Ultime notizie:

Michael Haneke

    • News24

    Italiani esclusi dal concorso per la Palma d'oro

    In corsa per la Palma d'oro ci saranno film attesissimi come «The Beguiled» dell'americana Sofia Coppola, «Happy End» dell'austriaco Michael Haneke, «L'amant double» del francese François Ozon, «You Were Never Really Here» della scozzese Lynne Ramsay con Joaquin Phoenix, «The Killing of a Sacred Deer» del greco Yorgos Lanthimos, «Wonderstruck» dell'americano Todd Haynes e «Okja» del sudcoreano Bong Joon-ho.

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Da «Silence» al nuovo «Blade Runner»: i 10 film più attesi del 2017

    Happy End di Michael Haneke (maggio) - Quando si muove, Michael Haneke fa sempre notizia: il regista che ha già vinto due volte la Palma d'oro a Cannes, è papabile per entrare in concorso anche al prossimo Festival francese con «Happy End».

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Sondaggi confutati

    Alla fine del 2015 si è ammalato Vittorio Girotto, un amico, lo psicologo con cui più ho lavorato negli ultimi trent'anni. Poco prima di morire, mi disse: «Forse, per molte persone, ci sono cose peggiori della morte, quando questa sta per arrivare. L'assenza di controllo del corpo, bloccato su un

    – di Paolo Legrenzi

    • News24

    Da Emma Stone a Felicity Jones, ecco le attrici su cui puntare

    Belle e brave: quali saranno le attrici più osannate della prossima stagione cinematografica?Per stilare un elenco si può partire da Emma Stone, pronta a calcare il tappeto rosso durante la serata d'apertura della Mostra di Venezia per «La La Land», film di Damien Chazelle che la vedrà recitare

    – di Andrea Chimento

    • Agora

    Tu chiamala se vuoi (ancora) giovinezza

    "Youth" (La giovinezza), di Paolo Sorrentino, uscirà nelle sale il 20 maggio. Nel nuovo  film  del regista premio Oscar  che è in concorso a Cannes i protagonisti sono Fred e Mick, due vecchi amici alla soglia degli ottant'anni che trascorrono insieme una vacanza primaverile in un elegante albergo ai piedi delle Alpi. Fred-interpretato da Michael Caine, 82 anni- e' un compositore e direttore d'orchestra in pensione, Mick -Harvey Keitel 75 anni- un regista ancora in attività che lavora alla sua u...

    – Luisanna Benfatto

    • News24

    A VALANGA SULLA BORGHESIA

    Che cosa succede a un perfetto quadro familiare quando viene messo di fronte a circostanze estreme e inaspettate? Se lo chiede FORZA MAGGIORE, quarto lungometraggio del regista svedese Ruben Östlund, che dopo aver vinto il Premio della giuria della sezione Un Certain Regard allo scorso Festival di

    – Fabio Severo

    • Agora

    Il premio Oscar Pawlikowski: mai adattare un classico della letteratura al cinema. Io giro senza sceneggiatura, scolpisco. Limonov? Provavo ribrezzo. Il genio di Carrère lo ha trasformato

    L'intervista al premio Oscar per Ida, comparsa oggi su Domenica Alla ricerca del paradosso e della complessità, sideralmente lontano (senza sconti per chi scrive) «dai media, che manipolano e banalizzano in pochi titoli il marasma esasperato delle informazioni». Anche per sfuggire a questo clima di confusione, «dove si capisce troppo o troppo poco», Pawel Pawlikowski si è ritirato con Ida agli anni Sessanta nella Polonia in cui è nato nel 1957 e in cui è cresciuto fino ai quattordici anni. E a q...

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    Class enemy di Rok Bicek è un film potente che racconta un'Europa di giovani egoisti

    Class enemy di Rok Bicek - dal 9 ottobre nelle sale per Tucker Film - è una potente riflessione sull'egoismo come specchio di un'epoca. Siamo in una scuola superiore slovena (ma potremmo essere ovunque in Europa) e gli allievi accolgono Robert Zupan (Igor Samobor), il nuovo supplente di tedesco. Mentre l'insegnante di ruolo, in congedo per maternità, presenta il collega, i ragazzi non fanno nulla per celare la propria noia: c'è chi compulsa il telefonino, chi ascolta musica con le cuffie e picch...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Un'Europa di giovani egoisti

    Il regista sloveno è in lizza al premio Lux dell'Ue con il potente «Class enemy», ma contesta Bruxelles: «Non frena il turbocapitalismo. La mia generazione è sul piede di guerra»

    – Cristina Battocletti

    • Agora

    L'amore estensibile di un padre: "Father and son" di Kore-eda Hirokazu indaga sulla genitorialità

    L'amore estensibile di un padre: "Father and son" di Kore-eda Hirokazu indaga sulla genitorialità Quanto conta ritrovare nei lineamenti infantili la prosecuzione dei propri? Più che la storia paradossale, ma purtroppo spesso reale, dello scambio in culla, Father and son di Kore-eda Hirokazu pone al centro del film domande capitali sulla genitorialità, ispessita dai mali del nostro tempo. L'immaturità verso gli affetti, l'egoriferimento e la realizzazione professionale come autoassoluzione dalle ...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 148 risultati