Persone

Michel Platini

Michel François Platini è nato il 21 giugno del 1955 a Jœuf (Francia) ed è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore, è stato Presidente dell'UEFA dal 2007 al 21 dicembre del 2015.

E' alto 177 cm e pesa 73 Kg.

Particolarmente noto al pubblico dei calciofili degli anni 80 per i suoi successi prima nel Nancy (società calcistica francese) poi nella Juventus, si è ritirato dall'attività calcistica nel 1987 all'età di 32 anni.

Da calciatore ha conquistato tra l'altro un campionato francese, due campionati italiani e tutte le competizioni confederali all'epoca vigenti tranne la Coppa UEFA.

Vanta il primato di essere l'unico calciatore della storia ad aver vinto consecutivamente tre Palloni d'oro, premio conferito dalla rivista francese France Football fino al 2009, inoltre è ritenuto uno dei migliori dieci calciatori del XX secolo, nonché il più rappresentativo calciatore francese del Novecento, davanti a Zinédine Zidane e Raymond Kopa.

Appassionato di calcio fin dall'infanzia ed ammiratore del fuoriclasse Pelè, Platini esordisce ad 11 anni nella squadra del Jovicienne (giovanile del Joeuf) di cui il padre è allenatore, segnando, proprio nel giorno di esordio, 1º settembre 1966, due gol all'Homécourt.

Stipula il primo contratto da professionista con la squadra riserve del Nancy dove viene ingaggiato per 6.000 franchi al mese, (circa 1,2 milioni di lire).

Successivamente passa al Saint-Étienne, dove totalizza 145 partite, mette a segno 82 gol, vincendo un titolo francese nel 1981, il decimo e, finora, ultimo del club sportivo.

Nel 1982 Platini viene acquistato, per espressa volontà dell'avvocato Gianni Agnelli e per la somma di 250 milioni di lire, dalla Juventus, con la quale stipula un contratto biennale di 400 milioni all'anno.

Con la Juventus vince:

— 1 Coppa Italia (1982-1983);

— 2 Campionati italiani (1983-1984 e 1985-1986);

— 1 Coppa delle Coppe (1983-1984);

— 1 Supercoppa UEFA (1984);

— 1 Coppa dei Campioni (1984-1985);

— 1 Coppa Intercontinentale (1985).

Ritiratosi dalla carriera calcistica, tra il 1º novembre 1988 ed il 17 giugno 1992, ricopre il ruolo di commissario tecnico della Nazionale francese, senza ottenere però, in termini di competizioni vinte, grandi risultati.

Nel 1992 viene nominato co-presidente (insieme a Fernand Sastre) del Comité français d'organisation, il comitato organizzatore del Campionato mondiale di calcio 1998.

Tra il 2001 ed il 2008 assume la vicepresidenza della Federcalcio francese ed a partire dal 2002 assume la medesima carica nell'Esecutivo della FIFA.

Il 26 gennaio del 2007 viene eletto Presidente della UEFA, carica che gli viene rinnovata il 22 marzo del 2011 e da ultimo il 24 marzo 2015.

In qualità di dirigente internazionale calcistico, Platini ha ritenuto che anche le squadre campionesse nazionali dei paesi minori avessero il diritto di giocare, o tentare di giocare, la fase a gironi autunnale.

Platini ha inoltre favorito un processo di riequilibrio economico del calcio europeo, promuovendo, laddove necessario, un'azione di sostegno economico a favore dei bilanci delle squadre impegnate nelle competizioni organizzate dalla UEFA.

E' stato insignito in Francia delle seguenti onorificienze:

— Cavaliere della Legion d'Onore (29 aprile 1985);

— Ufficiale della Legion d'Onore (1988).

Il 21 dicembre del 2015 il Comitato Etico lo ha squalificato, con efficacia immediata (insieme al Presidente Joseph Blatter) per otto anni da tutte le attività legate al calcio (amministrativa, sportiva o qualsiasi altro) sia a livello nazionale che internazionale, comminandogli una sanzione di 50.000 franchi svizzeri.

