Ultime notizie:

Michele Greco

    • News24

    Piersanti Mattarella, ecco chi era il fratello del capo dello Stato ucciso dalla mafia

    Fu lui a tirarlo fuori da quella macchina. Lui a sorreggergli la testa. Lui poi ad annunciare che non c'era più nulla da fare. La vita del futuro capo dello Stato sterzò proprio quel 6 gennaio 1980, quando toccò a lui, a Sergio Mattarella, abbracciare il corpo morente del fratello Piersanti, come

    – di Raffaella Calandra

    • News24

    Mattarella ricorda La Torre e Di Salvo: «Impegno comune contro la mafia»

    Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha voluto ricordare le figurE di Pio La Torre e Rosario Di Salvo, uccisi dalla mafia il 30 aprile 1982 a Palermo. In un messaggio inviato a Vito Lo Monaco, presidente del Centro di studi e iniziative culturali "Pio La Torre", ha sottolineato come sia importante

    – di Nicoletta Cottone

    • News24

    Grasso: «La Torre resta guida su legalità e libertà»

    «Pio La Torre continua a costituire una guida per le donne e gli uomini delle istituzioni e per tutti i cittadini che hanno a cuore la giustizia, la pace, la libertà e i diritti delle persone». Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso concludendo a Montecitorio, alla presenza del Capo

    • Agora

    Rapimento di Aldo Moro/3 'Ndrangheta, Frank Coppola e politica: tutti interessati a far morire lo statista Dc pur di salvare i propri traffici

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da martedì scrivo della relazione (pressoché conclusiva) della Commissione di inchiesta parlamentare sul rapimento e la morte di Aldo Moro. Nella seduta del 20 dicembre 2016 - come sempre presieduta dal Pd Giuseppe Fioroni- è stato presentato un ricco elaborato che - tra le tante cose - tocca anche il nervo scoperto del ruolo della criminalità organizzata nelle fasi (quante? quali?) di quei drammatici giorni che segnarono per sempre la storia della dem...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Rapimento di Aldo Moro/2 Il ruolo di Nirta, massone, estrema destra, legato alla cosca De Stefano, servizi segreti e Stato: serve altro?

    Amati lettori di questo umile e umido blog, da ieri scrivo della relazione (pressoché conclusiva) della Commissione di inchiesta parlamentare sul rapimento e la morte di Aldo Moro. Nella seduta del 20 dicembre 2016 - come sempre presieduta dal Pd Giuseppe Fioroni- è stato presentato un ricco elaborato che - tra le tante cose - tocca anche il nervo scoperto del ruolo della criminalità organizzata nelle fasi (quante? quali?) di quei drammatici giorni che segnarono per sempre la storia della democr...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Rapimento di Aldo Moro/1 Traffico di armi sull'asse Roma-Reggio Calabria-Beirut: anomalie, divergenze, doppi verbali e mancati riscontri

    La Commissione di inchiesta parlamentare sul rapimento e la morte di Aldo Moro si avvia alla conclusione dei lavori, presentando una serie di riflessioni, novità, interpretazioni ed ipotesi che vanno ad arricchire un quadro che - inevitabilmente - a quasi 40 anni dalla strage di Via Fani e dal ritrovamento del cadavere del politico in via Caetani, appare nebuloso. Nella seduta del 20 dicembre 2016  - come sempre presieduta dal Pd Giuseppe Fioroni, che ha condotto con molta sapienza e profession...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Sul rapimento di Aldo Moro indaga la Procura di Reggio Calabria: notizia svelata, trappole, rischi e misteri

    Le cose cambiano. Cambiano anche le strategie dello Stato con le quali comunicare a suocera perché nuora intenda. Non ci credete? Beh, allora facciamo il caso del sequestro e dell'uccisione dell'onorevole Aldo Moro. Ora sappiamo ufficialmente che a indagare non sono solo la Procura di Roma e la Procura generale di Roma - e chi altre verrebbe da pensare? - ma anche e, dico io, con un ruolo vitale (che rischia di diventare mortale) quella di Reggio Calabria. Come lo so? Semplice: basta leggere ...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Perché mai come ora la vita del pm Nino Di Matteo è a rischio: Palermo mai così pericolosa. L'opzione rientro in Dda

    Abituati - come siamo - a guardare al dito che la indica e non alla luna che sovrasta, non può e non deve apparire strano in questa Italia sbrindellata che la vicenda del Pm Nino Di Matteo segua la stessa sorte. Con una decisione assolutamente logica e coerente al suo profilo - vale a dire non accettare il trasferimento nella Dnaa romana solo perché in pericolo di vita e demolire i sospetti di una fuga dalle responsabilità giudiziarie del processo sulla trattativa - Di Matteo ha inevitabilmente...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Rapimento di Aldo Moro/ Quel filone di indagine sui collegamenti delle Br con la 'ndrangheta mai approfonditi

    Cari lettori di questo umile e umido blog, negli anni ho approfondito con diversi servizi la pista secondo la quale la criminalità organizzata avrebbe avuto un ruolo determinante nel sequestro e nelle successive fasi del sequestro del leader della Dc Aldo Moro. Da martedì sto analizzando alcuni spunti di grandissimo interesse dell'audizione svolta il 5 e il 12 ottobre nella Commissione parlamentare d'inchiesta presieduta da Giuseppe Fioroni (Pd), di Antonio Federico Cornacchia, oggi generale in...

    – Roberto Galullo

    • Agora

    Rapimento di Aldo Moro/ 'Ndrangheta coinvolta nella ricerca ma qualcuno dimenticò di ritirare l'ordine - Il clan De Stefano e le armi

    Cari lettori di questo umile e umido blog, negli anni ho approfondito con diversi servizi la pista secondo la quale la criminalità organizzata avrebbe avuto un ruolo determinante nel sequestro e nelle successive fasi del sequestro del leader della Dc Aldo Moro. Nel lungo ma necessario servizio di ieri - al quale inevitabilmente rimando - abbiamo visto affacciarsi sulla scena il profilo dell'imprenditore Luigi Guardigli amministratore della società Racoin (Rappresentanze commerciali industriali)...

    – Roberto Galullo

1-10 di 38 risultati