Persone

Naguib Sawiris

Naguib Onsi Sawiris è un imprenditore egiziano e un magnate delle telecomunicazioni. È Presidente e Amministratore delegato di Orascom Telecom, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Wind Telecomunicazioni Spa e di Mobinil. È uno degli uomini più ricchi dell’Africa ed è figlio di Onsi Sawiris, fondatore del gruppo Orascom.

Naguib Sawiris si è diplomato in Ingegneria meccanica con un master in Amministrazione tecnica all’Institute of Technology in Svizzera e successivamente ha conseguito un secondo diploma alla German Evangelical School del Cairo, in Egitto. Dal 1979, anno del suo ingresso nell'azienda di famiglia, Naguib Sawiris ha contribuito alla crescita di Orascom, potenziando i settori delle infrastrutture, dell’information tecnology e delle comunicazioni e nel 1997 costruendo la holding del gruppo. Nel 2005 ha incrementato il numero dei provider internet e dei satelliti, potenziando la copertura dell’operatore. Nello stesso anno Naguib Sawiris ha fondato la Weather Investment e ha guidato il leveraged buyout della partecipazione di controllo di Wind Telecommunications in Italia, di cui è stato nominato Presidente. Nel 2006 Wind Telecommunications ha emesso il più grande bond Pik mai emesso in Europa, utilizzando gli introiti per chiudere l'acquisto di Wind da Enel, operazione che ha portato la famiglia Sawiris a detenere il 98% del capitale di Weather. Nel 2008 in Corea del Nord, Sawiris ha lanciato il primo operatore mobile Koryolink e l’anno successivo Wind Mobile in Canada.

Naguib Sawiris è sposato e ha 4 figli.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Naguib Sawiris
    • News24

    Sawiris scommette sull'oro metà della sua ricchezza

    La sua passione per l'oro non è una novità. Ma il finanziere egiziano Naguib Sawiris - noto soprattutto per le incursioni nel settore delle telecomunicazioni (compresa la scalata a Wind, dodici anni fa) - adesso ha deciso di scommettere pesante: ha investito sul metallo prezioso metà della sua

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Nord Corea, business as usual ai tempi della bomba

    «I nordcorani mangerebbero erba piuttosto che rinunciare al programma nucleare» sosteneva Vladimir Putin a settembre. A distanza di quattro mesi l'iperbole di un leader che ha solo da insegnare in materia di "regime totalitario ostile all'America" non dovrebbe essere più tale. Dopo oltre dieci anni

    – di Angela Manganaro

    • Agora

    Credere nel Mediterraneo nonostante tutto

    Il Mediterraneo è l'immagine di Aylan inerme sul bagnasciuga di una spiaggia turca. Sono i migranti, involontariamente responsabili della mutazione del consenso elettorale in Europa e causa del successo o della sconfitta dei governi sulla sponda Nord. Il Mediterraneo è l'Isis ed è la nuova contesa - già iniziata - per occupare il vuoto geografico lasciato dai terroristi. Tuttavia, il Mediterraneo sponda Sud nella sua dimensione geopolitica allargata che incomincia nel Maghreb e arriva al Golfo ...

    – Ugo Tramballi

    • News24

    C'è anche l'oro nel mirino di Sawiris

    Non ci sono solo le telecomunicazioni, ma anche l'oro nel mirino di Naguib Sawiris. Il miliardario egiziano - che dodici anni fa aveva scalato Wind e che di recente ha confessato al Sole 24 Ore di avere un rinnovato interesse per Telecom Italia -starebbe anche mettendo in piedi un nuova società

    – di S.Bel.

    • News24

    Maximo Ibarra vola in Olanda: guiderà il colosso Kpn

    «Italians do it better» era lo slogan di una t-shirt in voga negli Anni '80 (e resa celebre da Madonna che la sfoggiò in un concerto a Torino rimasto storico). Se poi questi italiani sono manager delle Telecomunicazioni, piacciono ancora di più.

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Wind e la sfida al «peccato originale» del debito

    Il Peccato Originale è una costosissima mela del Paradiso Terrestre da 10 miliardi di euro. Da dodici anni, Wind (ora diventata Wind Tre) si porta sulle spalle il macigno del debito: 10,7 miliardi che risalgono indietro nel tempo al 2005 quando il magnate egiziano Naguib Sawiris, che si comprò Wind

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Arrestato Vittorio Farina, l'uomo degli elenchi telefonici

    Forse c'è una sorta di karma nel destino di Vittorio Farina. La carta sta scomparendo, sopraffatta dalla società digitale dove tutto è su schermo; e, quasi simbolicamente, per il più grande stampatore italiano che ha fatto fortuna con la stampa su carta, cala il sipario. L'imprenditore arrestato

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Sawiris mette in vendita anche Dada

    Naguib Sawiris mette il cartello «vendesi» su pezzi del suo impero. Sta cercando un compratore per Dada, la web company specializzata in servizi web e domini, che era stata comprata da Rcs negli anni dell'euforia di Internet e della bolla della New Economy.

    – Simone Filippetti

    • Agora

    F2i conquista Infracom: ora vuole unirla alla ex-Eutelia

    F2i sgr rientra nelle Tlc e ora guarda a costituire un vero e proprio polo. Tutto ruota attorno ad Infracom, la controllata italiana nelle Tlc finita ad Abertis, avuta in eredità lo scorso anno tramite l'acquisto delle rete autostradale della Serenissima. Il gruppo finanziario guidato da Renato Ravanelli ha infatti raggiunto un accordo con Serenissima Partecipazioni, società controllata dal gruppo spagnolo Abertis, per l'acquisto del 94,12% del capitale di Infracom Italia per un ammontare di 57,...

    – Carlo Festa

1-10 di 222 risultati