Ultime notizie:

Michael Gove

    • News24

    Fronda contro Theresa May, cade la sterlina

    Johnson e il ministro dell'Ambiente Michael Gove hanno inviato una lettera privata alla May, che è stata diffusa ieri, nella quale con tono perentorio invitano il Governo a spingere per una rottura netta con l'Ue e criticano la mancanza di progresso nei negoziati.

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Precisione e umiltà per capire meglio

    Così l'allora ministro della Giustizia, Michael Gove, liquidava a giugno 2016 e poco prima del referendum sulla Brexit il giornalista che gli chiedeva di fare il nome di un singolo economista che fosse a favore dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea.

    – di Francesco Billari*

    • News24

    Spaccatura May-Johnson sulla strada di Brexit

    Il ministro così non solo ha preso le distanze da ogni ipotesi di contributi, anche temporanei, a Bruxelles, ma anche dall'idea della May di mantener fermi i diritti dei lavoratori, e dalle intenzioni di Michael Gove di non abbassare gli standard ambientali.

    – di Riccardo Sorrentino

    • News24

    Quando la fortuna volta le spalle ai populisti

    Ma hanno altresì «avuto bisogno dell'aiuto di conservatori consolidati come Boris Johnson e Michael Gove» e di repubblicani come Newt Gingrich e Rudy Giuliani, rispettivamente.

    – di Ken Murphy, Stuart Whatley, Roman Frydman e Jonathan Stein

    • News24

    Theresa May promette al mondo una «hard Brexit»

    «Cerchiamo una nuova partnership fra una Gran Bretagna globale, indipendente e sovrana e i nostri amici dell'Ue. Non vogliamo adesioni parziali, o qualsiasi cosa che ci lasci metà dentro e metà fuori». Così Theresa May su Brexit. Non lo scandisce sillaba per sillaba, ma lo dice senza più timore di

    – di Leonardo Maisano

    • News24

    L'anno del demagogo: così il 2016 ha cambiato la democrazia

    Il 21 giugno mattina, due giorni prima del referendum sulla Brexit, David Cameron mi ha ricevuto a Downing Street. Nel corso di una chiacchierata di una mezzoretta circa, il Primo ministro mi ha assicurato che quella sera ogni cosa sarebbe rimasta al suo posto. Non mi ha convinto fino in fondo. In

    – di Lionel Barber

    • Agora

    La Brexit? Colpa dei giornali inglesi

    Nell'era di internet i giornali avranno perso peso e copie, ma non influenza. La vittoria della Brexit è infatti da attribuire in grande parte all'atteggiamento dei giornali inglesi che, durante la campagna referendaria, si sono schierati massicciamente in favore dell'uscita dalla UE. Il motivo è che, per quanto il grande pubblico sia raggiunto dai mezzi televisivi e dai vari media online su applicazioni mobili e fisse, a stabilire l'agenda degli argomenti da dibattere e a compiere opera di pers...

    – Marco Niada

    • News24

    Da Brexit ai migranti, perché gli economisti sono sempre più impopolari

    Nel periodo precedente al voto del 23 giugno per decidere sulla permanenza o meno del loro Paese nell'Unione europea, i cittadini britannici sono stati ampiamenti informati sui pareri dei sostenitori della permanenza nell'Ue. Da parte loro, i leader dei Paesi esteri e le massime autorità morali

    – di Jean Pisani-Ferry

1-10 di 65 risultati