Persone

Mike Pence

Mike Pence (di origini irlandesi è nato a Columbus nell'Indiana il 7 giugno del 1959) è un politico americano repubblicano membro della Camera dei rappresentanti dal 2001 al 2013. Nel 2012 è stato eletto 50° governatore dell'Indiana. L'8 novembre del 2016 è stato scelto dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump come suo vice.

Avvocato, è laureato in legge all'Università dell'Indiana Robert H. McKinney School of Law, a partire dal 1988 ha tentato più volte di proporsi come candidato rappresentante del partito repubblicano alla Camera, ma è stato sconfitto dal democratico in carica Philip Sharp. Dal 2000 e per quattro mandati ha poi conquistato un posto al Congresso. Prima di dedicarsi esclusivamente alla politica lavorava in uno studio legale e negli anni Novanta è stato anche conduttore prima alla radio e poi anche alla tv locale del programma "The Mike Pence Show".

Pence si è definito come "un cristiano, un conservatore e un repubblicano in quest'ordine" è un moderato nei toni, ma in passato ha espresso dure critiche sui diritti della comunità LGBT, sugli abortisti, ed è stato anche tra i primi repubblicani aderire al movimento ultra-conservatore dei Tea Party. Il vicepresidente può contare su molti contatti a Washington è a favore di tutti i trattati di liberi commercio e la liberalizzazione degli scambi con la Cina ed il Tpp. E' stato uno dei pochi repubblicani che ha appoggiato l'Obamacare.

Mike Pence è sposato e ha tre figli.

Ultimo aggiornamento 15 novembre 2016

Ultime notizie su Mike Pence
    • News24

    Trump rilancia la corsa allo spazio: torniamo sulla Luna, poi Marte

    A 45 anni esatti dall'ultima missione umana sulla Luna, quella americana dell'Apollo 17, Donald Trump rilancia la corsa allo spazio per far tornare gli Stati Uniti sul satellite della terra e poi su Marte. Una sfida alla Russia, alla Cina e anche all'Unione europea, non senza possibilità di

    • News24

    Gerusalemme capitale, la Lega Araba si rivolge all'Onu

    Nel martoriato Medio Oriente si chiude - forse solo temporaneamente - una gravissima crisi, e se ne apre subito un'altra, potenzialmente altrettanto grave. Nel giorno in cui il premier iracheno Haydar al-Abadi ha annunciato la fine della guerra contro l'Isis, un conflitto durato in Iraq quasi

    – di Roberto Bongiorni

    • News24

    Scontri in Cisgiordania e a Gaza: 4 morti e centinaia di feriti

    Escalation di violenza in tutti i Territori dopo che il presidente Trump ha proclamato Gerusalemme capitale d'Israele. A Gaza una nottata di guerra sotto le bombe, Hamas lancia razzi, l'esercito di Israele risponde con l'aviazione. E' di 4 morti e 750 feriti il bilancio degli scontri a Gaza e in

    • News24

    Gerusalemme: strappo all'Onu. Italia e 4 Paesi Ue contro Trump

    Con la crisi di «Gerusalemme capitale d'Israele» sale a quattro il numero dei morti palestinesi: due uccisi nei violenti scontri con l'esercito israeliano vicino la barriera difensiva tra Israele e Gaza, due nel raid dell'aviazione dello Sato ebraico dopo i missili lanciati dall'enclave palestinese

    – di Roberto Bongiorni

    • Agora

    La Gerusalemme liberata

    Da Richard Nixon in poi, cinque presidenti avevano ufficialmente visitato Gerusalemme prima di lui e incontrato primi ministri, senza però riconoscere la città come capitale di Israele. Quella che Donald Trump ha definito "ipocrisia", ordinando il trasloco dell'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, si chiama invece diplomazia. Lo sa anche lui ma ignorarlo temo sia il fulcro ideologico della sua opera distruttrice. Sin dagli albori della presidenza - ricorderanno un giorno i memorialis...

    – Ugo Tramballi

    • News24

    Trump: «Gerusalemme è la capitale di Israele. Ora la pace»

    New York - Donald Trump ha annunciato la sua grande "svolta" su uno dei più intrattabili drammi della politica internazionale. Ha strappato 70 anni di tradizione diplomatica americana e riconosciuto Gerusalemme quale capitale dello Stato d'Israele, avviando il trasloco nella città contesa

    – di Marco Valsania

    • News24

    Usa, la mina di Gerusalemme

    Forse anche Jared Kushner, genero e consigliere del presidente Donald Trump, ha compreso che l'intenzione del presidente americano - riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele - rischia di creare una situazione esplosiva, ben peggiore di quella a cui voleva trovare una soluzione. Ecco perchè

    – Roberto Bongiorni

    • News24

    Dopo Flynn, la Casa Bianca è sotto assedio

    «Any and all matters». E' in questa frase sibillina, fra le righe dell'ammissione di colpa e promessa di cooperazione con le indagini di Michael Flynn, che è contenuta la nuova mina vagante del Russiagate per Donald Trump. Letteralmente: collaborazione «su tutto e qualunque questione». Abbastanza

    – di Marco Valsania

    • News24

    Russiagate, le tappe dell'inchiesta che fa tremare Trump

    Il Russiagate affonda la sue radici nell'ultima campagna elettorale americana, quando l'Fbi nel massimo della riservatezza aprì (parallelamente all'inchiesta sulle mail di Hillary Clinton) un'indagine sulle possibili interferenze di Mosca, volte a influenzare il voto delle presidenziali e a

1-10 di 120 risultati