Persone

Nigel Farage

Nigel Farage è nato il 3 aprile del 1964 a Downe (borgo di Londra) ed è un politico britannico, ex leader di UKIP (Partito per l'Indipendenza del Regno Unito) deputato europeo e co-presidente, dal 1° luglio del 2009, del gruppo europarlamentare Europa delle Libertà e della Democrazia (EFD), trasformatosi dal 24 giugno del 2014 in Europa della Libertà e della Democrazia Diretta (EFDD).

Prima di dedicarsi completamente all'attività politica, Farage ha esercitato l'attività d'intermediazione finanziaria presso una società londinese di brokeraggio.

Nel 1992, abbandonato il partito Conservatore, Farage è stato tra i fondatori dell'UKIP, di cui è diventato leader nel settembre del 2006.

Nel 2009, in capo all'UKIP, Farage ha ottenuto all'elezioni europee il secondo posto quanto a gradimento popolare, superando sia il Partito Laburista che i Liberal Democratici.

Membro del Parlamento europeo, ormai alla sua quarta legislatura, Nigel Farage ha schierato il suo UKIP nel gruppo politico "Europa per la libertà e la democrazia", insieme alla Lega Nord (poi fuoriscita per confluire nel Fronte Nazionale di Marine Le Pen) ed al Movimento 5 stelle di Grillo

Nel novembre del 2010, in seguito alle dimissioni del capo dell'UKIP il Lord Pearson of Rannoch, Nigel Farage ottiene la leadership, battendo gli sfidanti Tim Congdon e David Campbell-Bannerman.

E’ stato il promotore del famoso Brexit, il referendum popolare col quale la Gran Bretagna il 23 giugno 2016 ha espresso la volontà di voler uscire dall'Unione Europea.

Nigel Farage si è sposato due volte ed è padre di quattro figli, Isabelle, Thomas, Victoria e Samuel.

Ultimo aggiornamento 06 ottobre 2016

Ultime notizie su Nigel Farage
    • News24

    Quando la fortuna volta le spalle ai populisti

    Le figure come Trump e l'ex leader del Partito per l'indipendenza del Regno Unito Nigel Farage sono populisti perché «dichiarano di essere gli unici a rappresentare il "popolo vero"», fa notare Mueller.

    – di Ken Murphy, Stuart Whatley, Roman Frydman e Jonathan Stein

    • News24

    Le molte facce del populismo che vince anche se perde

    Nelle parole di Luigi Di Maio o di Matteo Salvini o di Kristian Thulesen Dahl o di Nigel Farage, gli avversari sono nemici da disprezzare, élite corrotte e traditrici.

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Theresa May senza maggioranza: spazzati via Ukip e hard Brexit

    Theresa May era arrivata prima dell'alba nel quartiere elettorale del suo partito, dopo aver trascorso la notte nel suo collegio elettorale; ha parlato con i capi Tory, è poi rientrata a Downing Street. Citi - ma probabilmente tutta la City - predice «un periodo di incertezza politica» e si aspetta

    – di Angela Manganaro

    • News24

    Voto locale in Gran Bretagna, per la May miglior risultato dal 1973

    LONDRA - Elezioni amministrative di buon auspicio per Theresa May: la posizione della premier britannica è stata rafforzata dai risultati del voto locale e regionale di ieri e può guardare alle politiche dell'8 giugno con maggiore ottimismo.

    – di Nicol Degli Innocenti

    • Agora

    Il conto salatissimo del divorzio dalla UE

    Esaurita l'euforia iniziale innescata dalla decisione di denunciare l'articolo 50 che dà il via al processo di divorzio dalla UE, per i Brexiters, i fautori dell'addio all'Unione si trovano da oggi a fare i conti con la dura realtà. Finiti i proclami emotivi sulla proclamazione della "liberazione" del Paese dal giogo europeo o della messa in acqua della scialuppa di salvataggio che si allontana dal Titanic che affonda, come ha detto recentemente il populista eurofobo Nigel Farage, si è passati o...

    – Marco Niada

1-10 di 294 risultati