Aziende

Morgan Stanley

Storica banca d’affari americana fondata da Henry S. Morgan e da Harold Stanley a New York nel 1935, Morgan Stanley è attiva nei settori dell’investment management, della gestione di portafogli individuali, del mercato dei capitali e dei servizi di credito. Presente sul mercato finanziario globale con più di 600 uffici distribuiti in 28 paesi (tra i quali Germania, Gran Bretagna, Giappone, Australia, Hong Kong, Svizzera, Italia e Lussemburgo), Morgan Stanley ha in organico oltre 60.000 dipendenti. Da sempre considerata tra gli istituti di credito più affidabili e responsabili per la grande esperienza e competenza maturate nel settore degli investimenti, Morgan Stanley ha svolto la supervisione di alcune tra le più importanti operazioni finanziare avvenute sul mercato americano: tra queste, nel 2004, l’entrata in borsa del colosso di internet Google.

Quotata sul listino di Wall Street, dal 2008 Morgan Stanley è divenuta una holding bancaria con facoltà di raccogliere anche depositi a risparmio, anche se questa trasformazione ha comportato l’assoggettamento della società alla supervisione della Federal Reserve Bank e della Federal Deposit Insurance Corporation, istituti di controllo del mondo finanziario americano. Questa operazione, che ha permesso alla banca d’affari di ottenere liquidità e assicurazione sui depositi, fino al massimo consentito, da parte della Fdic, è stata decisa in seguito allo scoppio della crisi finanziaria del 2007 e dell’insolvenza dei mutui “subprime”, ovvero finanziamenti concessi a clientela con scarso merito di credito, che ha colpito le principali banche commerciali e d’investimento americane ed europee.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Morgan Stanley
    • News24

    Giù Mediaset, Morgan Stanley cauta su pubblicità in Spagna e M&A

    Titoli Mediaset in netta controtendenza sia a Milano sia a Madrid complice un report di Morgan Stanley più pessimista sull'andamento della raccolta pubblicitaria in Spagna: le azioni Mediaset a Piazza Affari cadono di oltre il 3% e lo stesso fanno... Se nel primo semestre, e in particolare nel mese di giugno e luglio, il supporto alla pubblicità è arrivato da un evento come i Mondiali di Calcio, secondo Morgan Stanley la seconda parte dell'anno sarà debole e questo porterà a un calo intorno...

    – di Andrea Fontana

    • News24

    Ferrari rimbalza dopo crollo di ieri su target 2022 «ambiziosi»

    Morgan Stanley e Kepler Cheuvreux e Mediobanca hanno invece raccomandato cautela (giudizi rispettivamente a "Equalweight" e "Hold" e "Neutral"), pur individuando target di prezzo più elevati delle attuali quotazioni, ossia di 120 euro per Morgan Stanley, di 110 euro per Kepler Chevreux e 116 euro pe Mediobanca.

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Big Tech sull'orlo dell'abisso? Wall Street appesa ai conti Apple: i numeri da tener d'occhio

    Un’eventuale doccia fredda di Apple rischia di far deragliare l’intero listino tecnologico statunitense, e non solo: secondo Mike Wilson di Morgan Stanley quella che è alle porte è una correzione generale simile a quella di febbraio, un piccolo terremoto che stavolta non avrà come epicentro la volatilità ma i titoli tecnologici.

    – di Enrico Marro

    • News24

    Analisti, si riaccende il dossier aggregazioni. Più incognite su Ferrari

    I broker sono concordi sul fatto che Mike Manley sia «la persona giusta per guidare la prossima fase» di sviluppo di Fca, scrive Morgan Stanley, e che la sua repentina indicazione, in qualità di numero uno di Jeep e Ram (cioè i due brand che stanno spingendo i conti di Fca e che sono al centro del nuovo piano industriale), vada nel segno della continuità rispetto alla strada indicata da Marchionne: il nuovo ceo ha un track record solido si sottolinea all'unisono ma il dubbio (rileva Ubs) è se...

    – di Flavia Carletti e Andrea Fontana

    • News24

    Fca: analisti divisi sul dopo Marchionne, timori su Ferrari

    I broker sono concordi sul fatto che Mike Manley sia «la persona giusta per guidare la prossima fase» di sviluppo di Fca, scrive Morgan Stanley, e che la sua repentina indicazione, in qualità di numero uno di Jeep e Ram (cioè i due brand che stanno spingendo i conti di Fca e che sono al centro del nuovo piano industriale), vada nel segno della continuità rispetto alla strada indicata da Marchionne: il nuovo ceo ha un track record solido si sottolinea all'unisono ma il dubbio (rileva Ubs) è se...

    – di Flavia Carletti e Andrea Fontana

1-10 di 2807 risultati