Aziende

Nestlé

Nestlé Sa o Société des Produits Nestlé Sa è la più grande azienda mondiale nel settore alimentare. Con sede a Vevey, in Svizzera, produce e distribuisce prodotti alimentari, dall'acqua minerale agli omogeneizzati e dai surgelati ai latticini. Nestlé Sa conta su 1.600 dipendenti. Nel 2009 il gruppo si è attestato su un fatturato di 107.6 miliardi di Chf (789,794 miliardi di euro).

Nestlé Sa è stata fondata nel 1866 dal farmacista Henri Nestlé, che ha sviluppato un alimento per i neonati non allattati al seno. Nel 1866 è stata formalmente fondata la Nestlé e nel 1905, l’azienda si è fusa con Anglo-Swiss Condensed Milk Company. Dopo aver acquisito fabbriche negli Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Spagna e in molti Paesi in via di sviluppo, specialmente America latina. Nel 1947 Nestlé Sa si è unita a Maggi. Sono seguite Crosse & Blackwell nel 1950, Findus (1963), Libby's (1971) e Stouffer's (1973). È stata inoltre realizzata una shareholding con L'Oréal (1974. Nel 1977 Nestlé Sa ha continuato a espandersi al di fuori del settore alimentare, acquisendo Alcon Laboratories. Nel 1984 è stato acquisita la statunitense Carnation. Nella prima metà degli anni ‘90, la caduta delle barriere commerciali ha fornito a Nestlé nuovi mercati nei quali espandersi. Negli anni successivi sono avvenute le acquisizioni di: Sanpellegrino (1997), Spillers Petfoods (1998), Ralston Purina (2002), Dreyer's (2002), Chef America (2002) e Gerber (2007).

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Nestlé
    • News24

    Gestione «letargica»: Nestlé nel mirino degli attivisti

    Il gigante elvetico dell'alimentare Nestlé torna nel mirino del fondo attivista americano Third Point. Dopo le critiche già esplicitate nei mesi scorsi, nel fine settimana il fondo dell'uomo d'affari californiano Dan Loeb è ritornato sulla questione ed ha inviato una lettera al Cda di Nestlé

    – di Lino Terlizzi

    • News24

    Alleanza Carrefour-Tesco nella guerra sui prezzi

    Un'alleanza strategica a beneficio dei consumatori: così è stata presentata ieri l'intesa tra le due maggiori catene europee della grande distribuzione (Gdo). La britannica Tesco e la francese Carrefour hanno annunciato un accordo globale per creare un'unica centrale d'acquisto, allo scopo di

    – di Nicol Degli Innocenti e Giovanna Mancini

    • News24

    Nestlé entra nel mirino dell'attivista Usa Third Point

    Nestlé sotto pressione per dare un'accelerata a un percorso di cambiamento, dopo che l'investitore attivista Third Point ha intensificato le sue critiche nei confronti della più grande compagnia alimentare del mondo. L'hedge fund di New York ha inviato una lettera al consiglio di amministrazione di

    • News24

    Svizzera, in Borsa il lusso batte i dazi di Trump. E la matricola Lalique va

    Anche la Borsa svizzera risente delle tensioni legate alla battaglia internazionale sui dazi, ma i gruppi attivi nel lusso vanno controcorrente sui listini elvetici. Spinti dalla ripresa nel settore orologi e gioielli, i titoli Swatch e Richemont restano in territorio positivo. E la resistenza del

    – di Lino Terlizzi

    • News24

    Howard Schultz, da Starbucks a sfidante di Trump alle presidenziali

    Scena prima. Interno giorno. Davanti al mercato del pesce di Seattle, al 1912 di Pike Place, tre ragazzi, amici dai tempi dell'università, fondano il primo negozio Starbucks. E' il 31 marzo 1971. Jerry Baldwin, Zev Siegl, due insegnanti di inglese e l'aspirante scrittore Gordon Bowker, amano la

    – di Riccardo Barlaam

    • News24

    Cioccolatini e pesto: così il made in Italy entra in blockchain

    Il Bacio esce dalla fabbrica della Perugina e non viene perso di vista neanche un secondo, lungo tutto il viaggio che lo porta all'estero, garantendone così la qualità e, soprattutto, assicurando che si tratta effettivamente del vero Bacio e non di un prodotto contraffatto. Intanto nei campi viene

    – di Pierangelo Soldavini

    • News24

    Starbucks aprirà in Cina tremila nuove caffetterie

    Starbucks nei prossimi cinque anni aprirà uno store in Cina ogni 15 ore. Quasi due al giorno. Seicento l'anno. Tremila in totale in cento nuove città. Che si aggiungono alle 3.300 caffetterie che la catena americana ha già aperto in 141 città della seconda economia mondiale con 45mila dipendenti.

    – di Riccardo Barlaam

    • News24

    Starbucks, viaggio nel primo negozio (o quasi) di una bottega da 20 miliardi di dollari

    Seattle - Il marchio che ha appena fatto spendere a Nestlé 7 miliardi di dollari per vendere le sue miscele in giro per il mondo è cresciuto in un negozietto di Seattle, nascosto fra il mercato del pesce e il via vai di turisti che si accalcano fuori dalla sua vetrina. Un caffè come ce ne sono a

    – di Alberto Magnani

    • News24

    CO2, la Ue propone tagli anche per i camion. Le grandi aziende chiedono limiti severi

    Tra una settimana la Commissione europea presenterà la sua proposta per introdurre limiti alle emissioni di CO2 anche per i mezzi pesanti. Poi comincerà l'iter con Parlamento e Consiglio Ue per fissare l'effettivo taglio, ma sarà importante il valore proposto inizialmente dalla Commissione. Così 35

    – di M.Cap.

    • News24

    Accordo Nestlé-Starbucks, le ricadute sul mercato italiano del caffè

    L'alleanza globale tra Nestlé e Starbucks è la prova che il mercato del caffè è vivo. E cresce in tutto il mondo. Anche in Italia, dove l'intera filiera vale oltre 5 miliardi di euro. E il settore è fra i più vivaci del food&beverage. La Fipe, Federazione italiana pubblici esercizi, attende con

    – di Donata Marrazzo

1-10 di 461 risultati