Persone

Nicola Gratteri

Nicola Gratteri è nato il 22 luglio del 1958 a Gerace (RC) ed è un magistrato, ex Procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Reggio Calabria, attualmente Procuratore del Tribunale di Catanzaro.

Dopo aver conseguito la maturità scientifica si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Catania per poi entrare in magistratura.

E' uno dei magistrati più noti della DDA (direzione distrettuale antimafia) in prima linea nella lotta contro la 'Ndrangheta (malavita organizzata calabrese) vive dall'aprile del 1989 sotto scorta.

Il 2009 è stato nominato procuratore aggiunto della Repubblica presso il tribunale di Reggio Calabria.

Durante il Governo Letta è stato designato componente della task force per l'elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata e nel febbraio del 2014 è circolato il suo nome quale candidato alla carica di Ministro della Giustizia ma infine ha prevalso a nomina dell'attuale Ministro Andrea Orlando.

Il 27 febbraio del 2014 è stato nominato dalla presidentessa Rosy Bindi, consigliere della Commissione parlamentare antimafia ed il 1° agosto del 2014 l'attuale premier Matteo Renzi lo ha nominato Presidente della commissione per l'elaborazione di proposte normative in tema di lotta alle mafie.

Nicola Gratteri ha partecipato a diversi programmi televisivi, è stato insignito di numerosi riconoscimenti ed ha scritto numerose opere dedicate al tema della criminalità organizzata, tra queste vanno ricordate, "La Malapianta" (2010), "'Ndrangheta Le radici dell'odio" (2010), "La mafia fa schifo. Lettere di ragazzi da un paese che non si rassegna" (2011), "La giustizia è una cosa seria" (2011), "Dire e non dire. I dieci comandamenti della 'ndrangheta nelle parole degli affiliati" (2012), "Acqua santissima" (2013), "Male lingue" (2014) e "Oro Bianco", (2015).

E' sposato e padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 21 aprile 2016

Ultime notizie su Nicola Gratteri
    • News24

    Mafia, l'asse degli affari siculo-tedeschi alimentato dal narcotraffico

    No che non possono e debbono necessariamente appoggiarsi alla 'ndrangheta che in Germania è sempre più forte e sta comiciando - facendosi beffe del letargo della politica e della pubblica opinione sul fronte antimafia - a penetrare la cosiddetta zona grigia (che in realtà come dice il capo della Procura di Catanzaro Nicola Gratteri è nera), popolata di professionisti anche (soprattutto) nel campo della finanza.

    – di Roberto Galullo

    • Agora

    Il compito di tenere i rapporti con la 'ndrangheta militare è dei «politici servi»: parola del tribunale del Riesame di Reggio Calabria

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da alcuni giorni racconto i contenuti dell'ordinanza emessa il 7 agosto a carico di Paolo Romeo (già condannato con sentenza passato in giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa) dopo il rinvio disposto dalla Cassazione. La sezione del Riesame del tribunale di Reggio Calabria - presidente Tiziana Drago, Erica Passalalpi e il giudice relatore Angela Giunta - ha stabilito che ci sono tutti gli elementi per «affermare l'esistenza dell'autonom...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Giorgio De Stefano, la 'ndrangheta delle "immaginette" e la creazione dei "segreti" tra i mammasantissima

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da alcuni giorni racconto i contenuti dell'ordinanza emessa il 7 agosto a carico di Paolo Romeo (già condannato con sentenza passato in giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa) dopo il rinvio disposto dalla Cassazione. La sezione del Riesame del tribunale di Reggio Calabria - presidente Tiziana Drago, Erica Passalalpi e il giudice relatore Angela Giunta - ha stabilito che ci sono tutti gli elementi per «affermare l'esistenza dell'autonom...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Una massoneria nella massoneria: ecco la culla dei mammasantissima di 'ndrangheta (non ancora svelati) secondo il pentito Virgiglio

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da alcuni giorni racconto i contenuti dell'ordinanza emessa il 7 agosto a carico di Paolo Romeo (già condannato con sentenza passato in giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa e, forse per questo, servito e riverito dai cosiddetti salotti della Reggio bene) dopo il rinvio disposto dalla Cassazione. La sezione del Riesame del tribunale di Reggio Calabria - presidente Tiziana Drago, Erica Passalalpi e il giudice relatore Angela Giunta - ha...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Cupola riservata della 'ndrangheta: anche per il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria è tutta un'altra storia rispetto al passato

    Per i magistrati della sezione del Riesame del tribunale di Reggio Calabria - tutte donne, la presidente Tiziana Drago, Erica Passalalpi e il giudice relatore Angela Giunta - non ci sono dubbi. Per l'avvocato Paolo Romeo «...anche alla luce delle più recenti acquisizioni investigative, deve ritenersi confermato il suo attuale ruolo di componente apicale della direzione strategica della 'ndrangheta, chiamata ad operare ad un livello superiore rispetto alle sue singole articolazioni territoriali e...

    – Roberto Galullo

    • News24

    Il "ghetto" di San Ferdinando, immigrati trasferiti in un nuovo centro

    In una grande cucina (prelevata dal Cara di Isola Capo Rizzuto, su cui è intervenuto il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, con l'operazione "Johnny"), verranno preparati settimanalmente cinque menù diversi in base alle etnie dei presenti (1,50 euro a pasto).

    – di Donata Marrazzo

    • News24

    Le mani su Reggio Calabria: sul piatto lavori per 500 milioni

    Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, l'aveva controvoglia individuata il 15 novembre 2014 in Angela Marcianò, giovane avvocato, ex collaboratrice e persona di stretta fiducia dell'attuale capo della procura di Catanzaro Nicola Gratteri.

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Week end culturale / A Capo Vaticano per Estate a casa Berto

    Tra le presenze attese Paolo Mieli, il magistrato Nicola Gratteri, Fabio Mollo, giovane regista calabrese e certezza del cinema italiano che con Enrico Ghezzi, curano la selezione dei film proiettati in esterno notte.

1-10 di 241 risultati