Aziende

Mediaset

Mediaset è la più grande azienda italiana attiva nel settore dei media e delle comunicazioni.

E' stata al centro della cronaca economica e finanziaria del 12 dicembre 2016, per il tentivo di scalata messo in atto dalla società francese Vivendi SA.

Mediaset opera nel settore televisivo, ma ha importanti attività anche nella produzione e distribuzione cinematografica, nei servizi multimediali, nel commercio a distanza e nella raccolta pubblicitaria.

Proprio nella raccolta pubblicitaria Mediaset risulta il più grande gruppo televisivo italiano, essendo a differenza del principale competitor, la Rai, finanziata unicamente tramite questo mezzo.

Al grande pubblico Mediaset è nota soprattutto per le tre reti generaliste Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Già nella loro struttura, ma in parte anche nella programmazione, si evidenzia chiaramente la concorrenza diretta con i tre canali della Rai.

Mediaset è però oggi presente anche su altre piattaforme, come il digitale terrestre, in particolare con l'offerta Mediaset Premium, tramite la quale è possibile acquistare la visione di eventi sportivi e di film. È inoltre presente sul satellite nella piattaforma gratuita Tivù Sat.

La società è anche attiva all'estero, con partecipazioni in Telecinco in Spagna e in Endemol, un'importante casa di produzione olandese.

Negli ultimi trent'anni Mediaset ha portato un nuovo modo di fare televisione rispetto a quello proposto dalla RAI. Da una parte l'assenza del canone e dall'altra l'ispirazione a modelli commerciali e televisivi americani hanno fatto di Mediaset un'alternativa importante e di grande successo al modello pubblico.

Simbolo dell'azienda è da sempre il basilisco, detto comunemente il “Biscione”, simbolo originariamente dei Visconti ma che da sempre contraddistingue le attività imprenditoriali di Silvio Berlusconi, sin dai suoi esordi nel settore immobiliare. Proprio Silvio Berlusconi è infatti proprietario di Fininvest, azionista di maggioranza di Mediaset, anche se si è dimesso da ogni carica all'interno del gruppo al momento del suo ingresso in politica nel 1994.

L'8 aprile del 2016 viene ufficializzato l'accordo tra Mediaset e Vivendi per la vendita della pay-tv alla società Francese.

Il 12 dicembre del 2016 il gruppo francese Vivendi ha annunciato di detenere più del 3% del capitale di Mediaset. Allo stesso tempo la società francese ha dichiarato di voler continuare ad acquistare azioni del Biscione per arrivare ad una quota tra il 10% e il 20%.
Il 13 dicembre 2016 la quota di Vivendi sale al 12,32%.

Il giorno successivo tale partecipazione sale al 20% per poi arrivare al 28.8%.

Ultimo aggiornamento 21 marzo 2017

Ultime notizie su Mediaset
    • News24

    Vivendi rilancia sull'Italia: non molliamo né Tim né Mediaset

    L'Italia è «essenziale» nella strategia di Vivendi per cui il gruppo francese, dopo aver investito oltre 5 miliardi di euro, non intende mollare nè Telecom nè Mediaset. E' questo il messaggio che i vertici di Vivendi hanno lanciato all'assemblea annuale degli azionisti riunita a Parigi a pochi

    – di Giuliana Licini

    • News24

    Borse consolidano la rimonta post Macron. Milano chiude a +0,6%

    I mercati azionari europei restano orientati al rischio e consolidano i livelli raggiunti ieri sull'effetto Macron in attesa delle mosse di Trump sul programma fiscale e di segnali da parte della Bce nella riunione in calendario giovedì. Gli acquisti su farmaceutica, tecnologici e banche hanno

    – di Paolo Paronetto e Andrea Fontana

    • News24

    Bollorè sale al 29,9% dei voti e rafforza la presa su Vivendi

    Percorso a tappe, passando da Vivendi e Telecom, per definire la strategia francese su Mediaset. Primo: confermare chi comanda in Vivendi (oggi l'assemblea, ma non dovrebbero esserci dubbi). Secondo: verificare i rapporti di forza in Telecom (assemblea il 4 maggio e, a seguire, cda: situazione più

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Macron spinge Parigi ai massimi dal 2008, brillano le banche

    La probabile vittoria di Emmanuel Macron al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi ha galvanizzato la Borsa di Parigi, dove sono in luce soprattutto i bancari. A metà seduta l'indice Cac 40 tocca il livello più alto dal 15 gennaio 2008 e aver segnato anche l'apertura migliore da quella

    – di Giuliana Licini

    • News24

    Startup francesi in testa per raccolta fondi in Europa

    Index Ventures, inglese, HV Holtzbrinck Ventures, tedesco, Sequoia Capital, americano ma con sede "europea" in Israele: sono questi i tre venture capital che guidano la classifica di Dealroom, piattaforma olandese di matching tra investitori e startup che periodicamente stila la lista dei 500

    – di Gianni Rusconi

    • News24

    L'Italia attrae più capitali esteri

    Dal 16esimo al 13esimo posto è un salto in avanti di ben tre posizioni. Solo la Svezia, che passa dalla 22esima alla 15esima posizione, compie un balzo più grande di noi. E' dell'Fdi Confidence index di At Kearney che stiamo parlando, la classifica che misura l'attrattività di un Paese per gli

    – di Micaela Cappellini

    • News24

    Una maratona per le start up innovative

    «Vogliamo che questa seconda edizione di Digithon si trasformi in un'occasione per tutti quelli che hanno un'idea d'impresa da presentare alla platea di grandi investitori che si ritroveranno in Puglia per valutare i 100 progetti che selezioneremo nelle prossime settimane».

    – di Andrea Biondi

    • News24

    Vivendi non deve vendere né Telecom né Mediaset

    Vivendi non deve vendere né Telecom Italia né Mediaset per rispettare la delibera dell'Agcom che ha concesso 60 giorni di tempo ai francesi per presentare una soluzione e 12 mesi per attuarla. Martedì l'Authority delle comunicazioni ha accertato che la contemporanea presenza di Vivendi nel capitale

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Vivendi-Mediaset, via d'uscita con la sterilizzazione dei voti

    L'ipotesi di un'aggregazione tra Orange e Telecom Italia è tornata ad affacciarsi sulla stampa francese. Tanto più dopo che l'Agcom che ha accertato una violazione di legge per la contemporanea presenza di Vivendi in Telecom (23,94%) e Mediaset (28,8% del capitale, 29,9% dei diritti di voto),

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Ei Towers: «Nessun contatto con Rai o Rai Way»

    Il quadro non è cambiato rispetto a quanto l'ad di Ei Towers, Guido Barbieri, aveva detto non più tardi di un mese fa: l'integrazione con Rai Way «è assolutamente interessante, qualsiasi sia la forma dell'operazione», per dirla con le parole dello stesso ceo, «ma approcci e contatti non ce ne sono

    – Celestina Dominelli

1-10 di 4693 risultati