Persone

Nicola Gratteri

Nicola Gratteri è nato il 22 luglio del 1958 a Gerace (RC) ed è un magistrato, ex Procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Reggio Calabria, attualmente Procuratore del Tribunale di Catanzaro.

Dopo aver conseguito la maturità scientifica si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Catania per poi entrare in magistratura.

E' uno dei magistrati più noti della DDA (direzione distrettuale antimafia) in prima linea nella lotta contro la 'Ndrangheta (malavita organizzata calabrese) vive dall'aprile del 1989 sotto scorta.

Il 2009 è stato nominato procuratore aggiunto della Repubblica presso il tribunale di Reggio Calabria.

Durante il Governo Letta è stato designato componente della task force per l'elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata e nel febbraio del 2014 è circolato il suo nome quale candidato alla carica di Ministro della Giustizia ma infine ha prevalso a nomina dell'attuale Ministro Andrea Orlando.

Il 27 febbraio del 2014 è stato nominato dalla presidentessa Rosy Bindi, consigliere della Commissione parlamentare antimafia ed il 1° agosto del 2014 l'attuale premier Matteo Renzi lo ha nominato Presidente della commissione per l'elaborazione di proposte normative in tema di lotta alle mafie.

Nicola Gratteri ha partecipato a diversi programmi televisivi, è stato insignito di numerosi riconoscimenti ed ha scritto numerose opere dedicate al tema della criminalità organizzata, tra queste vanno ricordate, "La Malapianta" (2010), "'Ndrangheta Le radici dell'odio" (2010), "La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna" (2011), "La giustizia è una cosa seria" (2011), "Dire e non dire. I dieci comandamenti della 'ndrangheta nelle parole degli affiliati" (2012), "Acqua santissima" (2013), "Male lingue" (2014) e "Oro Bianco", (2015).

E' sposato e padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 21 aprile 2016

Ultime notizie su Nicola Gratteri
    • Agora

    Fondazione La Malfa e Mediobanca promuovono il Sud Italia

    Ma ci sono molte cose che si stanno muovendo: basta leggere le notizie sulla Calabria, la condanna dei writer della ndrangheta (contro Don Ciotti e Libera) da parte di tutti a cominciare da quel grande magistrato che è Nicola Gratteri.

    – Vitaliano D'Angerio

    • News24

    Sequestrato il parco eolico di Isola di Capo Rizzuto

    La misura è stata firmata dalla sezione penale del Tribunale di Crotone (presidente Maria Vittoria Marchianò) a seguito della richiesta inoltrata il 25 gennaio 2017 dalla Dda di Catanzaro (Capo Nicola Gratteri, aggiunto Vincenzo Luberto e pm Domenico Guarascio).

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Sotto la lente la gestione finanziaria della Fondazione Santa Maria Goretti

    Un percorso tortuoso sul quale ha acceso i riflettori la Procura di Catanzaro (con a capo Nicola Gratteri), che con l'operazione Robin Hood indaga su Bruno Dellamotta (al momento è irreperibile), indicato nell'ordinanza di custodia cautelare come presidente e legale rappresentante pro tempore della Fondazione ecclesiastica di diritto pontificio.

    – di Roberto Galullo

    • News24

    'Ndrangheta: fondi Ue, arrestato ex assessore Calabria

    Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, è stata condotta dai Carabinieri del Ros unitamente ai militari del Comando provinciale di Catanzaro ed alla Guardia di finanza di Vibo Valentia.

    • News24

    Roma, sommersi dalle prescrizioni. Milano, giustizia al collasso

    Allarme organici di fronte a una 'giustizia al collasso' dal pg di Milano Alfonso nella relazione che apre l'Anno giudiziario: il governo deve agire, dice. Alfonso parla anche di mafia, e definisce gravi le infiltrazioni nei lavori della Fiera. Tema di cui parla anche il pg di Roma, Salvi:

    – di Nicoletta Cottone

    • News24

    Colpo ai narcos calabro-colombiani: cocaina in fumo per 1,6 miliardi

    Una martellata sui forzieri della 'ndrangheta messa a segno con l'operazione Stammer della Dda di Catanzaro (con a capo Nicola Gratteri, l'aggiunto Giovanni Bombardieri e il sostituto Camillo Falvo) che ha delegato le indagini al Nucleo di polizia tributaria/Gico della Guardia di Finanza di Catanzaro (alla testa il tenente colonnello Michele Di Nunno).

    – di Roberto Galullo

    • News24

    La sete d'affari della 'ndrangheta su Roma e Milano

    L'analisi degli account di posta elettronica dai quali emergono gare d'appalto potenzialmente turbate non sarà però facile perché, come sottolineano i pm (Federico Cafiero De Raho, Gaetano Calogero Paci, Matteo Centini e Giulia Pantano, Nicola Gratteri, Giuseppe Bombardieri, Vincenzo Luberto, Camillo Falvo e Alessandro Prontera) appare chiaro che gli indagati facevano ricorso ad uno strumento di comunicazione «volto ad evitare di essere intercettati, a significare l'oggetto illecito dei loro...

    – di Roberto Galullo

1-10 di 222 risultati