Aziende

Molmed

MolMed è una società attiva nel settore delle biotecnologie mediche e della ricerca, sviluppo e validazione clinica di terapie innovative per la cura del cancro.

Dalla nascita nel 1996 come joint venture tra Science Park Raf e Boehringer Mannheim, al 2000 quando MolMed passa da società di servizi ad azienda biofarmaceutica di prodotto, l’azienda cresce e sviluppa un know how unico e tecnologie proprie. A partire dal 2002 la crescita diventa ancora più significativa, prima attraverso l’acquisizione di Genera S.p.A. (società di ricerca dell’Istituto Scientifico San Raffaele), poi, nel 2004, con l’ingresso di 3 importanti investitori come Fininvest, Herule Finance e la Leonardo Finanziaria, che insieme portano ad un aumento di capitale di 20 milioni di Euro. Gli aumenti di capitale proseguono nel 2006 (16 milioni di euro) e nel 2007 (10 milioni di euro). Nel 2008, infine, attraverso un IPO del 25% delle azioni sono stati raccolti altri 56 milioni di euro, che hanno preceduto il debutto in Borsa del titolo MolMed.

A livello internazionale l’azienda si avvale dal 2003 di un’importante collaborazione con un’azienda biotecnologica giapponese, la Takara Bio, quotata sul mercato azionario di Tokio.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Molmed
    • News24

    Borse, promossa la strategia soft di Draghi. Euro sotto quota 1,17 dollari

    Chiusura in rialzo per le Borse europee (segui qui i principali indici), nel giorno della Bce e delle notizie provenienti dalla Catalogna. L'Eurotower a partire da gennaio dimezzerà a 30 miliardi di euro ogni mese gli acquisti di asset, che andranno avanti fino a settembre e, se necessario, anche

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Italia e Milano in pole position per l'Agenzia europea del farmaco

    Il sostegno è forte e coeso. Per collocare in Italia, a Milano, l'agenzia europea del farmaco Ema non c'è il «noi» tipico del tifo calcistico ma una sequenza ragionata di motivi. Le concorrenti Copenaghen, Madrid, Stoccolma, Strasburgo o Vienna hanno motivi validi per accogliere l'agenzia scacciata

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Sprint finale per Piazza Affari con Fca e Banco Bpm. Spread torna a 195

    Risveglio finale per Piazza Affari che grazie al ritorno degli acquisti su alcuni big del listino - come Banco Bpm (+4,1%), Fca (+2,5%) e Telecom Italia(+1,1%) - e alla corsa ai difensivi, a cominciare dalle utility, chiude in positivo una seduta ad alta volatilità perchè caratterizzata dalla

    – di Chiara Di Cristofaro e Andrea Fontana

    • News24

    Borsa, super-Mps traina Milano (+2,1%) nel giorno del cda. Wall Street a nuovi massimi

    Ancora una giornata da protagonisti per i titoli del settore bancario che hanno spinto al rialzo Piazza Affari e le altre principali Borse europee. Dopo un avvio incerto anche Wall Street ha girato in positivo aggiornando nuovi record (con il Dow Jones in chiusura +1,55% a 19.548,27 punti e lo

    – di C. Di Cristofaro e Guido Maurino

    • Agora

    Milan ai cinesi, ricca cedola per la famiglia Berlusconi con i 520 milioni dell'incasso

    Fininvest è pronta a programmare lo stacco di un generoso dividendo per la famiglia Berlusconi con quanto entrerà nella casse di via Paleocapa grazie alla cessione del Milan. Per la holding, alla quale fa capo la galassia di partecipazioni riconducibili alla famiglia Berlusconi, tra le quali Mediobanca (2%), Banca Mediolanum (30%), Milan (100%), Mondadori (50%), Mediaset (34,7%), la biotech MolMed (25,4%) e il 100% del Teatro Manzoni, tra novembre e dicembre dovrebbe essere un periodo generoso: ...

    – Carlo Festa

    • News24

    Piazza Affari brilla grazie alle banche: +2,5%. Nuovi record storici a Wall Street

    Ancora effetto banche su Piazza Affari, maglia rosa d'Europa per la seconda seduta consecutiva. Ma se ieri gli altri listini continentali avevano chiuso in rosso, penalizzati dal calo del prezzo del petrolio, oggi il rimbalzo coinvolge tutte le Borse principali (qui l'andamento degli indici). A

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Europa debole con il greggio, Milano chiude a +0,36% grazie alle banche

    Grazie al riscatto dei titoli bancari, Milano ha archiviato da prima della classe la seduta inaugurale della settimana dei mercati azionari caratterizzata in Europa dai realizzi sul barile di petrolio e dagli acquisti sul comparto chimico e farmaceutico indotti da grandi operazioni di aggregazione

    – di Paolo Paronetto e Andrea Fontana

1-10 di 56 risultati