Aziende

Nomisma

Nomisma è una società indipendente che realizza attività di ricerca e consulenza economica per il settore pubblico, le imprese private, i gruppi bancari e le associazioni di categoria a livello nazionale e internazionale.

E’ stata fondata a Bologna nel 1981 in forma di società per azioni, su iniziativa di Nerio Nesi e Francesco Bignardi, allora presidente e direttore generale di BNL. Il coordinamento dell'attività di ricerca è stato affidato a Romano Prodi, allora professore di economia e politica industriale all'Università di Bologna, per poi passare a numerosi accademici e economisti: Patrizio Bianchi, Sebastiano Brusco, Nicola Cacace, Alberto Clò, Paolo De Castro, Fabio Gobbo, Gian Maria Gros Pietro, Gianni Lorenzoni, Alberto Quadro Curzio, Luigi Prosperetti, Gualtiero Tamburini.

Conta 70 azionisti ( Unicredit, Mps, Unipol, Coop, Deutsche Bank, Edison, Intesa, Generali, Impregilo, Telecom, Mediobanca, Pirelli, Mediolanum, Beni Stabile, ecc. ). Ha sede a Bologna dove lavorano 50 professionisti. Il presidente di Nomisma è Piero Gnudi.

Ultimo aggiornamento 17 maggio 2017

Ultime notizie su Nomisma
    • News24

    Il petrolio made in Italy vede rosa: previsioni di boom al 2019

    Torna a salire la produzione di petrolio in Basilicata e traina quella nazionale. Nel 2017 in Italia sono stati estratti 4,1 milioni di tonnellate di greggio, 2,9 dei quali arrivano dalla Basilicata. E' ormai alle spalle il 2016, l'anno nero per la produzione di idrocarburi italiana, mai così bassa

    – di Luigia Ierace

    • News24

    Case, perché l'Italia è l'unico Paese in Europa con prezzi in calo

    Compravendite immobiliari in netta ripresa, anche se ancora a macchia di leopardo sul territorio, alle quali fanno da contraltare prezzi fermi o ancora in lieve calo. Un quadro che rende l'Italia lontana da un resto d'Europa dove i valori del mattone hanno ormai imboccato una strada di crescita.

    – di Paola Dezza

    • Agora

    Contrordine: a Natale niente boom dei consumi. E' stato un effetto statistico

    Contrordine: sfuma il boom delle vendite natalizie. Il +15,6% registrato nella grande distribuzione nella settimana di Natale sarebbe l'effetto di un confronto di calendario disomogeneo. Dal quartier generale della società Iri precisano che il dato diffuso da Coop è sostanzialmente attendibile ma il balzo  è influenzato dal fatto che nel 2017 la domenica 24 dicembre ha offerto un giorno in più di shopping (sette su sette) mentre nel 2016 il Natale cadde di domenica (sei su sette) . Quindi, spie...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Gli italiani tornano a spendere: record di vendite a Natale

    Fine anno con il botto per i consumi delle famiglie, indicazioni al rialzo per il 2018. E' tornato l'ottimismo sul fronte dello shopping dopo lunghi anni di stagnazione della spesa, come testimonia l'analisi condotta in questi giorni da Coop e Nomisma. E Confcommercio sottolinea che cresce l'effetto

    – di Vincenzo Chierchia

    • Agora

    Rapporto Coop-Nomisma: consumi boom a Natale ma la conferma arriverà nel 2018

    Natale consumi boom? La settimana del 25 dicembre avrebbe segnato una crescita media della spesa del 15,6% rispetto all'anno prima nei canali ipermercati e supermercati. Il dato, fornito da Nielsen all'Ufficio studi di Ancc-Coop, è sorprendente. Una sorpresa, probabilmente, anche per Coop che negli ultimi anni è sempre stata la catena commerciale più tiepida sulla ripresa dei consumi e sulle prospettive. Il dato risulta anche alle casse di Coop? "Da una prima rilevazione sulle vendite di Natal...

    – Emanuele Scarci

    • Agora

    I Bronzi di Riace e i 215mila visitatori del museo di Reggio Calabria

    Un 2017 con 215 mila visitatori per il museo di Reggio Calabria che ospita i Bronzi di Riace. "Il museo - ha sostenuto il direttore Carmelo Malacrino - è riuscito a superare la cifra del 2016. E' un risultato per alcuni versi sorprendente, considerate le note criticità dell'assetto infrastrutturale che rendono sempre più complicato raggiungere l'area dello Stretto. Ma al tempo stesso il dato conferma la potente capacità attrattiva del museo, dovuta alla presenza non solo dei Bronzi di Riace e ...

    – Vitaliano D'Angerio

    • Info Data

    Le mappe del 2017: i prezzi e le zone delle case di lusso

    Ripresa e recupero sono le due parole che hanno caratterizzato negli ultimi anni il settore immobiliare. Anche nel lusso. A ricordarcelo arriva il Report Nomisma-Santandrea sulle residenze di lusso, segmento che aveva tenuto inizialmente testa alla crisi, ma che poi ha risentito della disaffezione verso il mattone. Nel corso del primo semestre del 2017, il mercato degli immobili di pregio a Milano vede un numero di compravendite in aumento soprattutto all'interno delle zone del Centro storico, B...

    – Paola Dezza

    • News24

    Industria, export, lavoro: l'Italia riaccende i motori

    Nonostante tutto, nel 2017 la molla della ripresa è scattata. Ieri l'indice anticipatore dell'economia elaborato dall'Istat ha mantenuto l'intonazione positiva, toccando quota 104 punti e lasciando presagire il proseguimento della crescita del Pil. Nel 2018 verificheremo la qualità e la portata

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Attesi maxi-rincari sulle bollette di gas ed elettricità

    Oggi sarà reso noto il dato definitivo, ma si possono già avere anticipazioni sulle bollette di luce e gas: a Capodanno la corrente potrebbe rincarare del 2,5% ma, attenzione, il metano potrebbe crescere addirittura del 5%. Sono stime, sono previsioni di uno dei più accreditati economisti

    – di J.G.

    • News24

    In Sicilia cresce il mercato delle case di pregio

    Taormina, anche grazie alla sua vocazione internazionale, continua a trainare il mercato immobiliare di lusso in Sicilia, ma i prezzi già elevati restano stabili (come a Mondello) mentre crescono ad esempio in alcune zone di Siracusa e Ragusa. Più in generale, per il 2018 nell'isola sono previsti

    – di E.Sg.

1-10 di 937 risultati