Persone

Michele Ainis

Professore universitario, ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico all’università di Teramo, ateneo nel quale è stato prorettore vicario (nel 2001) e preside della facoltà di Giurisprudenza (dal 2001 al 2005), Michele Ainis è anche un saggista che ha pubblicato centinaia di opere sui vari temi del diritto costituzionale, tra i quali “Vita e morte di una Costituzione” (del 2006). Michele Ainis è poi membro del comitato di direzione di varie riviste giuridiche, mentre fin dal 1998 ha collaborato come editorialista alle prime pagine di diversi quotidiani nazionali, tra i quali il Corriere della Sera (nel 1997), Italia Oggi (dal 1998 al 2000), Il Sole 24 Ore (nel 2009) e La Stampa (dal 1998 in poi). Nel 2003 Michele Ainis è eletto nel direttivo dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti ed ha poi coordinato la Scuola di Scienza e Tecnica della Legislazione “Mario D’Antonio” costituita presso l’Isle. Michele Ainis ha infine fatto parte di varie commissioni ministeriali di progettazione e di studio, mentre tra i suoi libri più recenti ci sono “Le libertà negate” (2004) e “La cura” (2009).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Michele Ainis
    • News24

    Boeri: «Più trasparenza sui vitalizi degli ex parlamentari»

    «Che il sistema dei vitalizi dei parlamentari fosse insostenibile era chiaro fin dall'inizio. Il loro costo si aggira sui 200 milioni l'anno, che non sono pochi. Servirebbero due gesti. Primo, la massima trasparenza per ricostruire i contributi versati dai parlamentari. Secondo, un segnale di

    – di Andrea Marini

    • News24

    Se tramonta l'«onorevole» per blandire l'antipolitica

    Di recente su la Repubblica Michele Ainis ha ricordato che da oltre vent'anni il nostro Parlamento si sta strappando le penne a una a una. Un istinto suicida giustificato dal timore che sempre più incute un'insofferente opinione pubblica che ai nostri beneamati legislatori non ne risparmia una.

    – di Paolo Armaroli

    • News24

    Ainis e Sgarbi, il Paese bello come dovrebbe

    Secondo il costituzionalista e scrittore Michele Ainis «la Carta costituzionale italiana è una sorgente di bellezza, oltre che la prima fonte del diritto. C'è infatti una dimensione estetica, che vibra in quegli articoli di legge; c'è un'idea del bello che a propria volta è figlia della nostra

    – Armando Massarenti

    • News24

    Premio Estense a Jas Gawronski

    Una volta chiese a Fidel Castro perché mai indossasse sempre l'uniforme da guerrigliero. Il Líder máximo ribatté: «Ma lei, al Papa, glielo ha chiesto perché porta sempre quel vestito bianco?». Sono passati trent'anni da quello scambio di battute: oggi l'intervistato veste solo in tuta e parla al

    – di Camilla Tagliabue

    • News24

    Democrazia e autocrazia

    C'è una critica persistente alle riforme elettorali e istituzionali promosse dal governo Renzi e dalla sua maggioranza. Quella di favorire un'involuzione autocratica della democrazia repubblicana.

    – Sergio Fabbrini

1-10 di 144 risultati