Persone

Nelson Mandela

Nelson Mandela fu un politico e attivista sudafricano deceduto nel 2013, ed è stato presidente del Sudafrica dal 1994 al 1999.

Alla carica di presidente del Sudafrica Mandela è stato eletto nel 1994, sconfiggendo De Klerk. Proprio con De Klerk era stato negli anni precedenti protagonista dello smantellamento del regime dell'apartheid che aveva dominato in Sudafrica per decenni. Per il loro operato Mandela e De Klerk hanno ottenuto nel 1993 il premio Nobel per la pace. Prima di riuscire a ottenere questi importanti successi Mandela ha passato ben 27 anni in prigione con l'accusa di cospirazione. Negli anni precedenti, infatti, Mandela era diventato un importante esponente dell'ANC, organizzazione che lottava per la liberazione dei neri del Sudafrica. In questa veste era particolarmente sgradito al governo, che nel 1963 lo arrestò.

Anche dal carcere Mandela è riuscito a guidare la lotta contro l'apartheid, diventando un simbolo, non solo in Sudafrica, ma in tutto il mondo. Prima di essere arrestato, dal 1961 al 1963 Mandela aveva guidato importanti azioni anche armate contro l'esercito, oltre a essere uno dei leader politici del movimento. Prima di far parte dell'ANC e della lotta armata, Mandela era già impegnato nel sostegno alle popolazioni nere, in particolare fornendo assistenza giuridica gratuita o a basso costo tramite il suo studio legale.

Mandela è considerato un simbolo della libertà, della fermezza di spirito ma anche della riconciliazione. Da presidente è riuscito infatti a riconciliare le diverse anime del Sudafrica che per tanti anni si erano opposte e persino odiate.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Nelson Mandela
    • Agora

    America! Chi era costei?

    Più delle tante altre sorprese geopolitiche dell'ultimo anno, un episodio dimostra con assoluta chiarezza la crisi d'identità della potenza americana. E' accaduto durante la breve escalation al confine fra Israele e Siria: il luogo potenzialmente più pericoloso del mondo insieme all'Ucraina e alla frontiera tra le due Coree. Quando gli israeliani hanno abbattuto un drone siriano e i siriani un caccia bombardiere israeliano, Bibi Netanyahu ha telefonato immediatamente a Vladimir Putin. Per la pr...

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Sudafrica, le sfide dell'eterna promessa

    Sino a qualche giorno fa il Sudafrica, il principale Paese del Continente africano, rischiava una grave spaccatura politica e una pesante retrocessione economica, se il presidente Jacob Zuma, travolto da reiterate accuse di corruzione, non fosse stato costretto alle dimissioni. Un'importante svolta

    – di Valerio Castronovo

    • News24

    Coree unite in nome dello sport, ma quanto durerà?

    Si dice che Winston Churchill, a chi gli chiedesse lumi sulla sua longevità, fosse solito rispondere «non faccio sport, solo whisky e sigari». Vi sono molteplici esempi storici che confermano che lo sport, però, può essere almeno un ottimo strumento di riconciliazione politica: solo per rimanere ai

    – di Antonio Fiori*

    • News24

    Il Sudafrica sceglie Ramaphosa, inizia il dopo-Zuma

    Cyril Ramaphosa è ufficialmente la nuova guida del Sudafrica che si prepara ad archiviare l'era di Jacob Zuma, travolto dagli scandali di corruzione dopo nove anni di regno. Il Parlamento ha confermato la sua successione a capo dello Stato, dopo l'interim assunto a seguito delle dimissioni di Zuma,

    – di Gianluca Di Donfrancesco

    • News24

    Ramaphosa, delfino di Mandela e uomo chiave del nuovo Sudafrica

    «A 80 anni un uomo politico deve fare il nonno». Fu in questo modo che Nelson Mandela, primo presidente del Sudafrica democratico e multirazziale, annunciò il ritiro alla fine del suo mandato. Per l'Africa, dove i leader lasciano il potere solo in punto di morte, naturale o violenta, fu

    – di Ugo Tramballi

    • News24

    Dall'apartheid alla corruzione, la parabola del Sud Africa di Zuma

    «Dimissioni urgenti! Per il bene del paese». E' con queste parole, a metà fra un ordine perentorio e un'invocazione disperata, che forse si chiude la stagione di potere e corruzione di Jacob Zuma: troppo lunga e inaccettabile in qualsiasi paese democratico ma blasfema per la nazione che Nelson

    – di Ugo Tramballi

    • News24

    Resa dei conti in Sudafrica: Zuma ha 48 ore per lasciare la presidenza

    Il presidente del Sudafrica Jacob Zuma ha 48 ore per dimettersi. Se non lo farà il suo partito, l'African national congress, presenterà al più presto in Parlamento una mozione di sfiducia per costringerlo a lasciare. Così ha deciso il vertice dell'Anc dopo che Zuma aveva resistito a ogni tentativo

    – di Luca Veronese

    • News24

    Morto Hugh Masekela, dall'Afro-jazz alla battaglia contro l'apartheid

    C'è stato un tempo in cui il jazz è «tornato a casa», dagli Stati Uniti alla grande madre Africa. Grazie soprattutto a un uomo, Hugh Masekela, partito dal Sudafrica e presto capace di affermarsi a livello internazionale come uno dei più originali interpreti del genere. Se n'è andato oggi, a

    • News24

    #Carceri

    Si dice che non si conosce veramente una nazione finché non si sia stati nelle sue galere. Una nazione dovrebbe essere giudicata da come tratta non i cittadini più prestigiosi ma i cittadini più umili.

    – Gianfranco Ravasi

1-10 di 404 risultati