sine die. Ma succede anche...

    – Luca Boschi

    • News24

    Antifascisti di famiglia

    «I Cosattini? Mai sentiti nominare. Questo il tipico commento di studiosi e amici quando raccontavo loro l'argomento del mio nuovo libro». Inizia così la biografia di una famiglia di Udine narrata da Sandro Gerbi, che al racconto storico unisce l'affettuosa partecipazione di chi sfoglia un album di

    – Emilio Gentile

    • Econopoly

    Il no alle Olimpiadi fa dell'Italia un Paese irredimibile. Chiedere lumi a Zanardi

    La notizia del no alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 20124 è ferale per tutti gli italiani che credono nel futuro. Significa dire che non crediamo in noi stessi. Mentre il governatore del "miracolo economico" Donato Menichella sosteneva lo "Sta in noi", la sindaca di Roma Virginia Raggi parla per frasi fatte, per luoghi comuni e, invece di provare a cambiare l'esistente (è per quello che l'hanno votata), trova alibi per non modificare l'andazzo italico. Non voglio qui replicare con i n...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Il rammendo delle periferie

    Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. E' fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie dove nessuno ha speso tempo e denaro per far manutenzione. Ma sono proprio le periferie la città del futuro, quella dove si concentra l'energia

    – di Renzo Piano

    • News24

    In difesa del governo delle leggi

    Forma o sostanza della legge? E' da sempre l'antitesi del diritto, l'opzione di fronte alla quale per secoli si sono trovati i giudici e che nel tempo attuale sottintende questioni centrali della sicurezza, della vita economica, dell'organizzazione della società. In apparenza lo scontro tra una

    – Gennaro Sangiuliano

    • News24

    Luce sugli anni di piombo

    «Ormai sappiamo tutto»: forse basterebbero queste tre parole per riassumere il senso del libro di Vladimiro Satta sugli anni di piombo. Un lavoro che non rappresenta soltanto un corposo profilo storico di quel periodo (dalla fine dei Sessanta ai primi Ottanta, pur se gli «anni di piombo»

    – Raffaele Liucci

    • News24

    Democrazia per non politologi

    Per sentire discorsi politicamente interessanti, spregiudicati e concreti, la cosa migliore è che a farli sia un intellettuale che con la politica non ha rapporti diretti: che non sia né uno specialista né un militante affiliato a un partito, ma parli semplicemente come osservatore coinvolto e

    – di Alfonso Berardinelli

1-10 di 96 risultati