Persone

Milena Gabanelli

Milena Gabanelli è una giornalista italiana. Lavora come freelance e in particolare conduce il programma televisivo Report, trasmesso su Rai3. Ha introdotto in Italia il videogiornalismo.

Milena Gabanelli si è laureata all’università Dams di Bologna e ha cominciato a collaborare con le reti Rai nel 1982, lavorando prima in programmi di attualità, per poi passare al reportage con la testata Speciali Mixer. Nel 1990 è stata l'unica giornalista italiana a mettere piede sull'isola dove vivono i discendenti degli ammutinati del Bounty e ha lavorato come inviata di guerra in: Ex Jugoslavia, Cambogia, Vietnam, Birmania, Sudafrica, Territori Occupati, Nagorno Kharabah, Mozambico, Somalia e in Cecenia. Nel 1991 ha introdotto in Italia il videogiornalismo: abbandonata la troupe, ha iniziato a lavorare da sola con la sua videocamera, tecnica che ha teorizzato e successivamente insegnato nelle scuole di giornalismo. Nel 1994 è passata al programma Professione Reporter e dal 1997 conduce Report, in onda su Rai3.

Milena Gabanelli è sposata e ha una figlia. Ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui: Premiolino, Premio Ilaria Alpi, Premio Inu e Premio Bravo Presentatore.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Milena Gabanelli
    • News24

    Le news Rai cercano il rilancio sul digitale

    L'Informazione digitale con Rai24, l'informazione per tutte le testate Rai con Newsroom Italia e la differenziazione delle attuali testate "generaliste". Sono questi i tre obiettivi del Piano editoriale per l'informazione Rai, presentato il 4 maggio dal Dg Rai, Antonio Campo Dall'Orto, al cda, ma

    – Marco Mele

    • News24

    Campo Dall'Orto: «La Rai torna centrale nel sistema tv»

    Alle spalle c'è «un anno positivo su tutti i fronti: ascolti, bilancio, posizionamento dei canali». Ma davanti le incognite non mancano: «Se passa l'estensione del tetto agli stipendi degli artisti e non si risolve il discorso legato all'inclusione della Rai nella lista delle Pubbliche

    – di Andrea Biondi e Marco Mele

    • News24

    «Con il tetto muore la libera impresa Rai»

    Alle spalle c'è «un anno positivo su tutti i fronti: ascolti, bilancio, posizionamento dei canali». Ma davanti le incognite non mancano: «Se passa l'estensione del tetto agli stipendi degli artisti e non si risolve il discorso legato all'inclusione della Rai nella lista delle Pubbliche

    – Marco Mele

    • News24

    I giornalisti di Report potrebbero essere ascoltati dai pm di Milano

    Gli inquirenti milanesi, titolari dell'inchiesta con al centro una presunta maxi tangente da 1 miliardo e 92 milioni di dollari che sarebbe stata versata daEni e Shell a politici nigeriani, sarebbero intenzionati, da quanto scrive l'Ansa, ad ascoltare i due inviati di Report, Luca Chianca e Paolo

    • News24

    Agcom e Rai: fissare il canone per 5 anni

    Per la Rai l'importanza della concessione rinnovata sta nel fatto che le riconferma in esclusiva la titolarità del servizio pubblico per i prossimi dieci anni. E' stata esclusa qualsiasi forma di gara tra diversi soggetti per svolgere i compiti di pubblico servizio. Manca, invece, la determinazione

    – Marco Mele

    • News24

    Le frasi avventate e le certezze che servono

    Quando all'estero dicono che in Italia la Piazza conta più del Parlamento o del diritto, non è per fare complimenti. Il suo utilizzo come presidio democratico, spazio elettorale o di ricerca del consenso è più che legittimo e merita sempre tutela. Al contrario, è l'uso distorto che dà fastidio: in

    – Alessandro Plateroti

    • News24

    Rimanere in Italia

    Diamo i numeri: «Due economisti di Harvard sostengono che se il debito supera il 90% del Pil la crescita di un Paese è compromessa per almeno 25 anni. Figuriamoci l'Italia che ha un debito superiore al 130% del Pil!». A parlare è Gianni Dragoni, inviato del Sole 24 Ore e tra gli autorevoli

    – di Camilla Tagliabue

    • News24

    Expo, la giornata delle Idee. Renzi: 2015 anno felix, torniamo a correre

    «Se l'Italia è quello che deve essere non ce ne è per nessuno, se fa il suo mestiere nel mondo ce la giochiamo con tutti». Così Matteo Renzi al termine della sessione plenaria dell'Expo delle idee a Milano, manifestazione organizzata nell'Hangar Bicocca a Milano in vista della presentazione, il 28

    – Giovanna Mancini

    • News24

    Quirinarie M5s, tempi dimezzati e votanti raddoppiati rispetto al 2013

    Ricordate le prime Quirinarie del M5s? Era il 15 aprile del aprile 2013. Ci furono 10 ore per votare (dalle 11 alle 21) e parteciparono alla consultazione on line per la scelta del candidato presidente della Repubblica pentastellato 28.518 iscritti certificati su 48.292 aventi diritto. Non

    – Andrea Gagliardi

    • News24

    Ecco i 9 candidati di M5S: ci sono anche Prodi e Bersani

    Il M5s è entrato nella partita del Colle. Lo ha fatto con un'assemblea plenaria di deputati e senatori che ha discusso nomi e profili del candidato presidente della Repubblica a Cinque stelle. Dall'assemblea è stata selezionata, dopo votazione, una rosa di 9 nomi che, con l'aggiunta di Romano Prodi

1-10 di 114 risultati