Platini è sposato con Christelle Bigoni dal 27 dicembre del 1977, dalla loro unione sono nati due figli: Laurent (avvocato della Qatar Sports Investment ) e Marine (attrice).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Michel Platini
    • News24

    Roberto Baggio, cinquant'anni da uomo libero

    Il vero limite di Roberto Baggio è stato quello di essere nato in Italia: fosse stato brasiliano, o argentino, nessuno avrebbe mai osato dire di lui che era un «coniglio bagnato» (l'avvocato Agnelli) oppure un «nove e mezzo» (Michel Platini).

    – di Mattia Losi

    • News24

    Nico, Michel, Novella: quando il campione dice stop

    E che dire, ad esempio di Michel Platini, che appese gli scarpini al chiodo ad appena 32 anni, dopo aver vinto tutto con la sua Juventus e (quasi) tutto alla guida della Francia (con cui conquistò Euro'84 e sfiorò il Mondiale)?

    – di Dario Ricci

    • News24

    Vincono la solita Juve e un'insolita Inter. Il Napoli pareggia a Genova

    La solita Juventus e un'insolita Inter: il senso della quinta giornata di Serie A si può riassumere con questo concetto. La solita Juve perché occorre serenamente ammettere che, in Italia, per i bianconeri ci sono almeno otto partite su dieci classificabili alla voce "allenamento". Troppo il

    – di Mattia Losi

    • News24

    Uefa, Aleksander Ceferin è il nuovo presidente

    E' Aleksander Ceferin il nuovo presidente Uefa. Il 49enne dirigente sloveno, sostenuto anche dalla Federcalcio italiana, è stato eletto con 42 voti su 55 nel corso del Congresso Uefa di Atene: battuto, come da pronostico, lo sfidante olandese Van Praag. Ceferin succede a Michel Platini, dimessosi

    – a cura di Datasport

    • News24

    "Bianconeri, Juventus Story - Il film": la Signora è al cinema

    Un legame unico. Quello tra la famiglia Agnelli e la Juventus che non esiste in nessun'altra parte del mondo e in nessun altro sport. Ecco perché farne un film "Bianconeri, Juventus Story - Il film" che i fratelli Marco e Mauro La Villa hanno realizzato partendo anche da una buona dose di

    – a cura di Datasport

    • News24

    Lo sloveno Aleksander Ceferin è il nuovo presidente Uefa

    La Uefa ha da oggi un nuovo presidente. Si tratta dell'avvocato sloveno 48enne Aleksander Ceferin, che è stato eletto con 42 voti contro i 13 andati allo sfidante olandese Van Praag. Si chiude così la lunga parentesi - durata nove anni - di Michel Platini, squalificato per quattro anni dal

    • Agora

    Euro 2016: i ricavi del torneo a 1,9 miliardi (+34%), alla squadra vincitrice anche un assegno di 24 milioni

    Domani con la finale a Parigi tra i padroni di casa e il Portogallo si concluderà il torneo che decreterà la Nazionale Campione d'Europa. Intanto, Euro 2016 ha già fatto registrare alcuni record nonostante una travagliata gestione dell'ordine pubblico, specie nelle settimane iniziali. La Uefa, che pure vive uno dei momenti più complicati della sua storia a livello istituzionale dopo la tumultuosa uscita di scena del presidente Michel Platini, ha centrato i suoi obiettivi economici, incassando ...

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Si risveglia Ronaldo, il Portogallo batte il Galles ed è in finale

    Scocca l'ora dell'altra semifinale, per noi italiani, rispetto a quella contro la Francia che abbiamo a lungo accarezzato e che invece vedrà impegnata la Germania. In campo Portogallo e Galles, figlie della parte indiscutibilmente più agevole del tabellone, compilato con criteri perlomeno

    – Mattia Losi

    • News24

    L'ultimo saluto di Fabriano al suo patron Vittorio Merloni

    Alle pareti della Locanda da Ivo, storica trattoria e la più frequentata di Fabriano, in pieno centro, sono appese decine di fotografie di vip e artisti. La cornice più grande, però, raffigura Vittorio Merloni, e il fratello Francesco, che esultano sventolando la maglia della Juventus (erano gli

    – Simone Filippetti

1-10 di 347 risultati