Persone

Nigel Farage

Nigel Farage è nato il 3 aprile del 1964 a Downe (borgo di Londra) ed è un politico britannico, ex leader di UKIP (Partito per l'Indipendenza del Regno Unito) deputato europeo e co-presidente, dal 1° luglio del 2009, del gruppo europarlamentare Europa delle Libertà e della Democrazia (EFD), trasformatosi dal 24 giugno del 2014 in Europa della Libertà e della Democrazia Diretta (EFDD).

Prima di dedicarsi completamente all'attività politica, Farage ha esercitato l'attività d'intermediazione finanziaria presso una società londinese di brokeraggio.

Nel 1992, abbandonato il partito Conservatore, Farage è stato tra i fondatori dell'UKIP, di cui è diventato leader nel settembre del 2006.

Nel 2009, in capo all'UKIP, Farage ha ottenuto all'elezioni europee il secondo posto quanto a gradimento popolare, superando sia il Partito Laburista che i Liberal Democratici.

Membro del Parlamento europeo, ormai alla sua quarta legislatura, Nigel Farage ha schierato il suo UKIP nel gruppo politico "Europa per la libertà e la democrazia", insieme alla Lega Nord (poi fuoriscita per confluire nel Fronte Nazionale di Marine Le Pen) ed al Movimento 5 stelle di Grillo

Nel novembre del 2010, in seguito alle dimissioni del capo dell'UKIP il Lord Pearson of Rannoch, Nigel Farage ottiene la leadership, battendo gli sfidanti Tim Congdon e David Campbell-Bannerman.

E’ stato il promotore del famoso Brexit, il referendum popolare col quale la Gran Bretagna il 23 giugno 2016 ha espresso la volontà di voler uscire dall'Unione Europea.

Nigel Farage si è sposato due volte ed è padre di quattro figli, Isabelle, Thomas, Victoria e Samuel.

Ultimo aggiornamento 06 ottobre 2016

Ultime notizie su Nigel Farage
    • Agora

    Il conto salatissimo del divorzio dalla UE

    Esaurita l'euforia iniziale innescata dalla decisione di denunciare l'articolo 50 che dà il via al processo di divorzio dalla UE, per i Brexiters, i fautori dell'addio all'Unione si trovano da oggi a fare i conti con la dura realtà. Finiti i proclami emotivi sulla proclamazione della "liberazione" del Paese dal giogo europeo o della messa in acqua della scialuppa di salvataggio che si allontana dal Titanic che affonda, come ha detto recentemente il populista eurofobo Nigel Farage, si è passati o...

    – Marco Niada

    • News24

    Brexit, Juncker: Londra rimpiangerà la Ue. Telefonata May-Gentiloni

    «Questo è un giorno triste perché i britannici hanno deciso per iscritto di lasciare la Ue, una scelta che rimpiangeranno un giorno. Ma mi sento bene stasera perché abbiamo parlato del nostro futuro». Parola del presidente della Commissione Jean Claude Juncker, che lo ha dichiarato concludendo la

    – di Redazione online

    • News24

    Scandalo rimborsi Ue, i fondi anche a mogli e guardie del corpo degli euroscettici

    Ciò che colpisce di più, ma forse ha una sua logica perversa intrinseca, è il fatto che nelle frodi dei parlamentari europei siano proprio i partiti euroscettici quelli più esposti in una serie di rimborsi spese ritenuti sospetti dagli uffici dell'Olaf, l'euro-bureau competente per l'anti-frode

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Una battaglia per la Gran Bretagna

    Il popolo britannico ha votato per lasciare l'Unione Europea, e la volontà del popolo deve prevalere. Ma il popolo ha votato senza conoscere i termini reali della Brexit. Nel momento in cui questi termini diventano chiari, ha il diritto di cambiare idea.

    – di Tony Blair

    • News24

    Appello di Tony Blair: ribellione contro Brexit

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTELONDRA - «Non è tempo per la ritirata, l'indifferenza, la disperazione, è l'ora di solleversi per difendere ciò in cui crediamo». Che Guevara a Santa Clara ? No, Tony Blair nella City. La cavalcata degli orfani d'Europa diretta dall'ex premier laburista può far sorridere

    – di Leonardo Maisano

    • News24

    Abbiamo perso la fede nel progresso: ecco quattro perché e che cosa fare ora

    Margaret Thatcher e Ronald Reagan vengono ricordati per aver promosso la rivoluzione del laissez-faire all'inizio degli anni 80, basando e vincendo la propria campagna elettorale sulla promessa che un capitalismo di libero mercato avrebbe dato impulso alla crescita e favorito la prosperità. Nel

    – di Jean Pisani-Ferry

    • News24

    Perché Trump sarà un disastro per Brexit

    Per i più ardenti sostenitori della Brexit l'elezione di Donald Trump è stata un misto di rivincita e di salvezza. Il presidente degli Stati Uniti pensa, nientemeno, che lasciare l'Unione europea sia una grande idea per il Regno Unito. Ancora meglio, sembra offrire una eccitante via di fuga. La

    – di Gideon Rachman

    • News24

    «La Bce comincerà presto a discutere l'uscita dal Qe»

    La Banca centrale europea potrà cominciare «presto» a discutere l'uscita dallo stimolo monetario, secondo il membro tedesco del suo comitato esecutivo, l'ex vicepresidente della Bundesbank, Sabine Lautenschlaeger. Più volte portavoce delle critiche ricorrenti in Germania al programma di acquisti di

    – di Alessandro Merli

    • News24

    M5S, consensi al top ma movimento nel caos

    La vittoria del No al referendum costituzionale sulle riforme, che ha portato l'ex premier Matteo Renzi alle dimissioni, poteva essere il volano per il Movimento Cinque Stelle, la forza anti-sistema che ormai è il primo partito italiano, secondo l'ultimo sondaggio realizzato da Nando Pagnoncelli

    – di Manuela Perrone

1-10 di 286 risultati