Ultime notizie:

Michelangelo Baracchi Bonvicini

    • NovaOther

    Voglio una vita vissuta onlife

    Nel 2030 quasi cinque miliardi di persone saranno online. Più della metà della popolazione mondiale. Il 300% in più rispetto agli albori del web degli anni 90, secondo i dati dell'Euromonitor International. Con quasi 4 miliardi di persone connesse siamo entrati nella "onlife era" in cui i contorni tra la nostra immagine pubblica online e offline sono sempre più sfumati. Per molti di noi, e in particolare per le ultime generazioni, l'onlife è ormai diventata quotidianità, ma a livello planetario ...

    – Michelangelo Baracchi Bonvicini

    • NovaOther

    La rete è partecipazione

    "Riconoscere una fake news, o semplicemente sapere che esistono cose come le fake news, è una parte importante del pensiero critico indispensabile per uno studente" ha osservato alcuni giorni fa il direttore per l'educazione dell'Ocse, Andreas Schleicher.  Lo statistico tedesco, che è anche advisor del segretario generale Angel Gurria, ha anche annunciato che dal 2018  le capacità di analisi critica sull'informazione digitale e dei social media entreranno a far parte del Pisa, il test di valutaz...

    – Michelangelo Baracchi Bonvicini

    • NovaOther

    Un ponte tra cittadini, ricercatori e policymaker

    REIsearch lancia la sua seconda campagna pubblica per coinvolgere cittadini e media di otto diversi paesi europei. Dopo il successo della prima edizione che ha coinvolto 60mila europei sulle politche per la lotta alle malattie croniche, quest'anno il lavoro di REIsearch si concentra su un tema sempre più centrale: il futuro di Internet e che cosa ci aspettiamo dal suo sviluppo nei prossimi dieci anni. Il network di REIsearch è stato concepito come un ponte tra cittadini, ricercatori e decisori p...

    – nova24

    • NovaOther

    L'internet dei desideri

    I figli più brillanti sono una sfida per i genitori e il web non fa eccezione. Se l'Europa ha appena festeggiato i 60 anni, il web inventato da Tim Berners Lee nei laboratori del Cern di Ginevra è poco più di un giovane neolaureato di 26. Eppure la rete sta già rivoluzionando non solo le comunicazioni, ma tutta l'economia. Possiamo chiamarla sharing economy, gig-economy o - se abbiamo i capelli bianchi - new economy, ma quello che sta cambiando la nostra vita, il nostro lavoro e il nostro modo d...

    – Michelangelo Baracchi Bonvicini