Ultime notizie:

Nino Aragno

    • News24

    Le tragedie di Clarissa ma che divertimento!

    ...ripubblicato da Aragno in una traduzione riveduta e corretta di Masolino d’Amico. ... E molto in breve, a chi affrontasse per la prima volta i quattro volumi (2800 pagine) editi da Aragno, segnalo i fatti che bisogna tener presente. ... E bene hanno fatto Nino Aragno e Masolino d’Amico a rimetterla in circolazione.

    – di Luigi Sampietro

    • News24

    L'innovatore conservatore

    Dopo aver pubblicato, anni fa, quattro volumi di recensioni e articoli di Giorgio Caproni, ora l'editore Nino Aragno pubblica un volume di settecento pagine che raccoglie gli articoli e i saggi di Giorgio Manganelli, «lettore indefesso e topo di... Non sparate sul recensore, Giorgio Manganelli, pref. e cura di Lietta Manganelli, Nino Aragno editore, Torino, pagg. XII +706, € 35

    – di Alfonso Berardinelli

    • News24

    I falsi amici di Baudelaire

    Il 31 agosto ricorre il centocinquantesimo anniversario della morte di Charles Baudelaire (1821-1867), il quale sempre nel mese di agosto del 1857, a conclusione di un processo iniziato nel momento della pubblicazione de I Fiori del male, veniva condannato a trecento franchi di multa e alla

    – di Chiara Pasetti

    • News24

    I falsi amici di Baudelaire

    Il 31 agosto ricorre il centocinquantesimo anniversario della morte di Charles Baudelaire (1821-1867), il quale sempre nel mese di agosto del 1857, a conclusione di un processo iniziato nel momento della pubblicazione de I Fiori del male, veniva condannato a trecento franchi di multa e alla

    – Chiara Pasetti

    • News24

    I valori della cultura nelle ricette economiche

    Caro Fabi, come ha sottolineato in una recente risposta a un lettore la situazione è critica, «stiamo navigando in terra incognita» e le ricette di settanta anni fa non sono più efficaci di fronte al nuovo. Si deve investire sul welfare, le "sofferenze sociali" sono la vera chiave di

    – di Gianfranco Fabi

    • News24

    Se l'economia sfugge alla letteratura

    Ai confini della scienza economica succedono molte cose. Sono confini porosi, a due vie. Gli economisti, inquieti, fanno sempre più numerose scorribande nei territori non ben presidiati da altre scienze sociali. Si intrufolano, a volte maldestramente, nella vasta area della filosofia, discutendo di

    – di Gianni Toniolo

    • News24

    Il realismo politico di Richelieu

    Di professione faceva il bibliotecario malgrado gli studi di medicina, ma il suo nome si affermò come quello di uno dei più grandi eruditi del suo tempo e di un esponente di primo piano del libertinismo filosofico del XVII secolo. Gabriel Naudè, nato all'inizio del 1600 a Parigi e vissuto a lungo

    – di Francesco Perfetti

    • News24

    Calvino e Vittorini la strana amicizia

    Certo è strano e per molti aspetti inspiegabile che Italo Calvino abbia accettato di essere il condirettore del «Menabò» assieme a Elio Vittorini, mentre nel decennio precedente il suo ruolo, tutt'altro che secondario nella gestione della collana «I Gettoni», era rimasto senza pubblico

    – di Cesare De Michelis

    • News24

    Isole comprese

    Siamo in clima di festeggiamenti e mostre per Manuzio e sono isolano: e per questo mi salta all'occhio, nel catalogo dell'asta Bolaffi del 15-16 giugno prossimi a Milano (Grand Hotel et de Milan, con esposizione nella sede di Bolaffi, in via Manzoni, fino al giorno dell'aggiudicazione) lo splendido

    – Stefano Salis

1-10 di 31 risultati